mercoledì 28 agosto 2013

Numeri degli Angeli : Cosa sono?





Il fenomeno delle 'sequenze di numeri', a volte conosciuto come 'Angelo Numbers' sta diventando sempre più prevalente di giorno in giorno. Migliaia e migliaia di persone di ogni ceto vita , da tutte le parti del mondo, e da ogni credo e religione, stanno segnalando il fenomeno di notare particolari sequenze di numeri su orologi, timer, targhe auto, cartelloni pubblicitari, e da tutti i tipi di fonti.

Secondo gli autori rispettati, terapisti e spiritualisti di tutto il mondo, questo fenomeno si verifica come una nuova 'consapevolezza spirituale' è in atto e sta facendo strada sul nostro pianeta. Come razza, le persone si stanno evolvendo a livello spirituale, con le sequenze di numeri che sono "messaggi" da una fonte superiore.I vostri angeli (o spiriti guida) vi guidano attraverso i vostri pensieri, sentimenti, parole e visioni. Essi mostrano anche che "segni" - cioè, le cose che vedete ripetutamente con i vostri occhi fisici. Uno dei segni è il numero di sequenze ripetitive.

Secondo il famoso autore e terapeuta, Doreen Virtue, nel suo libro "Guarire con gli Angeli", "gli angeli fanno del loro meglio per ottenere la nostra attenzione e comunicare con noi. In questo modo, essi ci aiutano a guarire le nostre vite. Tuttavia, spesso scontare i segni che ci danno, scrivendo loro fuori come semplici coincidenze o la nostra immaginazione. "

I vostri angeli spesso comunicano messaggi a voi, mostrandovi sequenze di numeri. Lo fanno in due modi. In primo luogo, essi sottilmente sussurrano nell'orecchio in modo che si guarda in tempo a notare l'ora visualizzata sull'orologio, o il numero di telefono su una pubblicità o qualcosa di simile. Gli angeli sperano che sarete consapevoli e riconoscere che si sta vedendo la stessa sequenza di numeri, più e più volte. Il secondo modo in cui gli angeli si mostrano significative 'sequenze di numeri "è fisicamente organizzando per qualcosa come una guida auto di fronte di voi che ha targhe specifiche, e spero che ci si rende conto che si sta vedendo di nuovo la sequenza di numero. Vogliono farvi notare, poi guardare in ulteriori messaggi. Quando si nota una particolare sequenza di numeri ricorrenti per voi, chiedete quello che gli angeli che stanno cercando di dirvi, e vi accorgerete che i vostri angeli vi darà ulteriori informazioni. Monitorare i tuoi pensieri con attenzione, ed essere sicuri di pensare solo a ciò che si vuole, non ciò che non vuoi. La grande Pitagora dice che tutto nell'Universo è matematicamente preciso, e che ogni numero ha una propria vibrazione e significato.

Il posizionamento dei numeri in una sequenza ha un significato speciale.La numerologia è una scienza sacra che ha mantenuto la sua rilevanza dall'antichità ai tempi moderni. I Numeri sottolineano l'importanza di vedere in tre dimensioni, al fine di mostrarci le lezioni, le opportunità di crescita e di orientamento di cui uno con l'esperienza. 'Messaggi' Come riconoscere e interpretare i numeri intorno a voi, si può sentire più connesso agli angeli. Questo collegamento permette agli angeli di aprire la porta a una connessione incredibile che porta la pace, la speranza e l'amore. Il Numero d'interpretazione della sequenza è un modo semplice per ricevere messaggi dai vostri angeli.

Questi Numeri sono ovunque, dagli orologi digitali a targhe. Ogni numero ha una frequenza vibrazionale che riguardano direttamente il suo significato. Gli angeli cercano sempre di darci indicazioni e risposte. Quando si chiama la nostra attenzione su sequenze di numeri, è un segno positivo della loro devozione, amore e potere. Quando si nota una sequenza numerica, ascoltare la guida del tuo angelo che arriva attraverso i vostri sentimenti, visioni e pensieri. Quanto più si notano questi segni, il più frequentemente appariranno nella vostra vita. Una volta capito significati dei "segni" e accettare che essi non sono semplici "coincidenze", ma gli eventi e messaggi importanti e propositivo, potrete godere di una comunicazione stretta e chiara con i vostri angeli. Scoprirete segni spirituali e messaggi tutto intorno a te, tutto il tempo.

Si può inoltre notare sequenze di numeri che indicano le cose di significato personale, come ad esempio le date di nascita, anniversari, numeri di telefono, ecc In questi casi, gli angeli si stanno dando un ancora più profondo , messaggio pertinente e personale. La ricorrenza di sequenze di numeri è un richiamo sottile e costante che qualcosa di magico ... qualcosa di divino che sta accadendo. Quando vedi le sequenze di numeri ("Angel Numbers"), riconosci che gli angeli ti stanno dicendo che siete sulla vera strada, e dite 'grazie' a loro per la comunicazione con voi.

Consiglio di lettura

Il fenomeno dei numeri doppi, coincidenza o realtà collettiva? di Michela Marini
Per leggere il libro clicca qui..
http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=1101901













(fonte:sacredscribesangelnumbers.blogspot.it)




Numeri Doppi Orologio : Significati


Numeri doppi orologio: Significato





00:00 - Spostarsi in un flusso dimensionale più elevato, saltando le matrici del tempo. Il portale della creazione prima della creazione.

01:11 - Fate particolare attenzione ai vostri pensieri e siate sicuri che state pensando a quello che volete e non a quello che non volete! Questa sequenza di numeri è il segno che vi indica che c’è un’opportunità sta per presentarsi e i vostri pensieri si stanno manifestando ad una velocità record. L’111 è come un flash di uno scatto fotografico. Significa che l’universo ha scattato un’istantanea dei vostri pensieri e sta per manifestarli. Siete contenti dei pensieri che l’Universo ha catturato? Se non lo siete, correggete i vostri pensieri…chiedete aiuto ai vostri angeli per aiutarvi se avete difficoltà a controllare o monitorare i vostri pensieri.

 

01.23 - Semplificate la vostra vita. Liberatevi di tutte quelle cose che vi fanno sprecare energie, tempo o denaro; specialmente liberatevi di quelle cose che vi fanno allontanare dal vostro scopo di vita. I maestri ascesi sono li per aiutarvi in questo processo di semplificazione.
02.22 Abbiate fiducia. Tutto andrà bene. Non preoccupatevi di nulla perché la situazione si sta risolvendo per il bene di tutti.
 

02.34 - maestri ascesi stanno lavorando con voi come co-creatori del vostro nuovo progetto. Loro vi stanno dicendo che condividono con voi la vostra eccitazione e sanno che tutto si sta risolvendo bene per voi. I maestri possono vedere che nel futuro la felicità che cercate è garantita. Gioite di questa nuova fase della vostra vita.
 

03.33 - Dio e i maestri ascesi stanno cercando di attirare la vostra attenzione su una questione che molto probabilmente è legata alla vostra missione nella vita. Ultimamente avete forse ignorato qualche indicazione? Se è così, in questo momento probabilmente vi sentite bloccati. Con queste sequenze numeriche il cielo vi avverte che dovete fare la vostra parte nel processo della creazione. Ciò significa prestare ascolto e seguire le indicazioni divine per prendere certe decisioni.
 

04.44 - Dio e gli angeli vogliono che voi sappiate che siete molto amati. Vi chiedono di fermarvi un attimo e di percepire questo amore, poiché saprà rispondere a molte delle vostre domande e risolvere qualsiasi difficoltà!

05.55 - Un messaggio importante che vi fa sapere che i cambiamenti che si stanno verificando nella vostra vita sono positivi. Essi sono un dono di Dio e in sintonia con ciò che la volontà divina vuole per il vostro sé superiore.
 

06.06 - Questo è un messaggio del Creatore che riguarda la vostra vita materiale, in cui vi viene chiesto di concentrarvi meno sui desideri terreni. Questo non significa che dovete privarvi di qualcosa, Dio vi chiede semplicemente di cercare un approccio più spirituale per soddisfare le vostre esigenze. Sappiate che Egli è dentro di voi ed è la fonte di tutto ciò di cui avete bisogno. E’ sufficiente che abbiate fede e gratitudine e rimaniate aperti ai segni o alle nuove opportunità che vi recheranno ciò di cui necessitate.

07.07 - Un “bravo/a” che giunge direttamente da Dio,che vi elogia per il lavoro mentale, spirituale e fisico che avete svolto finora. Grazie al sentiero che avete scelto di seguire, state aiutando voi stessi e molte altre persone, e Dio vi chiede di continuare a svolgere la vostra grande opera.
 

08.08 - Un messaggio del Creatore in cui vi si dice che l’imminente conclusione di determinate situazioni rientra nel progetto divino. E’ una risposta alle vostre preghiere ed è conforme a ciò che Dio vuole per voi. Chiedete a Dio di aiutarvi ad alleviare la paura e le preoccupazioni che potreste avvertire in merito ai cambiamenti che dovrete affrontare.
 

09.09 - Questo è un messaggio da parte del Creatore in cui vi si dice che la circostanza della vostra vita che si è appena conclusa è stata guidata dal Divino. Nulla è mai veramente perduto. Non c’è morte e non ci sono disgrazie. Il recente cambiamento, in cui un aspetto importante della vostra esistenza ha subito una battuta d’arresto o una modificazione, di fatto è una risposta alle vostre preghiere. Dio vuole farvi sapere che non vi sta togliendo nulla né “causando” alcuna perdita. Sono state invece le vostre preghiere o la missione che avete scelto a evocare tale cambiamento attraverso il potere che Dio vi ha concesso. Perdonate tutti coloro che sono coinvolti, affinché possiate iniziare la nuova e splendida fase della vostra vita con leggerezza e sentendovi liberi
 

10.10 - un messaggio che si sta ricevendo intuizioni e di orientamento dai vostri angeli attraverso le vostre idee, pensieri, visioni e sentimenti. Prestare particolare attenzione alla vostra intuizione in questo momento e intraprendere azioni positive come diretto.10 ti incoraggia ad andare avanti nella vostra vita con fede e fiducia che si è sulla strada giusta in tutti i modi. Non abbiate paura, come i vostri angeli guidano e sostengono che ogni passo del cammino. Abbiate fede che il vostro interno-sollecitazioni che stanno portando nella direzione giusta e troverete il futuro successo e soddisfazione sul vostro percorso scelto. Fidati del tuo angeli e le energie universali.


11.11 - Portali si aprono e portali si chiudono e voi siete tra tutti questi. Creazione consapevole con 13 secondi di intervallo tra un pensiero e l’altro. Diventare uno con l’Anima in abbondante creazione dei desideri del cuore.

12.12 12.21 - I vostri pensieri sono come semi che stanno per germogliare. Potreste aver già osservato intorno a voi segni dell’imminente realizzazione dei vostri desideri. Questi sono segni che le cose cresceranno nella direzione da voi sperata. Abbiate fiducia!



12.34 - I maestri ascesi stanno lavorando con voi come co-creatori del vostro nuovo progetto. Loro vi stanno dicendo che condividono con voi la vostra eccitazione e sanno che tutto si sta risolvendo bene per voi. I maestri possono vedere che nel futuro la felicità che cercate è garantita. Gioite di questa nuova fase della vostra vita.
 

13.13/13.31 - I maestri ascesi stanno lavorando con voi sui vostri processi mentali. In molti modi, vi stanno facendo da consiglieri, insegnandovi l’antica conoscenza della manifestazione. Vi stanno mandando energia per non farvi scoraggiare e vi incoraggiano invece a restare focalizzati sui veri desideri della vostra anima. In più, è possibile che i maestri ascesi vi stiano offrendo consigli e suggerimenti sul vostro scopo di vita. Sempre, comunque, vi insegnano che ogni creazione comincia al livello del pensiero e dell’idea. Chiedete loro aiuto per scegliere saggiamente quello che volete.

14:14/14:41 - Gli angeli stanno enfatizzando fortemente il bisogno di guardare ai vostri pensieri proprio adesso. Loro vi consigliano di esprimere un desiderio perché vi trovate in un portale che garantisce la realizzazione dei vostri desideri.

15:15 - I vostri pensieri stanno creando cambiamenti nella vostra vita. Continuate a dirigere i vostri pensieri verso la direzione desiderata. Se i cambiamenti che vedete arrivare non sono quelli desiderati, fermateli o alterateli modificando i vostri pensieri.

16:16 - Mondo materiale – Frequenza tridimensionale – Densità.

17:17 - E' una combinazione delle vibrazioni e gli attributi del numero 1 e il numero 7.   Numero 1 si riferisce ai nuovi inizi, la motivazione e il progresso, individualità, self-leadership e l'assertività, la realizzazione e il successo.Numero 7 entra in risonanza con le energie del risveglio spirituale e l'illuminazione , misticismo e psichiche  abilità , 
saggezza interiore ,  manifestare i vostri desideri e buona fortuna.Simboleggia un’ integrazione di qualche parte dei quattro corpi inferiori con le frequenze spirituali più elevate all’interno del piano tridimensionale, o al livello in cui state manifestando la vostra realtà fisica sul piano terreno.


18:18 - E'il numero della moralità, della concordia e delle buone associazioni. Quando è presente questo numero gli avvenimenti tendono sempre a normalizzarsi, gli eventi e le cose in genere sono fondati su principi sani, su cause giuste. E' anche il numero delle persone che danno consigli onesti e disinteressati
19:19 - Rinascita, rinnovamento, liberazione. Un lungo sonno allevia tutte le difficoltà e i dispiaceri.


20:20 - Quando è presente questo numero c'è sempre uno spirito di lealtà e fiducia in tutto. A questo numero sono collegate le azioni coraggiose, il difendere i deboli, il mantenere le promesse e la parola data

21:21/21:12 - numero 21 suggerisce che ci possono essere alcune nuove opportunità o indicazioni per voi di prendere che vi porterà in direzioni nuove ed eccitanti. Sappiate che le vostre angeli sono al vostro fianco nel corso di questi cambiamenti e transizioni e guidano ogni tuo passo. Essi incoraggiano a mantenere la calma, equilibrata e felice e troverete che tutto funzionerà per il vostro bene più alto.è un messaggio dai vostri angeli per voi di essere consapevoli dei vostri pensieri che stanno manifestando le proprie idee e convinzioni in realtà. Angelo Numero 21 incoraggia ad essere ottimisti e mantenere un atteggiamento positivo per quanto riguarda i cambiamenti in corso e / o le circostanze della vostra vita, in quanto ciò contribuirà a manifestare i risultati desiderati .

22:22 - La più alta sequenza di manifestazione/creazione senza frustrazione. Tutte le parole pensate, azioni e le intenzioni germoglieranno sia che la pioggia li aiuti a crescere o no. Uscire fuori dalla polarità. Il tempo va avanti con o senza di voi. Non create in automatico, dite la vostra nella vostra vita. Mantenete vive le vostre intenzioni, sapendo che quello che avete piantato con le vostre parole e azioni cresceranno e matureranno in accordo con le stagioni del cielo.
 

22:33 - Il numero 22 ha a che fare con l'equilibrio, i miracoli si manifestano e nuove opportunità . Quando Angeli Numero 22 ripetizioni nella tua vita ti viene chiesto di prendere un equilibrato, armonioso e pacifico posizione in tutti i settori della vostra vita. Il messaggio è quello di mantenere la fede e essere forti nelle vostre verità personali.Con il numero di sequenza 33 ripetizione, il messaggio è di avere fiducia nell'umanità. I Maestri Ascesi stanno lavorando con voi su tutti i livelli.

23:23/23:32 - Il numero 23 è costituito dalle energie e gli attributi del numero 2 e numero 3.   Numero 2 risuona con la dualità e l'equilibrio, la diplomazia e la cooperazione, la fede e la fiducia, dovere e di servizio, e il vostro scopo di vita divina e la missione dell'anima .   Numero 3 porta le sue vibrazioni di gioia e ottimismo, auto-espressione e la creatività, l'espansione e la crescita, l'incoraggiamento e l'assistenza, e che si manifesta e manifestazione . Numero 3 riguarda anche i Maestri Ascesi . Questo rende 23 una serie di dualità, il carisma, la comunicazione e la società..messaggio che gli angeli e Maestri Ascesi si sta assistendo a mantenere la vostra fede e fiducia nell'Universo, come si lavora con diligenza per  manifestare i vostri desideri e le aspirazioni più alte . Quando senti dubbio o timore chiedere ai vostri angeli per aiuto e la guida in quanto sono sempre con voi.





Le formule segrete della felicità !


LA FELICITA' COME STATO D'ONDA

di VASILE DROJ UNIVERSOLOGO


 
 
 
Il 17-20 gennaio 2013 all’Auditorium di Roma si è svolto il Festival della Scienza sul tema “La Felicità”. Nel 2012 si parlava della “Fine del mondo”. Apriti cielo, che succede? Si sono spostati i poli? Se non quelli geografici di sicuro quelli degli interessi e dell’attrazione oppure la scienza brancola nel superfluo nonostante le sue innumerevoli branche del sapere. Com’è possibile che nella “cultura umana” le qualità antropologiche sono quasi la stesse da migliaia di anni mentre la cultura tecnica scientifica, specialmente tecnologica raddoppia in una decina d’anni, addirittura in due anni, quell’elettronica. In questo paragone le capacità umane come la capacità fisica, la memoria, il ragionamento, non evolvono, sono quasi le stesse di due mila anni fa. Perché la tecnica avanza, e l’uomo no? Semmai evolve soltanto quando usa tecniche e formule. Gli sportivi ginnasti o di circo, i fachiri, gli yogi, o nelle arti marziali etc. si arrivano a dei risultanti impressionati. Le tecniche mentali, spirituali e altri generi come quelli sciamanici toccherebbero persino la trascendenza dei piani di partenza.

In poche parole la scienza dell’uomo malgrado l’apporto millenario delle antiche esperienze e saperi si è persa o è stata disprezzata e dimenticata mentre il cumulo cognitivo sperimentale della scienza materiale si è stoccato e sistemato anche grazie al suo oggetto, la Materia, che è metrizzabile. Appena un ricercatore scopre qualchecosa come un nuovo angolo di valenza in una sostanza chimica, o la misura concreta di qualche frequenza elettromagnetica, immediatamente la notizia diventa mondiale e tutti i centri di ricerca si adecquano. Però, se si scopre qualunque cosa sulle capacità umane, ha meno voce, passa inosservata, a volte derisa, roba da Guinness Book o al massimo notificata in qualche annuario medico. 

Succede perché l’evento non è riproducibile al livello di massa e all’infuori di chi l’ha realizzato e non è adatto a entrare nella produzione. Ma nel profondo, nella logica, le cose andrebbero addirittura al contrario poiché la qualità dell’operatore amplificherebbe lo strumento tecnologico specialmente le strategie che devolvono nel tempo. In quanto alla natura umana sono il Linguaggio e la parola, gli elementi determinati poiché le disponibilità semantiche non sono altro che tecniche utilizzate dalla Natura per operare attraverso l’essere umano. Perciò il linguaggio è fondamentale. Ci sono prove inconfutabili che all’interno di almeno due lingue: il greco e il latino si è realizzato un miracolo linguistico impressionante dove il concetto fondamentale di Logica – il Logos si è auto realizzato. Attraverso esso all’interno delle parole sono state codificate straordinarie conoscenze perpetuate nel tempo. 



La parola “felicità” FE-LIX è composta di FE, radice di Fare e LIX, la sintesi di altre tre parole: LEX - LUXLEX (ico). Le tre parole sono: LEGGE (lex - legis), LUCE (lux –lucis) e LEXICO(Lessico-Parola). La formula segreta della Felicità consisterebbe nel fare i tre “LEX-LUX-LEX” in PROLIXUS lat. prolex, prole, più semplicemente “fare prole”. Si prova che la vera Prole è la PAROLA. Fare questo apre la porta alla Felicità. Studiamo perciò i tre LEX: 

LEX - legis, la LEGGE. Osservare la Legge in generale, accorgersi che c’è determinazione e connessione in Natura, il cui regolatore sono le leggi, ci fa non sbagliare riuscire negli operati non andando contro natura. Soltanto allora la felicità s’innesca è persiste. 

LUX - lucis, la LUCE. Chi cerca la conoscenza, il sapere, la coscienza sa è può realizzare la Felicità. D’altronde la parola REALIZZARE è codificata in questo modo: REAL+LIZ dove REAL = REALTA’ e LIZ = LUZ = LUX = LUCE. Chi cerca la luce della conoscenza si libera e perciò è felice. Tutte formule collaudate. 

LEXICO, PAROLA. Sarebbe la parola, la mola suprema che permette all’uomo di controllare se stesso. Essa stessa è Legge e Luce e chi conosce le sue virtù nascoste, si realizza perché intrinseca alla legge Lex è alla luce mentale Lux. 

Fare Lex - Lux - Lexico, ossia osservare e praticare le leggi della natura, acquistare e generare la luce della conoscenza e della coscienza attraverso l’uso adatto delle parole (lexico) e sinonimo di FE-LIX ossia di Felicità. Andando contro la logica delle leggi e contro il significato delle parole, non rispettandole è controproducente, anzi mortale.


Le formule segrete della felicità e dell’autorealizzazione sono tantissime ma la più fondamentale è la triade appena esposta. Esiste un’altra basata sulla prima, fondata sulle tre lettere ”L, G, R”.



Ecco il suo diagramma: REGOLA – LEGGERO – ALLEGRIA. Chi segue le Regole diventa Leggero e Allegro. Ed è ovvio, poiché la Regola Regolando (vedi regolare), si fa diventare Leggero proprio perché segue la Legge apportando l’Allegria perché si diventa più allegro, veloce. Provate! Per credere. E’ pura legge matematico semantica.  


In latino i sensi della felicità e dello stato di essere felice “Felix”, erano multipli da: fortunato, felice, nutriente fino a fecondo. Molto interessante quest’ultimo che esprime il massimo, la pienezza, la fecondazione, come sorgente di vita. Prima di tutto si deve fare una distinzione netta tra Felicità e Piacere due cose apparentemente gemelle però molto differenti. Il piacere derivata dai sensi ed è più biologico mentre la Felicità appartiene alla Mente, allo Spirito. Il Piacere è una sensazione (dei sensi) mentre la Felicità è un Sentire, uno stato generale. Il piacere (placere) è corporale avvolte circoscritto a un solo organo che per eccellenza è il fallo phalus rom. pula, da dove anche la parola piacere, placere lat. placeo, - es, placui, placitum, poi placentain sintonia con plenum (fecondo). 

La Felicità in cambio è uno stato esteso all’intero Essere aldilà del corpo nel più profondo del Sentire. Se il piacere è anche violento e passeggero (l’orgasmo), la felicità in cambio è eterea, e quasi permanente. In una parola è uno “stato d’essere” che tocca l’Essere.

A questo punto arriviamo a una scoperta epocale pronta a incalzare la famosa formula di Einstein E = mc2 e il biunivoco postulato: “stato d’onda e stato di particella” della luce e della materia. Si dimostra che il Piacere esprime lo stato di particella mentre la Felicità investe lo stato d’onda. Il piacere è particolare perciò esprime lo stato, di particella ed ha il regno nel mondo della materia( vedi fallo che prende massa, misura). La felicità è come un oceano pieno di onde, illimitato, dove le onde del mare corrispondono alle onde cerebrali e il suo regno è il mondo del Sentire della Mente (maiuscolata) e dello Spirito. Il piacere è un impulso “incipit” iniziale, la felicità, una somma, “summit” finale.

Ed ecco un’altra prova. La qualità essenziale di FELIX é FECONDO, attributo estremamente suggestivo poiché codifica lo stato d’onda: FEC-ONDA = FACere ONDA. Vale dire che fecondo è soltanto chi realizza lo stato d’onda. Per ottenere lo stato d’onda occorre realizzare la condizione, d'altronde codificata nella parola “fecondo”. FE-COND(O) dove FE = FARE e COND = CONDizione. E ovvio che soltanto se ci sono le condizioni, le cose possono nascere, crescere ed evolvere.



Nella parola Condizione lat. Conditio – onis, sono “condite”(mixate) tutte le potenzialità necessarie a innescare la Partenza di qualunque processo (procedere) per aver accesso. Dietro la parola Condizione si cela un vero codice anzi il suo cuore che genera tutti i codici derivati. Già la particela “con” insinua l’’insieme”, e in quanto espressione ideografica incorpora il segno positivo “+” ossia la croce CruX. La croce rovesciata, dinamica, detta di Sant’Andrea a forma della lettera “X” è importantissima poiché invia direttamente al classico cono geometrico, base degli archetipi primordiali, quelli che iniziano i processi. Il Cono è la prima figura geometrica presente nell’angolo poi nel triangolo, come anche nella cifra “1” e la prima lettera, la “A”. La tavolozza digitale della Natura si basa sull’Angolo che incarna la grande CON-DIZIONE. Per questo fu eretta la grande Piramide di Cheope la cui punta fu mozzata appositamente per ricordare il CONO della CON-DIZIONE, ma nessuno ha capito niente. E purché tutti la sappiano, questo “incipit” inizia “In Caput” e la piramide capo tra tutte le piramidi si chiama Cheope o Keops appunto Capo. E neanche questo lo capì qualcuno dei nostri odierni. Ti credo la nostra mente deve essere fe-CON-data dall’Idea perché se non c’è, l’Idea non c’è niente.

Un'altra codificazione della parola Condizione (CON-DITIONE) deriva dalle lettere “D” e “T” dove “D” graficamente è una linea curva tagliata da una linea retta ossia il cerchio e il Diametro dal cui rapporto nasce niente meno che il trascendente Pi greco. La lettera “T” ossia “t” composta di due linee incrociate rappresenta i due Diametri ortogonali del Cerchio cioè l’Asse cartesiano di coordinati (X, Y) su quale s’iscrivono e ordinano tutte le cose di quest’Universo. Perciò la lettera “D” esprime DIO, e la “T”, sempre Dio in quanto THEOS. Nell’estremo Oriente le due lettere investono il principio supremo Dao o Tao. Anche foneticamente esse appartengono alla stessa famiglia di lettere dentali esplosive.

In conclusione la CON-DIZIONE di tutte la Condizioni è il MIX, il rapporto tra linea curva e retta generante nel cerchio e dei suoi diametri ortogonali. La formula suprema di questa equazione matematico geometrico semantica è il Principio Ontico, la razione delle Entità. La parola “entità” è codificata e vuol dire “essere in T” o “in T” il principio “INT”. Di questo si occupano l’Ontica e Ontologia. Ma vi giuro che la vera Ontica è tutt’altra cosa di quella “descrittiva” di pura letteratura sia essa anche filosofica che ci perviene dai greci. L’’Ontica Universologica” è tutta da scoprire e rivelare. Il suo contenuto è preciso come il codice genetico. (tutto in un prossimo articolo). 

di Vasile Droj
Ricercatore Transdisciplinare Centro Universologico di Roma




Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons

(Fonte:universology.com) 

martedì 27 agosto 2013

Entrare nello spazio del CUORE

Re-Inventare le Relazioni entrare nello spazio del CUORE








Le relazioni, e come fare perché abbiano successo, sembra essere sempre più la focalizzazione della nostra energia e della nostra attenzione, in questo periodo nel nostro processo di transizione. Molti di noi stanno lavorando sodo per ridefinire il modo di relazionarsi con gli altri, specialmente nelle relazioni d’amore e primarie.


Prima di osservare il nuovo modo di relazionarsi, abbiamo bisogno di guardare indietro e vedere le relazioni cosa riguardavano.

In termini metafisici, le relazioni, come la maggior parte degli aspetti della vita del 20° secolo, erano condotte dai tre chakra inferiori. Ciò significa che la maggior parte delle relazioni erano una compensazione fra il Denaro (Chakra Base), il Sesso (Chakra Sacrale) e il Potere (Chakra del Plesso Solare). Qualsiasi fossero i sentimenti che univa le persone, avrebbero dovuto inevitabilmente combattere con i problemi di denaro, potere e sesso nella loro relazione quotidiana. E, certamente, questi saranno ancora problemi fino a un certo grado, quando una relazione viene fondata, ma le relazioni del 21mo secolo hanno anche bisogno di entrare nello Spazio del Cuore o Chakra del Cuore, dove lo spirito e l’anima possono diventare parte della relazione. Una parte centrale ed importante. 




Soldi, Sesso e Potere – com’era





Una relazione adulta primaria, o relazione d’amore, significa che le due persone coinvolte comincino, inevitabilmente, ad un certo punto, a vivere insieme. Poiché la necessità della vicinanza e della compagnia è un bisogno umano primario, le relazioni amorose si sono sempre espresse, e continueranno a farlo, con la coabitazione e la vicinanza fisica.



Tradizionalmente – la compensazione è sempre stata fra i sessi. Il maschio lavora per i soldi e la femmina accudisce la casa. Questo mette la coppia nella condizione di creare una casa, permettersi e mantenere ciò che è necessario. Il sesso fra loro produce la famiglia. Tradizionalmente, il maschio è investito del potere, come parte di una forma sociale gerarchica e patriarcale.




I Cambiamenti





Tuttavia, i notevoli cambiamenti sociali iniziati verso la metà del 20mo secolo nel mondo sviluppato, hanno significato che queste affermazioni tradizionali sono diventate obsolete, anche se molti di noi stanno ancora lavorando con loro ad un livello inconscio.



La rivoluzione Femminista ha significato che le donne cominciassero a lavorare fuori casa normalmente. Le carriere delle donne e le relazioni a doppio reddito sono ora accettate. Ciò crea problemi nelle strutture tradizionali delle relazioni, poiché anche le donne ora procurano il denaro, e, in alcuni casi, più degli uomini. L’equilibrio del potere ora è cambiato, nel momento in cui ci allontaniamo dai modelli gerarchici della relazione. E nessuno è totalmente sicuro di come il sesso si adatti in questo nuovo tipo di relazione.



Ciò che emerge da questa transizione è che le relazioni ora riguardano due persone che sono in parità sul piano della capacità e del potere, e che cercano, principalmente, compagnia e vicinanza, piuttosto che solo una compensazione sul livello fisico.



Il modo per ottenerlo è di entrare nello Spazio del Cuore, o Chakra del Cuore, come luogo primario della relazione. Una volta che lo si sia ottenuto, gli altri livelli possono essere negoziati secondo i bisogni di ogni coppia individuale.




Spazio del Cuore e Comunione






La relazione deve riguardare, principalmente, l’essere nel Cuore. Questo significa essere in contatto con SENSAZIONI ed essere in grado di ESPRIMERE queste sensazioni in modo creativo e stimolante.



Molte persone pensano che questo significa essere capaci di comunicare verbalmente. In un certo senso è vero. Ma ho notato che le donne tendono ad essere comunicatrici verbali di sensazioni migliori degli uomini. Spesso sento donne che si lamentano di come possano discutere lungamente delle loro sensazioni con le loro amiche, ma non con gli uomini che sono importanti per loro.



Questo significa che gli uomini devono diventare più come le donne e parlare delle loro sensazioni?



Bene – forse?



Io credo però, che sarebbe più utile per noi tutti, se ci rendiamo conto che parlare di sensazioni non è l’unica risposta.



E’ solo parlare – e tende ad essere circolare, anche se fa sentire meglio la persona.



Spesso però, l’espressione NON-VERBALE è molto più importante per esprimere sensazioni.



E forse, ora le donne hanno bisogno di imparare tecniche di espressione non-verbale o Centrate nel Cuore, che permetterà loro di connettersi con i loro compagni.





Comunione







Comunione è un termine che ha connotazioni religiose, poiché si relaziona al sacramento della morte di Cristo ed al rituale dell’Ultima Cena. Ma ciò che Cristo probabilmente intendeva, era che imparassimo a comunicare l’un l’altro diventando uno con l’altro essere.



Nella comunione religiosa, si beve il vino e si mangia il pane che rappresenta il corpo di Cristo, e, in quel momento, si diventa uno con Cristo.



La lezione per noi è di “essere” con altri in modo tale da poter diventare uno con loro. Per comprenderli ed essere con loro in modo tale che le spiegazioni e le storie non sono importanti.



Per vedere l’essenza divina in quella persona o essere, e lasciare che la loro essenza risuoni con la vostra. Per sentire le loro sensazione tanto intensamente quanto voi sentite le vostre, perché in verità sono le vostre, o un riflesso delle vostre.



Quando comprendiamo che la persona cui abbiamo scelto di relazionarci è una parte di noi, e ciò che vediamo è il nostro sè, possiamo essere in compassione ed amore con il nostro sè e poi con l’altra persona. Da questo punto di comunione e comprensione possiamo imparare a relazionarci con accettazione totale – di noi stessi e degli altri.





Accettazione





Ora è molto importante essere capaci di amare ed accettare voi stessi. Solo se vi accettate completamente sarete in grado di accettare la persona che sostiene lo specchio per voi. E se potete amare voi stessi, riuscirete ad amarli ed essere con loro.



Accettazione significa essere capaci di stare con quella persona con amore e grazia, senza aver bisogno di cambiarla o renderla qualsiasi altra cosa che non quella che è in quel momento. Molte relazioni falliscono perché le persone vedono il potenziale e si innamorano del potenziale. Ciò è seguito dalla frustrazione, poiché questo potenziale potrebbe non rivelarsi mai.




Creatività





In questo luogo di Comunione ed Accettazione, la relazione tende a diventare profonda, appassionata e creativa.



Non ci sono regole per come viene espressa la creatività – ogni coppia troverà modi individuali ed unici per rafforzarsi l’un l’altro ed esprimendo la loro crescita come risultato della loro accettazione di ognuno.



L’aspetto importante di una relazione dallo Spazio del Cuore è che i partner si sentiranno più forti ad essere ciò che possono essere in quel momento. Lotteranno per esprimere il bene più alto per loro stessi e la relazione, dal luogo d’accettazione, grazia e gratitudine per la persona che ha scelto di creare con loro.




E da lì.....





Una volta che questo luogo è stato raggiunto, le persone coinvolte sono in grado di negoziare su cosa deve essere basata la loro relazione.



Come equilibrare il potere, come interagire sessualmente e quale ruolo gioca il denaro nella loro relazione.



Queste cose possono essere negoziate, e non presupposte, da un luogo di rispetto, cura e amore.



Poiché, se si tiene aperto, lo Spazio del Cuore continuerà ad infondere la relazione con energia dall’Anima e dallo Spirito, assicurando che la relazione rimanga in un luogo creativo di crescita e amore........



di Celia Fenn




Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons

martedì 13 agosto 2013

La Sinestesia : Il vantaggio di "vedere" i suoni e "sentire" i colori

Hai mai visto un sapore?


Hai mai toccato un suono, hai mai gustato una musica, o visto dei numeri/mesi/anni in uno spazio organizzato?



A tutti è capitato almeno una volta di ascoltare un suono e di avere - associata alla sensazione uditiva - anche una sensazione visiva (l'impressione di percepire una tonalità di colore) oppure di rivolgere il pensiero a numeri ed a lettere particolari ed immaginarli come dotati di un colore che li contraddistingue o ancora di "sentire" un sapore come "ruvido" - quindi in grado di procurarci quasi sensazioni tattili - o dotato di un particolare colore dominante - quindi in grado di procurarci quasi sensazioni visive.

Quando una stimolazione sensoriale viene percepita non solo dall'organo di senso interessato alla percezione, ma è in grado di suscitare anche sensazioni comunemente associate ad altri organi di senso, ci troviamo di fronte alla sinestesia.


La sinestesia, nella sua forma comune, interessa ogni individuo. Vi sono, invece, persone che vivono l'esperienza di vere e proprie tempeste percettive di fronte a suoni, a colori oppure a sapori ed odori particolari.

Tali soggetti sinestetici - che in grandissima parte sono donne - vivono esperienze sensoriali complesse e multidimensionali. Possono, ad esempio, seguire un brano musicale ed abbandonarsi al flusso di immagini (sensazioni visive) e/o sensazioni tattili - e non solo - che l'ascolto della musica è in grado di suscitare.

Altri soggetti percepiscono le parole, le lettere od i numeri come caratterizzati da tonalità dominanti di colori o serie particolari di bande colorate (in questo caso si cita come caso emblematico il «Sonetto delle vocali» di Arthur Rimbaud).



Molti artisti hanno tentato di pervenire alla sinestesia attraverso l'assunzione di stupefacenti - basti ricordare Charles Baudelaire o gruppi musicali psichedelici. Lo scopo era quello di provocare un "ampliamento" della propria coscienza per riuscire ad interagire col mondo attraverso nuovi ed inesplorati canali sensoriali. In tal senso, la sinestesia viene ritenuta uno stato di coscienza più elevato che permette all'individuo di avere una percezione multi-dimensionale del mondo che lo circonda. A livello neurofisiologico, invece, la sinestesia sembrerebbe interessare il sistema limbico, ossia la parte più antica del cervello - corrispondente a stadi evolutivi antecedenti alla comparsa della corteccia cerebrale - in cui le percezioni non erano ancora ben differenziate tra i vari organi di senso.

Probabilmente molte sinestesie derivano dall'apprendimento (come l'associazione della parola "notte" con la sensazione di oscurità). Tale ipotesi, valida per i casi di sinestesia comune - di cui ognuno di noi ha esperienza - non spiegherebbe i casi in cui la sinestesia si manifesta come vera e propria tempesta di sensazioni, percezioni ed emozioni.

Vi sono senz'altro delle strutture innate che condizionano i modi in cui la sinestesia si manifesta. Ad avvalorare questa tesi vi sono sinestesie osservate in bambini in tenera età ed il fatto che molte associazioni tra stimolo percettivo e risposta sinestetica (cioè multi-dimensionale) siano ricorrenti anche in ambiti culturali differenti.

Interessanti sono gli spunti di riflessione che possono derivare dallo studio della sinestesia partendo dalla prospettiva propria della scuola della Gestalt, che si proponeva come fine l'investigazione sulle strutture innate di organizzazione degli stimoli sensoriali.




Questa strategia poetica è utilizzata dagli scrittori per aumentare la resa emotiva e sensoriale nelle opere letterarie; una multisensorialità, quindi, che ha un preciso scopo, quello di accattivare il lettore suggerendo molteplici dimensioni di una singola stimolazione sensoriale.

Sebbene a scuola vi sia stato insegnato, durante le ore di lezione di letteratura, che questi accostamenti costituiscano solo una figura retorica (la sinestesia appunto) perché non è possibile che un suono sia nero, un profumo luminoso, e un gusto appuntito, la realtà coglie di sorpresa coloro che si sono sempre attenuti a questa spiegazione.
Infatti, non solo non è corretto dire che non è possibile che un suono sia nero, ma vi sono anche persone che vedono i suoni come colorati, unitamente a delle forme astratte (chiamati fotismi), ogni volta che percepiscono uno stimolo uditivo, o che sono in grado di gustare i fonemi (parole) ogni volta che vengono pronunciate. E per queste persone, tali sensazioni forti di colore, gusto e altre risposte sensoriali (chiamati concorrenti), associate ad uno stimolo (detto induttore), costituiscono la normalità della vita quotidiana, tanto quanto è normale dire che un limone ha un gusto aspro.


Che cosa è successo a coloro che sono in grado di esperire tali percezioni?

Soffrono forse di una strana malattia? Oppure sono semplicemente delle menti fantasiose? O, peggio, mentono su ciò che dicono?
Nessuna delle domande sopra citate può ottenere una risposta affermativa che possa spiegare ciò che in realtà è un fenomeno, di nome sinestesia. Si, è nominato esattamente come la figura retorica di cui si è parlato sopra, e non è certo una coincidenza.

Vi sono delle persone che sono in grado di percepire uno stimolo in due o più modalità sensoriali, mentre normalmente esso è esperito solo nella modalità appropriata (suoni tramite l’udito, scrittura tramite la vista, gusto tramite gli organi deputati alla ricezione del sapore, e così via).


Non si tratta di una novità, sebbene la scienza abbia degnato la sinestesia di un considerevole interesse solo negli ultimi decenni, quando lo sviluppo tecnologico ha permesso di verificare la tangibilità cerebrale del fenomeno sinestesico.

Molti uomini di scienza, sin dall’antichità, hanno non solo trattato filosoficamente circa connessioni sensoriali sinestetiche, ma hanno anche tentato di riprodurre il risultato derivante dai meccanismi delle percezioni di questo tipo, cross-modali.

Non a caso la parola sinestesia deriva dal greco sin-aisthánestai, che significa “percepire assieme”; quindi già in tempi molto lontani era ben noto il meccanismo delle associazioni sinestetiche.
Tuttavia, i secoli sino qui trascorsi hanno visto la sinestesia attraversare varie vicissitudini: da mera filosofia estetica di associazione armonica tra suoni e colori a sperimentazione pratica di musica visiva (impresa in cui si cimentò anche Newton), da resoconti che la annoveravano nella lista delle malattie nel XVIII secolo a studi più approfonditi su di essa, degni di essere accreditati (grazie a Galton, dal 1880).

Il fenomeno sinestetico ha dovuto sopportare anche l’esclusione da parte del mondo scientifico, con l’avvento del Comportamentismo in psicologia; le testimonianze dei soggetti che possedevano la sinestesia non bastavano per poter studiare seriamente quest’ultima, in quanto ciò che le persone sostenevano non poteva essere passibile di verifica.

Saranno le invenzioni tecnologiche di sofisticati macchinari utilizzati in medicina, in grado di registrare l’attività cerebrale di soggetti durante le percezioni sinestetiche, ad innalzare nuovamente il livello di interesse da parte di varie branche della scienza; ed è così che oggi la sinestesia è ufficialmente considerata un fenomeno reale, a tutti gli effetti.

Nonostante la “convalida” scientifica sia giunta a partire dagli ultimi decenni del Novecento, durante tutto il secolo scorso (e, comunque, già con gli studi di Galton) l’argomento della sinestesia è stato contemplato, studiato, quasi “rivoltato come un calzino”, alla ricerca di valide spiegazioni, che hanno condotto i ricercatori a dover fare i conti con la complessità del fenomeno.
Oggi non tutte le risposte sono state date in merito al perché, al come e al dove questo fenomeno prenda forma in un individuo; nonostante gli studi abbiano coperto svariati aspetti di essa, la sinestesia è ancora in corso di analisi, date le sue mille sfaccettature e implicazioni fisiche e psicologiche.


Comunque, la base scientifica per poter esplorare nuove conseguenze e connessioni di essa con la vita quotidiana è ormai stata gettata; non resta che seguire i progressi che la ricerca scientifica ci regalerà.

[Tratto da: "Suoni colorati. La sinestesia come strumento di comunicazione", L. Donetti, 2008]


Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons

martedì 6 agosto 2013

Il Chakra Stella della Terra


Trovare il "Punto di Potere" ed Attivare il Chakra Stella della Terra

Questo è uno dei chakra cosiddetti "transpersonali", situati cioè al di fuori del corpo umano.
 

Siamo abituati a parlare di chakra seguendo il sistema di sette, cosiddetti principali, derivato dalla tradizione dello yoga kundalini.
Se ci spostiamo geograficamernte, e di poco, pero’, ci accorgiamo che in Oriente si valutano altri punti ugualmente importanti, e col senno di poi,possiamo anche dedurre che alcune nozioni hanno avuto più diffusione di altre, grazie all’attenzione umana, più che ad un’importanza oggettiva.


Se iniziamo ad apririci alla possibilità che tale sistema sia da completare,integrare,sistemando il terzo chakra all’ombelico, e chiamando il plesso solare IV, e l’area del cuore diventa il quinto chakra, ecc…

Siamo passati ad un sistema di otto chakra.

Inoltre, al cambiamento fisico dell’Uomo nel corso della sua esistenza sulla Terra,corrisponde anche un mutamento sottile, a livello energetico, che si traduce in un ampliamento del sistema dei chakra, tale da permettere ai “raggi cosmici” di essere assimilati adeguatamente.

Questo sistema ampliato propone quattro “nuovi” chakra: le virgolette sono d’obbligo, perchè se si valutano le posizioni di tali chakra, ci accorgiamo che l’antica conoscenza egizia, per esempio, si basava proprio su questi punti, disdegnati in oriente.

E arriviamo finalmente al Terra Stella.

Esso è posizionato 15 cm sotto le piante dei piedi, all’incirca, centrale rispetto ad esse. 

E’ un chakra transpersonale (al di fuori del corpo) ed inferiore (come posizione), mentre gli altri 3 sono superiori (dalla testa in su).

La sua presenza e attivazione ci permette di collegarci alle vibrazioni del Pianeta, e diventare un canale fra le energie cosmiche e le vibrazioni terrestri, così da integrarci perfettamente nella realtà, invece di essere scollegati dal sistema.
 

Questa qui sotto è una canalizzazione delll'Arcangelo Michele attraverso Celia Fenn,che trovo molto bella e veritiera riguardo il Chakra Stella della Terra.





Carissimi Operatori di Luce, mentre lavorate con queste potenti energie di Giugno e percepite il potere dentro di voi, è tempo, forse, di prestare un po’ di attenzione a ciò che noi chiamiamo il “punto di potere”. Questo “punto di potere” è quel luogo, quel momento in cui siete pienamente connessi al potere di Chi Siete, quando percepite il flusso dell’Amore Incondizionato e l’Essenza Creativa si muove attraverso di voi.



In precedenza abbiamo già parlato di questo “punto di potere”. Viene creato o trovato ponendo l’attenzione e la consapevolezza pienamente nel Momento Presente, vivendo completamente nell’ADESSO – senza riferimento a Passato o Futuro. Questo è il posto dei miracoli e della gioia, poiché vi permette di accettare qualsiasi meraviglia e sincronicità il “flusso” dell’Essenza Creativa Divina può portarvi. O… gioire soltanto del flusso della pace pura e dell’appagamento nel processo d’Essere.



Desideriamo che comprendiate che i miracoli sono inaspettati atti di “serendipità”. Questi sono diversi dalle “manifestazioni”, dove voi focalizzate l’intenzione ed attirate energia nell’atto di manifestazione. Le manifestazioni sono creazioni “attese”, che possono essere consegnate in modi apparentemente miracolosi. Un vero “miracolo”, però, accade quando un desiderio si manifesta senza alcun bisogno di focalizzazione cosciente d’intenzione. Quando questo succede, siete diventati un “creatore spontaneo”. I vostri desideri prendono forma senza alcuno sforzo. Poi, siete veramente un operatore di miracoli!



Il segreto, carissimi, se lo possiamo definire così, è il minor sforzo possibile. Essere soltanto aperti al Flusso dell’Essenza Creativa Divina. Quando questa energia fluisce attraverso di voi, la più semplice suggestione o accenno di desiderio manifesterà i suoi miracoli tutto intorno a voi. E se siete grati e giocosi (invece che esigenti ed assillanti), allora questo continuerà. Il modo più veloce per interromperlo è diventare giudicanti, critici ed esigenti. Il Flusso andrà da qualche altra parte… ama giocare ed ama la Gioia! Qualsiasi altra cosa respinge l’energia dei miracoli!



Il solo posto dove trovare quel flusso è nell’ORA. Nel momento in cui smettete di essere presenti ed entrate nel Passato o nel Futuro, siete entrati nel regno delle illusioni e della cristallizzazione. Non c’è niente di particolarmente sbagliato in questo, se è la vostra scelta, ma non ha il potere creativo di darvi miracoli o manifestazione. Vi dà solo più di ciò che già avete sperimentato. Potete creare solo dalla consapevolezza della Presenza Totale nel Momento.



IO SONO… quindi creo…



IO SONO… quindi, nella mia Vita, ricevo i miracoli con Gioia.


Attivare ed Equilibrare il Chakra Stella della Terra




Carissimi, quando migliorerete nella vostra maestria ed imparerete a manifestare e a fare miracoli, farete scorrere energie sempre più potenti attraverso la vostra nuova struttura cristallina o Corpo di Luce. Quando il “voltaggio” aumenterà, diventerete sempre più “elettrici”. È di importanza cruciale che ANCORIATE voi stessi e la vostra energia nelle griglie cristalline del Pianeta, o correte il rischio di far saltare le “valvole” nel vostro sistema!



Il modo più efficace per ancorare l’energia, è attivare completamente il nuovo “Chakra Stella della Terra”. Questo è il Chakra che vi connette al Pianeta, sia terra che oceano, e dato che più di metà del pianeta è composto d’acqua, il chakra Stella della Terra ha un grande componente “d’acqua”. Il suo colore è blu/turchese – e il miglior cristallo per lavorare con questa nuova energia è il cristallo Aqua Aurea [1], poiché contiene l’energia della Terra cristallina e dell’Acqua. Il cristallo Aqua Aurea è creato con un quarzo naturale trattato con Oro. Questo combina la chiarezza del quarzo naturale con la vitalità del Raggio Ascensionale Dorato, che produce il colore blu chiaro del Pianeta. Questo cristallo vi aiuterà a radicarvi nella matrice della Quinta Dimensione o sistema di griglie cristalline.

 



Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons

venerdì 2 agosto 2013

Scelta e uso della propria Pietra



Alcune pietre sono di grande pregio, altre sono particolarmente utili, altre ancora poco conosciute e quindi anche poco valorizzate ma tutte sono ugualmente misteriose e cariche di Energia. Fra tutte queste, per ciascuno di noi, vi è una "pietra."

La scienza che studia le associazioni tra pietre, colori e segni zodiacali è antichissima e già i Caldei, gli Assiri e gli Egiziani parlavano di corrispondenze fra pietre e segni dello Zodiaco e i Faraoni e gli imperatori romani si facevano consigliare dagli astrologi nella scelta delle pietre da indossare.
Ogni cristallo possiede un proprio reticolo cristallino in cui gli atomi occupano un posto ben definito, vibrando in modo ritmico; in tal modo gli atomi trasmetterebbero le vibrazioni dell’energia presente nel guscio più esterno dove sono gli elettroni capaci di spostamento. Queste vibrazioni possono interagire con le cellule del nostro corpo ristabilendo l’armonia alterata e "poiché la malattia del corpo fisico è un riflesso delle disarmonie energetiche dei corpi materiali e si ha la guarigione quando viene ristabilito il loro equilibrio, è evidente che è sufficiente porre il cristallo adatto nell’area di disturbo energetico e permettergli di ristabilire l’equilibrio per ottenere la guarigione di tutti i diversi corpi, da quello fisico a quelli immateriali sui quali soprattutto si manifesta l’azione dei cristalli" (da "L’energia dei cristalli" di Peter Brown)


L’Universo è un insieme di varie forme di energia da cui sono state generate tutte le possibili forme esistenti e fra questi anche i cristalli, forme cristallizzate di varie combinazioni energetiche. 

 
Generalmente chi è attratto: 



  • dall’acquamarina è introspettivo ed infonde calma.
  • dall’agata è comunicativo, pratico, ed è capace di dare agli altri sicurezza.
  • dall’ambra è di carattere dolce e sensibile, ma non ha ancora una personalità ben definita.
  • dal diamante ama il lusso, la ricchezza, il potere
  • dalla giada è piuttosto pratico e sa superare facilmente le situazioni difficili.
  • dal rubino possiede un discreto equilibrio psicofisico.
  • dallo smeraldo tende alla introspezione e possiede buone capacità di analisi.
  • dalla turchese ama la tranquillità e la calma.





Inoltre chi ha preferenza per:



  • le pietre bianche. ha carattere intuitivo e creativo, ma è anche sognatore e un pò pigro
  • le pietre gialle ha una personalità dinamica e spesso vuole imporre il proprio punto di vista agli altri
  • le pietre verdi dà grande importanza all'armonia e ai sentimenti
  • le pietre rosse ha un carattere forte e volitivo
  • le pietre azzurre ama la serenità, è disponibile ma anche un pò ingenuo. Aspira ai grandi spazi e agli ideali elevati.
  • le pietre viola ha un carattere tranquillo, meditativo ed è portato all'introspezione.
  • le pietre marroni ha un carattere ordinato e metodico. Teme di lasciarsi sopraffare dai sentimenti.
  • le pietre nere possiede magnetismo e fascino e una personalità inquieta e un pò misteriosa.







Valgono poi alcune regole generali: è preferibile portare pietre burattate cioè levigate, evitando quelle di colore rosso se si è nervosi ed irritabili, perché si diventerebbe troppo aggressivi, e le perle se si è particolarmente sensibili in quanto si tenderebbe ad immagazzinare tensioni ed angosce.

Altra regola da seguire è quella di non portare mai la pietra zodiacale corrispondente al segno precedente. Insieme alle pietre del proprio segno bisognerebbe inoltre portare anche la pietra complementare che ha l’effetto di mitigare le asprezze e gli eccessi del proprio carattere.

Inoltre le pietre (ricordando sempre che con questo termine si intendono minerali, cristalli, gemme) sono strettamente collegate ai colori perché ne assorbono e ne riflettono le energie.

Il diaspro, l’agata, il rubino e la corniola, pietre di colore rosso, hanno la proprietà di infondere vitalità e benessere.

I topazi, i quarzi citrini, le pietre gialle in genere sono utili per vincere la timidezza; infatti il giallo, colore del sole, infonde sicurezza ed energia.

Il verde è il colore che mette in armonia con la natura e le pietre verdi come lo smeraldo, la malachite aiutano a ritrovare serenità mentre le pietre blu, come il lapislazzuli e la sodalite, stimolano le attività intellettive.

Il colore turchese racchiude l’energia del giallo e la serenità del blu e le pietre di questo colore sono ideali per chi soffre di ansia e di depressione.

Le pietre viola, e in particolare l’ametista, potenziano l’intuitività.

Le pietre nere, come l’onice e l’ossidiana, infondono coraggio.

Le pietre di colore rosa infine, sono efficaci per acquistare maggiore fiducia in sé. Il quarzo rosa, portato come ciondolo al collo, in modo da toccare il chakra del cuore, aiuta a dare armonia a questo centro ma, tutte le pietre della famiglia dei quarzi, portate al collo conferiscono benessere perché purificano ed equilibrano i campi energetici del quarto chakra (il Cardiaco) e del quinto chakra (il Faringeo).





Volendo utilizzare le pietre per riequilibrare i diversi chakra è necessario seguire alcune norme fondamentali: 


PURIFICAZIONE. È di grandissima importanza purificare i cristalli prima di indossarli, liberandoli di tutte le energie che hanno assorbito sulla loro strada e che potrebbero essere anche energie negative.
Per purificarli basta lasciarli immersi, per qualche giorno, in acqua e sale in un recipiente di vetro, possibilmente nuovo, o ricoprirli di argilla pura (si vende in erboristeria).
È anche necessario continuare a purificare, di tanto in tanto, le proprie pietre dalle nostre stesse energie e dalle energie di estranei che possono averle maneggiate tenendole per qualche minuto sotto un getto di acqua fredda visualizzando una cascata di acqua e ricaricarle poi lasciandole asciugare al sole. 


ATTIVAZIONE. Il potere energetico di un cristallo si può attivare mediante il pensiero. Per attivarlo è sufficiente prendere il cristallo, precedentemente purificato, e stringerlo fra le mani, accostandolo al cuore e inviandogli una richiesta specifica di aiuto con un pensiero intenso, ma espresso in modo semplice e chiaro. Una volta che il cristallo è stato programmato per uno scopo specifico, è bene non usarlo per motivi diversi.

RICARICA. Dopo essere stato usato per alcuni giorni il cristallo deve essere ripurificato e ricaricato. È buona norma esporlo per alcune ore al sole.




Le pietre , come le piante e gli animali, fanno parte della natura e sarebbero quindi in grado di emettere energia e vibrazioni ed essendo materia allo stato di equilibrio perfetto, sarebbero capace di trasmettere influssi positivi. Bisogna però tenere sempre presente che le "pietre" non hanno alcun potere curativo proprio per cui non possono sostituire l’opera del medico o eventuali farmaci ma, secondo un concetto orientale, applicati ai vari chakra, possono agire solo per affinità vibratoria.



Alcuni cristalli avrebbero quindi un potere riequilibratorio e i minerali più adatti ad essere programmati sono: tutti i minerali appartenenti alla famiglia dei quarzi, i minerali del gruppo delle tormaline, l’ambra (anche se non è un minerale), l’azzurrite, la malachite, la fluorite, il rubino, lo smeraldo, lo zaffiro, il topazio, il diamante, lo zircone.

Anche la forma della pietra avrebbe un ruolo importante e alcune forme verrebbero preferite ad altre. 


Si ritiene che le pietre rotonde favorirebbero la fertilità, mentre le pietre quadrate sarebbero portatrici di prosperità e aiuterebbero a trovare il benessere fisico. Le pietre e i cristalli di forma triangolare, portati come ciondoli portafortuna, sarebbero invece protettrici.Le pietre di forma ovale, infine, favorirebbero la creatività.


 

Chakra e Cristalli

Ogni chakra possiede un colore che lo distingue dagli altri e sui quali una pietra del rispettivo colore riesce, attraverso queste "porte", a immettere o togliere energia a seconda delle nostre necessità. Durante le sedute di cristalloterapia non è ferrea regola la combinazione colore-chakra / colore-pietra.

1° Chakra - Muladhara - Plesso della radice

Colori: nero e rosso scuro.

Pietre: agata, diamante, diaspro rosso, eliotropo, ematite, granato, magnesite, magnetite, occhio di falco, onice, ossidiana, ossidiana fiocco di neve, quarzo affumicato, quarzo tormalinato, rubino, tormalina nera. 





2° Chakra - Svadhisthana - Plesso sacrale

Colori: arancio e rosso.

Pietre: corniola, diamante, eliotropo, magnesite, magnetite, rodonite, rubino, sugilite.




3° Chakra - Manipura - Plesso solare

Colore: giallo.

Pietre: ambra, berillo, citrino, diamante, magnesite, magnetite, malachite, occhio di tigre, peridoto, pirite, quarzo rutiliato, topazio oro, tormalina verde, zircone.

 


4° Chakra - Anahata - Plesso cardiaco

Colori: verde e rosa.

Pietre: agata muschiata, amazzonite, avventurina, crisoprasio, diamante, giada, kunzite, magnetite, magnesite, opale, pietra di luna, quarzo rosa, smeraldo, sugilite, tormalina rosa. 




 

5° Chakra - Vishuddha - Plesso della gola

Colore: azzurro e blu.

Pietre: acquamarina, amazzonite, calcedonio, crisocolla, cristallo di rocca, diamante, giada, magnesite, magnetite, pirite, quarzo rutilato, sugilite, topazio blu, tormalina blu, turchese.

 


6° Chakra - Ajna - Terzo occhio

Colore: indaco.

Pietre: ametista, azzurrite, cristallo di rocca, diamante, fluorite, giada, lapislazzuli, magnesite, magnetite, occhio di falco, sodalite, sugilite, topazio blu, zaffiro.

 


7° Chakra - Sahasrara - Centro della corona

Colori: bianco e oro.

Pietre: celestina, cristallo di rocca, diamante, fluorite, kunzite, magnesite, magnetite, quarzo tormalinato, sugilite.





Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons