Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

giovedì 10 dicembre 2015

Le persone che sanno volare...



Liberi di Essere, liberi di volare



“Piedi, perché li voglio se ho ali per volare?”
-Frida Kahlo-

Non mi importa se avete gli occhi azzurri o neri, se i vostri capelli sono biondi o bianchi, se avete una chioma folta o se siete calvi, se la vostra pelle è scura o chiara…Non vi perdono il fatto che i vostri piedi non marcino a una certa distanza dalla terra, che non siate in grado di far volare l’immaginazione, che non vi immergiate nei vostri sogni, che non sappiate volare.
Una persona che non sa volare ti ancora al suolo, ti lega, ti cuce le ali e non ti lascia sognare, non ti consente di avere la testa tra le nuvole, nel sole, nella sabbia, nelle onde. Una persona che non sa volare, non vi permette di essere voi stessi.

Cosa fa una persona che sa volare


Una persona capace di volare saprà ispirarvi, vi strapperà l’anima e il cuore, vi farà sognare, vi farà viaggiare con tutti i sensi, ballerà con voi, vi sussurrerà all’orecchio, accarezzerà la vostra pelle e la vostra mente, vi farà volare. Una persona capace di volare…

Si veste di sensibilità

La sensibilità è la protagonista costante della vita di chi sa volare. Una persona capace di volare concentrerà tutti i suoi sensi su ogni dettaglio dell’esistenza. Riuscirà ad annusare le nuvole, ad accarezzare l’odore della terra battuta, ad assaporare parole cadute dalle labbra. Si tratta di osservatori per natura, di elementi della società che generano curiosità negli altri. La loro sensibilità è estrema, ridono, piangono e si emozionano per un fiore o per una raffica di vento.

Sogna ad occhi aperti


Se vedete una persona che sembra costantemente distratta, che si lascia trasportare dai suoi sogni, ebbene quella è una persona che sa volare. Molte idee geniali trovano forma in questo stato. Sognare ad occhi aperti richiede una grande concentrazione, coraggio e voglia di imparare. Le persone che volano visualizzano il presente, il passato e il futuro e li intrecciano creando il tessuto dei sogni.

Sta bene nella solitudine

La solitudine è l’occasione per scrutare in ogni angolo della nostra anima, per scoprire chi siamo. La solitudine è la compagna di viaggio ideale quando stiamo male, perché il suo potere curativo verrà in nostro aiuto dandoci l’occasione di riflettere, di riordinare le idee. Se volate, lo saprete.


Cade e si alza di nuovo



Se una persona in volo inciampa e cade, si rialza di nuovo. Se inciampa sullo stesso ostacolo e nuovamente cade, sa che non è stato un caso, ma una scelta. Commette migliaia di errori, ma non si scoraggia, anzi impara dai suoi sbagli. Una persona capace di volare considera ogni errore una nuova opportunità.

“Nessun uccello sale troppo in alto se non con le sue ali.””.
-William Blake-

Corre rischi



Una persona che vola si diverte a correre rischi, sa che può uscirne vittoriosa e che solo in questo modo il risultato sarà eccellente. Correrà il rischio di amarvi se la lasciate entrare nelle vostre vite in punta di piedi. Vi regalerà sorrisi, baci e abbracci, accarezzerà i vostri rischi e vi insegnerà a viverli.

Insegue le sue passioni


Una persona che vola è una persona capace di seguire le sue passioni. Lotterà per ciò che le fa battere davvero il cuore, e non smetterà mai di inseguirlo. Quando una persona capace di volare si appassiona per qualcuno, lascerà che tutti i suoi sensi volino, soffrirà, piangerà, riderà e vivrà. Si lascerà guidare dal proprio cuore. Se lo sente battere, si getterà su quelle cose che lo fanno battere più forte e più veloce. Se prova dolore, le lascerà andare, con tristezza, ma con convinzione.

Se anche voi volate, vi accorgerete che quando si sogna, i giorni, le ore, i minuti, i secondi non hanno alcun senso. Un’ora sarà un secondo, una settimana un secolo. Ma in ogni istante sarete consapevoli di tutto quello che avete fatto, saprete che è valso la pena vivere quel momento. Il tempo è relativo quando si vola, l’unica cosa da fare è spiegare le ali e farvi trasportare.

Non fatevi scappare le persone che rendono il mondo un posto migliore



Le persone che rendono il nostro mondo più bello sono quelle che restano, ovvero quelle che ci confortano, che ci strappano sorrisi, che ci tranquillizzano e ci aiutano ad essere forti nella vita. Con queste persone i rapporti sono solidi, consistenti e leali.
Le persone buone sono quelle sincere, quelle che stringono la mano e quelle che quando guardano negli occhi, arrivano fino al cuore. La loro sola presenza emoziona perché rispettano, perché non giudicano e perché si assumono sempre le lororesponsabilità. Per questo sono le persone che rendono il nostro mondo più bello.

Abbiatene cura e cercate di non perderle, non permettete loro di andarsene, non allontanatele dalla vostra vita. Non fate l’errore di abbandonarle quando qualcosa vi tormenta o quando hanno bisogno di voi. Restate, perdonate e dimenticate.

Tu mi piaci



Ci sono persone che ci piacciono. Non c’è una ragione concreta, magari perché ci ispirano fiducia e piacere. Sono rapporti veri e sinceri che si coltivano attraverso piccoli dettagli. Sono quei rapporti che possiamo alimentare con sguardi di complicità e piccoli gesti, ogni dettaglio, infatti, diventa una grande opera.
Solitamente questi sentimenti sono reciproci e dettati da certe regole non scritte. Tuttavia, molte volte dimentichiamo che i “ti voglio bene” vanno detti e che la riconoscenza è il cibo migliore per l’anima.
Alla fine ti rendi conto che le cose più piccole sono le più importanti. Le chiacchierate alle tre di mattina, i sorrisi spontanei, le foto disastrose che ti fanno ridere a crepapelle, le poesie di dieci versi che ti strappano una lacrima. I libri che nessuno conosce, ma che diventano i tuoi preferiti, un fiore tra i capelli, un caffè bevuto da solo… Tutte cose che valgono davvero la pena, le cose più piccole che scatenano emozioni gigantesche.
Da “Entre letras y cafeína”





Ecco che spesso trascuriamo cose di vitale importanza come la dimostrazione di affetto e l’attenzione alle necessità emotive dei nostri partner o dei nostri cari in questo ballo che è la vita.

Quello che si trascura si perde



Si dice che la durata dell’amore dipenda da come ce ne prendiamo cura e ce ne prendiamo cura tanto quanto lo vogliamo. Quindi, anche se siamo umani e a volte facciamo degli errori che possono portare a degli equivoci nei nostri rapporti, la cosa certa è che non possiamo permetterci di lasciarci scappare le persone che valgono.
Sfortunatamente, spesso ignoriamo persone importanti per pura apatia, per mancanza di tempo o per una nota di disinteresse tinta di egoismo. Di solito facciamo l’errore di non dedicare il tempo necessario a “dimostrare” a quelle persone quanto sono importanti.
Così, è probabile che qualche volta abbiamo avuto la sensazione che qualcuno ci avesse messo da parte e siamo impazziti cercando di capire cose stesse succedendo. Questa sofferenza è inutile e possiamo evitarla in tanti modi. Vediamone qualcuno:
  • In genere, sono sufficienti alcune parole che ci facciano capire che l’assenza o la distanza non significano necessariamente che ci hanno dimenticati e che nonostante l’abbandono temporaneo, queste persone sono sempre presenti.
  • Dimostrare di tenere a qualcuno è una cosa che richiede tempo e servono molte attenzioni per costruire una relazione sana lontana da dipendenze e da eccessi emotivi.
  • Ogni mattone dev’essere preparato e posizionato con assoluta sincerità, senza forme di egoismo né secondi fini. Dobbiamo tenere in considerazione il fatto che non bisogna creare necessità, nemmeno quella della compagnia.
  • Questo processo avviene attraverso la comunicazione e l’espressione sincera sia dei nostri pensieri sia dei nostri sentimenti. Ovviamente, dobbiamo avere ben chiaro che siamo noi a sentirci così, non la persona che abbiamo davanti ad essere responsabile del nostro malessere o anche del nostro benessere.
Se ci sentiamo a disagio, bisogna farlo presente senza accusare nessuno e cercando di capire che i problemi si risolvono in due. Questo farà sì che la relazione non si raffreddi inutilmente e che si rafforzino la fiducia e la sincerità.
  • Le relazioni hanno bisogno di tempo e di esperienza per alimentarsi, crescere e stabilizzarsi. Se smettiamo di dedicare del tempo ai nostri rapporti, dimostreremo mancanza di interesse e, di conseguenza, allontaneremo le persone che riteniamo molto importanti per noi.
Non possiamo lasciarci scappare le persone che rendono il nostro mondo più bello. Con loro possiamo essere noi stessi in tutta la nostra essenza e in totale libertà, una cosa magnifica come insolita. Per questo, cari lettori, vi consigliamo di prendervi cura e di arricchire le vostre relazioni e di farlo sempre in nome della più assoluta sincerità.


Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons

Immagine: Michela Marini