Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

venerdì 3 ottobre 2014

Demistificare la New Age : Kryon canalizzato da Lee Carroll


Demistificare la New Age, 1

Kryon canalizzato da Lee Carroll

Tucson, Arizona - 18 Gennaio 2014

Canalizzazione dal vivo










Salve, miei cari, Io sono Kryon del Servizio Magnetico.

Ancora una volta il mio partner si fa da parte così da migliorare la purezza del messaggio. Dico questo perché anche lui sta vivendo una differenza nell’energia spirituale rispetto a ciò che ha sperimentato per ventitré anni. Anche il processo della canalizzazione si sta modificando. Infatti, se la canalizzazione è un messaggio che proviene dall’apertura del portale della pineale e se è vero che l’energia del pianeta sta iniziando a sostenerla, ciò significa che la porta di comunicazione andrà allargandosi. Ci sarà una ben maggiore trasmissione nella Terza Lingua rispetto a un tempo, sia per chi ascolterà [le registrazioni] sia per chi leggerà la trascrizione. È presente un’energia multidimensionale che convoglia messaggi ben oltre una comunicazione verbale o scritta, e ciò vale anche per il messaggio che state ascoltando in questa sala. Ci sarà davvero molto dentro di esso quando ne cominceremo a parlare.

Ogni Umano in questa sala, e tra chi legge e ascolta questa comunicazione, ha un suo sentiero di vita del tutto unico. Nessuno di voi è uguale a un altro. Potreste ora pensare che questo è un puzzle davvero complesso, tuttavia non lo è per lo Spirito, perché la totalità di tutti voi insieme si combina in un’unità (oneness). Sembra un puzzle quando gli attributi di uno aiutano gli altri seguendo un modo che non vi è affatto familiare. Per voi è quindi complicato ragionarci sopra, ma non così per noi. Si tratta di un’energia dolce e benevola, e intenzionale.

Quindi, caro guaritore, io so chi c’è qui e so chi sta leggendo e ascoltando. Se stai vivendo problemi o differenze nella tua comunicazione con lo Spirito, ora sai perché. Quando le tubazioni si allargano la pressione dell’acqua può diminuire, ma la portata resta la stessa. La dinamica di ciò che ricevi come informazioni canalizzate e come energia di guarigione va aggiustata in modi forse inaspettati. È necessario per ottenere gli stessi risultati o anche di migliori. Sappi che non peggiorerà nulla. Capisci? Questo è il piano. Un più ampio portale ti permette di ricevere le stesse informazioni con una purezza che in passato non c’era. Invece che in sprazzi veloci di pensieri intuitivi, c’è ora un rallentamento così che tu possa vedere e usare meglio le informazioni.

2014 – Un nuovo inizio

Il 2014 ha una nuova energia, e inizia anche a svilupparsi la capacità della vecchia anima di operare sul pianeta meglio di prima. Questa è l’energia che tu, come vecchia anima, stavi attendendo. È l’inizio del tuo tempo ma ci vorrà ancora un po’, e alcuni di voi non lo percepiranno perché i vostri sensi devono riallinearsi. In generale, tuttavia, tutti voi dovreste avere la sensazione che quest’anno sarà molto diverso da quello passato. Dovete poter prendere un profondo respiro e dire: «Sono proprio contento di essere nel 2014 e sento che è diverso.» Non ripetetelo solo perché qualcuno ve lo ha detto, ma servitevi del vostro innato, usate la vostra intuizione per verificare com’è.

Iniziamo, quindi, una serie di canalizzazioni – e non diremo al mio partner quando le faremo – sul demistificare [1] la new age. Nel corso di questa comunicazione vi dobbiamo dire che qualcosa potrebbe anche essere molto offensivo. Ciò è particolarmente vero per quegli insegnanti che non cambiano facilmente modo di pensare. Gli era stata insegnata una cosa in un certo modo che per loro funzionava, e quindi... perché cambiare?

Per un momento vorrei rivolgermi agli insegnanti. Miei cari, nella vecchia energia precedente il 2012, tutto quello che ricevevate passava attraverso un filtro, il filtro scuro della vecchia energia. Quindi molto con cui vi trovavate a operare erano metafore, e non informazioni dirette. Voi, poi, le rendevate lineari e le trasmettevate al vostro meglio. Nessuno le ha ricevute sbagliate. Facevate semplicemente del vostro meglio con quello che avevate. Ora, però, quando togliete questo filtro e vedete di cosa si tratta veramente, è possibile che abbiate un’esperienza “a-ha!”. Vi prego di capire che questa comunicazione è un dono, e non vi è alcun giudizio. Si tratta, invece, di un invito per voi ad aprire gli occhi in un nuovo e più luminoso spazio e dire: «Ah, è diverso da come mi è stato insegnato.» Celebrate questa nuova chiarezza e poi insegnate ciò che ora capite.

Cominceranno a esserci alcune nuove informazioni a chiarimento di ciò state facendo e cambieranno certamente un po’ il paradigma sul come pensavate di controllarlo. Sarà un po’ diverso. È come quando si legge il testo di una canzone e ci si rende conto che le parole che si cantavano non erano quelle! La melodia resta identica, ma le parole sono ora più chiare. È così. Forse avete cantato una canzone, avete insegnato una canzone, ed era una canzone che vi piaceva proprio, ma ora vedendo e leggendo le parole scritte all’interno della copertina, vi scappa un “Ops!”. Allora, fate un profondo respiro e ditevi: «Ok, va bene; ora mi è più chiaro e lo insegnerò diversamente, e meglio!»

Molto spesso, gli Esseri Umani prendono una tale situazione e la rivoltano contro la loro auto-stima, guardano indietro alla loro vita passata e dicono: «Ho sbagliato e, quindi, ho fallito.» Capite, miei cari, che questo è un modo d’insegnare della vecchia energia? È qui che la coscienza della vecchia energia interferisce “correggendo” insegnanti e intuitivi. Si tratta di percezione... della percezione della vostra magnificenza.

Uscire dalla linearità

La prima cosa che vogliamo dirvi è invitarvi a cercare di desingolarizzare le cose. Tutto ciò che avete è lineare, quindi tutto s’inserisce entro questo modello. Lo abbiamo detto anche in passato: gli Esseri Umani vivono nelle 3D e, pertanto, tutto viene percepito in 3D. In generale, voi cercate sempre di allineare ogni cosa in modo che si conformi alla percezione che avete della vostra realtà. Tutto quello con cui lavorate deve soddisfare la linearità ed essere compartimentalizzato. Anche se alcuni concetti che ricevete dallo Spirito sono, ovviamente, non lineari, voi li ri-sistemate in modo lineare per sentirvi bene. Un angelo è UNA entità. Dio ha UNA voce. C’è UNA dieta per tutti. C’è UN solo modo di adorare, di pregare, di vedere Dio. C’è UNA sola retta via. C’è UN solo voi, ed è tutto dentro nel vostro cervello. (E quest’ultima è una cosa proprio buffa, se solo sapeste la verità.)

È molto più complesso di così. Permettetemi di essere più specifico, così che possiate capire di cosa sto parlando. Lo Spirito ha sempre parlato all’umanità in codice. Se avete letto i Libri dei Profeti della Sacra Bibbia, i versi sono in codice. Nostradamus scrisse le sue quartine in codice così che gli amici non sapessero di cosa parlava, poiché anche lui riceveva dallo Spirito i messaggi sul futuro in codice. La vera profezia spirituale è sempre stata data in una sorta di metaforica codifica, anche i messaggi più profondi per il pianeta. I popoli indigeni li ricevevano e trasmettevano nello stesso modo. Arrivano sempre in metafore... sempre in metafore.

Come può un Dio multidimensionale parlare a un Essere Umano che vive in una dimensione a un digit? La risposta è: tramite metafore. La vostra parola metaforasignifica usare parole o immagini diverse che richiamano per similitudine il vero significato; ciò serve a chiarire e farsi meglio comprendere, specialmente se non si parla la stessa lingua. Vi siete mai trovati a dover comunicare con qualcuno che conosce solo poche parole della vostra lingua? Vi servite di gesti, suoni e parole che si possano comprendere e poi convertire in ciò che intendete veramente. È in questo modo che lo Spirito opera da sempre con voi.

Eppure alcuni insegnanti, specialmente quelli di un tempo, hanno preso le metafore in senso letterale e le hanno insegnate come fatti. Dopotutto, “l’ha detto Dio”. È una cosa comune, e lo sapete tutti. I sette giorni che ci sono voluti per creare la Terra, non sono affatto sette giorni. Furono sette dispensazioni di grazia e benevolenza, dove le cose furono create in un modo che ha senso, e il risultato fu la creazione di un pianeta divino e della vita su di esso. Questo è solo un esempio di ciò di cui stiamo parlando. Ora voi vedete che c’è del buon senso in questo, e riuscite a capire ciò che lo Spirito intendeva veramente. È quindi ora giunto il momento di incominciare ad applicare questo stesso buon senso ad alcune delle cose di cui sentite parlare ogni giorno della vostra vita spirituale, o che vi è insegnato nell’ambito della vostra metafisica. Ciò include sia cose più in generale quanto i dettagli minori. Dopo tutto, sono proprio i dettagli minori che vi confondono.

Un esempio

Ecco un piccolo esempio. Ogni volta che vedete la parola cristallino associato con qualcosa di spirituale, che sia la griglia o un pianeta o un’entità, sappiate che è unametafora. Con ciò si intende qualcosa che mantiene la vibrazione o la memoria.Quindi, per esempio, quando in una canalizzazione si dice che un angelo di cristallo è portatore di messaggi, voi vi fate subito l’idea di un angelo fatto di cristallo. Poi date a questo angelo-pietra (rock-angel) un nome, e nel giro di poco qualcuno inizia ad adorarlo e vi trovate con piccoli pezzi di cristallo con ali che assomigliano ad angeli. Naturalmente, qualcuno poi inizierà a canalizzare l’angelo cristallino con cristalli su tutto il palco. Capite cosa sto dicendo? Il messaggio originale intendeva qualcosa di completamente diverso. Vorrei che voi incominciaste a capire che i messaggi canalizzati, compresi i miei, sono spesso metaforici. Raccontano una storia molto più grande di quanto un messaggio solo lineare possa mai fare, dato che “aprono la mente” a moltissimi altri elementi di verità. È per questo che utilizziamo anche molte parabole.

Un angelo di cristallo è un gruppo angelico (tutti gli angeli fanno parte del “brodo di Dio” e nessuno di loro è a sé stante) che ha il compito di immagazzinare le informazioni o la vibrazione che “ricorda” chi voi siete e forse anche la vostra Akasha personale. Questa presenza angelica vi aiuta lungo il cammino richiamando ciò che avete appreso nelle incarnazioni passate. È un benevolo aiuto per agire insieme alla vostra magnificenza. Non vi piace che sia così piuttosto che una pietra con le ali?

Un pianeta cristallino non è assolutamente un pianeta. Sarebbe un “luogo di immagazzinamento” per ogni tipo di anima, e che potrebbe rientrare nel sistema di andata e ritorno dalle incarnazioni. Si tratta di una metafora che intende dove si immagazzinano e ricordano le cose multidimensionali. L’immagine di “pianeta” è solo per voi, dato che non riuscite a concepire com’è veramente un magazzino quantico multidimensionale. Capite? È una metafora.

Le informazioni che vi darò ora in questa nuova energia sono date in modo da chiarire le cose, e non per rendere la vita più difficile. Se applicate la regola del “cercare la metafora” a molte cose che sembrano non aver senso, inizierete a capire Dio molto meglio. Vi aiuterà a demistificare certe espressioni che vi sono state insegnate in passato.

Sì, ci sono alcune cose in particolare, e sono classiche, ma se ve ne parlassimo potremmo urtare la sensibilità di chi le ha insegnate diversamente, quindi non lo faremo. Non lo faremo. Vi diamo, invece, degli spunti per esaminare le cose da voi stessi e quello a cui potreste “restare aggrappati” come dottrina o una verità ben diversa dal vostro pensiero. Questa è solo una delle cose che vi chiediamo: avere buon senso. È esistito il Giardino dell’Eden? Potrebbe essere una metafora per Gaia? E il serpente parlante? Potrebbe forse significare un’altra cosa? Sapete che il serpente, presso certe popolazioni tribali, è un messaggero di saggezza? Quando inizierete a vedere un’incredibile verità in alcune di questi antichi racconti, vedrete l’amore di Dio con maggiore chiarezza e ciò inizierà a demistificare la mitologia di cui siete circondati.

La Separazione

Basta separare le cose! Comprendiamo che per gli Esseri Umani sia assolutamente normale separare le cose. Separate per istinto di sopravvivenza e di questo ne abbiamo già parlato. Vi abbiamo già detto che la maggiore differenza tra la vecchia e la nuova energia è che la vecchia energia separava e sopravviveva perché camminavate nell’oscurità. La nuova energia, invece, tiene la luce accesa e ora potete vedervi l’un l’altro. Non c’è più ragione di separare perché non si ha paura degli altri. Li vedete! Quindi, riconciliatevi. Comunque, questo è più facile a dirsi che a farsi. La modalità di sopravvivenza della vecchia energia è una delle cose più difficili da riscrivere. Osservate ciò che ha in comune la vecchia energia di sopravvivenza. Ha paura che gli Umani si riuniscano in modi nuovi. Avete mai sentito le frasi qui sotto?

Il telefono è uno strumento diabolico.

La televisione corromperà le menti dei ragazzi.

Internet è l’avvento dell’Anticristo.

Facebook deruba i giovani delle loro abilità sociali.

Ognuno di questi è una rivoluzione sociale che porta il mondo ad avvicinarsi; ma la modalità di sopravvivenza della vecchia energia è temerli tutti.

Vorrei che cominciaste a praticare modi di stare insieme che neppure vi aspettavate. Ecco ora un esempio, che non vuole offendere o urtare la sensibilità di nessuno. Siete un occidentale e incontrate un uomo che indossa un copricapo. Vediamo ora un modo di pensare basato sulla sopravvivenza.

La modalità di sopravvivenza – Il copricapo indica subito il suo sistema di credo, forse anche da dove viene, il suo retaggio culturale, e magari anche la lingua che parla. Secondo la vostra percezione, poiché non lo conoscete veramente, è anche facile che questa persona non vi piaccia. Dopotutto, voi avete il capo scoperto. Allora, cosa fate? Di solito, prendete un’altra strada. Viene forse dal Medio Oriente? In Medio Oriente molti portano un copricapo. Fatto sta che tutto nel vostro corpo, tutto quello che il vostro cervello ha imparato, vi farà separare da lui. Il cervello comincerà a ragionare e razionalizzare: non avete nulla in comune con lui; se intavolate una conversazione finirà malamente perché egli non crede in ciò in cui voi credete; e neppure voi credete in quello che lui crede; inoltre non vi starà ad ascoltare. Lui pratica ciò che il suo retaggio gli ha insegnato. Voi non ne sapete molto, ma vedete che segue solo quello che gli è stato insegnato. Voi siete liberi di non indossare un copricapo, lui invece no. Capite? La modalità di sopravvivenza vi separa e lo giustifica secondo la vostra vecchia percezione che vi spinge ad agire in tal modo. Cambiate strada. Questa è separazione... è sopravvivenza. Vi ci vorrà un gran cambiamento nel pensare a come funzionano le cose per modificare questo atteggiamento.

Il nuovo paradigma – Miei cari, ora ragionate così. Incontrate un uomo con un copricapo. La vostra mente non pensa affatto secondo una modalità di sopravvivenza. Fa attenzione, invece, se avete qualcosa in comune. In realtà, questa è una nuova modalità di sopravvivenza, dove intuitivamente capite di dovervi connettere e non separare. L’intuizione si attiva ed ecco cosa vi dice. Quest’uomo indossa un copricapo perché è il suo modo di onorare il Dio interiore. È la sua cultura, ma lo fa apertamente così che gli altri sappiano che crede in Dio. È così anche per voi! Quest’uomo onora talmente il suo Dio da non temere cosa pensa la gente di lui vedendogli quel copricapo. Vi somiglia un po’, perché anche voi non avete paura di ciò che la gente pensa. Avete qualcosa in comune con questa persona, poiché entrambi amate lo stesso Dio. Ecco cosa succede poi. Pensate che lui si aspetti che voi cambiate strada? È tutta la vita che indossa un copricapo in una società che non lo fa. Sa come di solito si comportano verso di lui, lo ha visto più volte. Voi, invece, cosa fate? Gli stringete la mano. Lo guardate negli occhi. Gli sorridete, e salutate il Dio in lui e il Dio in voi. Avete questo in comune. Non dovete parlargli. Non dovete neppure diventare suo amico.

Quale potrebbe essere la sua reazione? L’uomo vede una persona equilibrata che non fa caso al suo copricapo. Non chiede perché, sa solo di aver incontrato un Umano gentile ed equilibrato! Capite cos’è appena successo? Non solo voi avete cambiato il vostro paradigma, ma anche il suo! Forse continuerà la sua strada meno pronto a pensare che quelli che si definiscono esoterici cambiano strada. Questo è l’inizio di un insieme di regole del tutto nuove, e potremmo estendere esempi di questo tipo all’infinito. Potremmo parlare di nazioni e di ciò che potrebbero fare, vedendole lavorare con ciò che hanno in comune invece che basarsi su una lunga storia di separazione.

Il nuovo paradigma richiederà un nuovo tipo di sopravvivenza: una modalità di sopravvivenza benevola. Nel sentire queste cose in questa canalizzazione forse dite: «Oh che bello! Che bel concetto, Kryon.» Poi uscite di qui e ve ne dimenticate. Quello che io vi chiedo, cari new-age, è di praticarlo. Vi sfido a farlo. Che ne dite? E il motivo per cui io so quanto ciò sia importante, è perché io vedo cosa succederà. Posso vederlo perché l’ho già visto in altri luoghi e in altri mondi. Il potenziale è davvero forte tanto da essere una certezza. Non è predire il futuro quando si sa che il potenziale è prossimo al 100%. È forse predire il futuro affermare che se fate un salto in aria poi ricadete a terra? No, è il potenziale noto di come le cose funzionano intorno a voi, come la forza di gravità.

Osservate cosa accade quando vi aprite alla nuova percezione di non separare gli altri da voi. Non si tratta solo di un uomo con un copricapo, si tratta del vicino che non crede a ciò in cui credete voi. Si tratta di chi voi evitate. Si tratta di quello che cambia strada quando vi vede arrivare. È possibile che abbiate in quel momento di sincronicità l’occasione di dire “salve!” a quella persona? Fate qualcosa di imprevedibile! Salutatelo gentilmente, con il cuore, e poi proseguite. Ci penserà a lungo. È capace di fare questo il Dio in voi? La risposta è: sì!

Miei cari, per questo ci vuole impegno. Quando iniziate a cambiare voi stessi, come vi comportante e come reagite alle situazioni, state riscrivendo lo stato di umano, non è così? State riscrivendo la vostra natura Umana di fondo. È questo che siete invitati a fare. Mai nella storia della spiritualità Umana – da quando ci fu l’inseminazione del pianeta – le cellule del vostro corpo sono state più recettive di adesso all’idea di un cambiamento di comportamento, di ciò che funziona o non funziona. Lo ripeterò nuovamente: il nuovo equilibrio sul pianeta è il paradigma di sopravvivenza equilibrata. Saranno le persone equilibrate ad essere viste come forti. Saranno loro a sopravvivere al caos del cambiamento intorno a loro. Saranno loro a portare la pace sul pianeta.

Il nuovo equilibrio

In passato, erano le persone frenetiche che attiravano maggiormente l’attenzione e ottenevano ciò che volevano. Ora, invece, queste stesse persone saranno viste come bambini esagitati che si comportano male. L’umanità lo vedrà e cercherà, poi, l’equilibrio. Persone, affari e sistemi spirituali cercheranno un equilibrio che abbia sia senso spirituale che buon senso. La New Age può essere definita anche l’esoterico. Sul pianeta ci sono luoghi dove il termine New Age significa setta. Quindi, nelle mie canalizzazioni, New Age sarà sostituita con la parola esoterico. Userò, pertanto, questi due termini in modo intercambiabile. Lo dico così che possiate capire il significato di quel che segue.

Aiutanti benevoli

Sono in molti che canalizzano dei bellissimi gruppi di entità esoteriche. Alcuni nomi di questi gruppi sono ben noti perché gli Umani li canalizzano da tempo. Vorrei proseguire citando alcuni dei gruppi di cui parlerò fra breve. Lo faccio con grande amore e senza alcuna intenzione di offendere qualcuno o far sentire in errore un qualche Umano. Piuttosto, dico questo per aprire la possibilità che ci sia qualcosa di più grandioso di quanto viene insegnato. Molti di questi gruppi vengono canalizzati e sono stati scritti molti libri su di loro. Parliamo degli Arturiani, dei Siriani, di quelli di Orione e anche dei Pleiadiani. Ne ho citati quattro, ma sono molti di più. Però molti hanno idee confuse su chi sono questi e su cosa pensare al riguardo.

Io so come pensano gli Umani. Viviamo con voi! Vi teniamo la mano nelle difficoltà; piangiamo con voi; ridiamo con voi e siamo per voi supporto. Quando si presenta un canalizzatore con informazioni che vi risuonano, siete interessati! Forse canalizza quelli di Orione [per esempio], e un Umano può dire: «Li sento familiari! Queste informazioni mi piacciono proprio.» Poi le abbraccia e vuole ascoltare solo loro. Quando qualcuno gli chiede: «Beh, come ti sembrano gli Arturiani?» Rispondono: «Mah, non li conosco. Non li ho mai sentiti. Ho ascoltato solo questi di Orione e loro sono quelli veri, perché sono quelli con cui io risuono. Sono loro che mi aiutano.»

Queste parole rappresentano al meglio le 3D Umane. Capite cosa avete fatto? Avete escluso gli altri per UN gruppo che è arrivato per primo o con il quale siete in risonanza. Questo è ciò che fa la modalità di sopravvivenza: separa ed esclude. Le religioni organizzate lo hanno fatto per anni, facendo del pianeta un luogo dove c’è UN DIO e migliaia di “caselle” di separazione. Non è sensato. Voglio demistificare i gruppi esoterici che ho citato. È ora, Umano esoterico, di vedere la bellezza del sistema perché la New Age stessa si è compartimentalizzata e separata dalla magnificenza della verità.

Tutti quelli di cui ho parlato hanno una cosa in comune, carissimi. Voglio partire dell’inizio. Inizierò con la storia della galassia e un bellissimo racconto che forse avete già sentito da altri o da me. È una delle storie più belle che possiamo raccontarvi.

La storia della vostra Galassia

In un tempo lontano fu creata una galassia, e fu colmata dall’amore di Dio. La fonte creatrice che l’aveva creata aveva un benevolo sistema vecchio di miliardi di anni, e più che tempo a disposizione per permettere lo sviluppo di milioni di pianeti di ogni tipo. La fisica di questa galassia fu predisposta per il completamento, l’equilibrio e la vita. La sua fisica non era nata per caso, come potreste pensare, ma piuttosto con un fine benevolo. Quando i pianeti si raffreddavano e sviluppavano la vita, un pianeta alla volta avrebbe avuto la scelta di essere inseminato di spiritualità. Ogni pianeta avrebbe avuto un Umano con un DNA leggermente differente e sarebbe partito un test della durata di migliaia d’anni. Il test avrebbe mostrato se, nel corso dell’esistenza, avrebbero scoperto il Dio dentro di sé, il sistema di una creazione benevola. Se lo avessero scoperto, avrebbero avuto il permesso di entrare nello stato di ascensione,dove il fisico si fonde, di fatto, nella realtà multidimensionale.

Ci vogliono migliaia di anni per diventare un pianeta asceso. Nel corso di questo processo, ogni civiltà si avvicina sempre più alla fonte creatrice di tutte le cose. In questo processo, a ognuna di esse viene chiesto poi di scegliere un altro pianeta della galassia, lontano dal suo, e inseminarlo con il suo sacro DNA. Mi state seguendo? Questo è il sistema. Per libera scelta, gli Umani del pianeta scelto sono dotati del germe della conoscenza di avere un’anima e la capacità di distinguere la luce e l’oscurità, e iniziando così il loro puzzle di scoperta.

Qualcuno potrebbe chiedere: «Allora, Kryon, da dove vengono i primi semi?» Vengono dal centro, dal Grande Sole Centrale, l’origine, cioè ciò che chiamate Dio, la fonte creatrice ovunque presente. I singoli particolari non sono importanti. È di gran lunga più importante trovare aria pura da respirare che non chiedere da dove viene l’aria [metafora].

Ciò che per voi è importante sapere è che nella Galassia avete dei parenti! Primo, vi assomigliano molto. Due, hanno un DNA molto simile al vostro. Chiariamo questo punto: questa è un’informazione che vi abbiamo già dato, e dovete ascoltarla nuovamente solo per non dimenticarla. Quando inizierete a scoprire delle semplici forme di vita nel vostro sistema solare e oltre, scoprirete che sarà comune una struttura simile a quella del DNA. Scoprirete che, nella galassia, il vostro pianeta non è il solo in un processo di creazione e sviluppo della vita. Infatti, l’evoluzione di un pianeta si svolge in una sua unicità per via delle sue differenze ambientali; tuttavia, alla base, il DNA è la naturale evoluzione di una vita complessa e i suoi aspetti biofisici rientrano nel modo in cui la vita evolve ovunque nella galassia. Non è specifico della Terra.

I vostri parenti di questi altri mondi sono umanoidi, e vi assomigliano. Alcuni sono più grossi per via dell’alimentazione o delle caratteristiche gravitazionali e altri sono più piccoli. Ma non sono spaventose creature con quattordici occhi e tre braccia dalla voce stridula. La cosa più grande che un giorno scoprirete, sarà che c’è una vita come la vostra dappertutto. Ti dirò, carissimo, che quando lo scoprirai e ti accorgerai di cosa significa, capirai tutto sul disegno intelligente e riconoscerai una benevolenza verso l’intera galassia e il tuo pianeta che agisce affinché le cose siano le stesse, ovunque.

Potete immaginare una civiltà nascente miliardi di anni fa? Un pianeta, il primo, inseminato con la conoscenza di Dio? Potete immaginare un pianeta così? Per il momento non ha nome e non hanno neppure nome i suoi abitanti, o la razza o qualunque altra cosa. È stato molto tempo fa. Ci sono voluti milioni di anni ma, a dispetto di tutto, ce l’hanno fatta. È una storia, comunque, che tutti noi conosciamo e amiamo. Questo fu l’inizio, e che magnifica storia! Parla di quel che passarono e come inseminarono un altro pianeta, uno solo: nell’infinità del cielo stellato come una spiaggia sabbiosa che si estende fin dove arriva l’occhio, solo un granello venne scelto [metafora]. Lo scoprirono e lo inseminarono; voi non conoscete neppure questo mondo, perché è stato in un tempo lontanissimo. Questo pianeta, del resto, non ce la fece e così ne inseminarono un altro. Anche questo non ce la fece e passarono a un altro ancora. Questo terzo lo realizzò. Anche di questi ultimi non conoscete il nome. È stato tantissimo tempo fa.

Di media, per un singolo pianeta occorre circa un milione di anni dall’inseminazione alla promozione. Come vi fa sentire saperlo? Vorrei chiedervi una cosa: nello schema dello sviluppo spirituale, in quale anno pensate di essere? Avrebbe senso se dicessi nel primo anno? Ebbene, c’è molta strada da fare!

Ma vorrei dirvi una cosa: avete oltrepassato il momento decisionale, il punto in cui gli Umani di un pianeta cominciano lentamente a capire cosa stanno facendo e qual è la meta. Questo fa scattare l’orologio. Non sentitevi tristi per questo. «Beh, Kryon, pensavo che sarebbe successo nel giro di qualche generazione.» Davvero? Pensavate di poter andare in giro tutti quanti come luce nel giro di poche generazioni? Un paio di generazioni? Ci sono persone che lo credono veramente. Iniziate a usare il buon senso.

La buona notizia, miei cari, è che tutto quello che avete passato sul pianeta per oltre 30.000 anni, tutto quel faticare nella vecchia energia, è finito. È per questo che siete arrivati qui, e un’altra buona notizia è: non importa quanto tempo ci vuole, voi state prendendo personalmente parte a tutto questo! Sì! Nessuno di voi si “perderà il finale” di questa splendida vicenda! [metafora]

Ogni singola vita sarà d’ora in poi in questa nuova energia. Quando tornerete come nuovi Esseri Umani fra quattro vite, diciamo fra 300 anni, vi risveglierete (rinascerete) in modo diverso. Quando aprirete gli occhi, non solo riconoscerete vostra madre ma riconoscerete la Terra! Nel giro di pochi giorni la vostra mente vi dirà bentornato! Anche se neonati, non appena gli occhi riusciranno a mettere a fuoco, ricorderete: «Questa è una tazza. Questo è cibo. Ehi, questa è l’entità che ha sposato la mamma.» Lo capirete. Forse camminerete dopo un mese o due, o anche prima. Non dovrete imparare a leggere (a meno che non sia una lingua che non avevate ancora imparato). Queste cose ve le abbiamo già dette. Cercatele. Non vi sembra logico che non si debba sempre reimparare tutte le azioni Umane elementari? Piuttosto, è ora di ricordale!

È questo che l’evoluzione spirituale creerà. Ci saranno delle corsie preferenziali di cui ancora non vi abbiamo parlato. Torneranno dei maestri, ma voi non li vedrete come maestri; li vedrete come inventori. È giusto così e a loro non importerà, perché porteranno sul pianeta delle invenzioni multidimensionali che vi permetteranno di conoscere lo schema base della materia. Ora per voi questo non ha alcun significato, ma immaginate con me. Capite che se conoscete lo schema base della materia, allora potete progettare la materia? Se aveste la tecnologia che riconosce questi schemi, usandoli potreste perfino modificare la massa. Come le cellule staminali del corpo, anche la materia ha uno schema base.

Chiedete a un fisico, non accettate semplicemente le mie parole. Chiedete a un fisico: «Sarebbe possibile, avendo gli strumenti e le conoscenze, replicare la struttura atomica?» Sì. Vi dirò che sarebbe possibile, e voi potreste farlo perché non ci saranno guerre, distruzioni o epidemie che potrebbero trattenervi dal farlo. Capite come funziona? È una nuova modalità di sopravvivenza. Più cooperate e cercate di vedere il “Dio interiore” degli altri, più vi è dato come pianeta e più fate progressi.

Miliardi di anni fa, un pianeta ha fatto strada un altro pianeta per milioni di anni e qualche rivoluzione galattica. [Dato che tutti i pianeti e le stelle girano intorno al centro galattico alla stessa velocità, tutta la vita intelligente della galassia ha una costante per misurare il tempo. Ogni sole, e ogni pianeta che gira intorno a un sole, ha il medesimo tempo quando misurato in rivoluzioni o parti di rivoluzione rispetto al centro della galassia. È così che le civiltà galattiche si relazionano tra loro temporalmente. Se si parla di anni a qualcuno di un altro pianeta, potrebbe non capire cosa intendete perché i vostri anni non sono i loro.]

I Pleiadiani sono i vostri genitori. Quando il loro pianeta ascese dopo che loro avevano pienamente acquisito Dio nel loro DNA, capirono ciò che avevano passato. Seppero perché erano lì, e ricevettero una totale connessione pineale – un DNA efficiente al 100% – restando comunque in un corpo fisico. Sapete cosa vuol dire? Non cercate le loro navicelle 3D. Questi esseri meravigliosi sono in entanglement con voi, e vanno e vengono come vogliono. E lo fanno semplicemente “pensando” a voi.

Voi siete i successivi, e la Terra è l’unico pianeta a essere stato inseminato dopo il loro. Ma sapete che anche loro hanno dei genitori spirituali proprio come lo sono loro per voi? I loro genitori e i genitori dei loro genitori sono gli Arturiani, i Siriani e quelli di Orione. Anche tutti questi hanno dei genitori spirituali, che hanno avuto a loro volta dei genitori. Ascoltate: ognuno di questi gruppi fa parte della vostra “famiglia d’origine”.Alcuni sono i vostri nonni e altri sono i bisnonni spirituali. Altri sono anche più di questo. Ci sono anche degli antichi sul vostro pianeta che provengono da altre parti della galassia che sono qui solo “per aiutare”.

Vorrei farvi una domanda: conoscete delle caratteristiche dei vostri nonni che i vostri genitori non manifestano? Cosa provate per i vostri nonni, vivi o morti che siano? Li vedete diversi dai vostri genitori, non è vero? I genitori li avete sempre attorno mentre i nonni no. I nonni sono quelli che vi intrattengono, vi aiutano e stanno dalla vostra parte... E mamma e papà? Loro sono diversi, perché sono quelli che devono garantirvi la sopravvivenza e istruirvi sulle regole del vivere.

Voi siete stati inseminati dai Pleiadiani, che hanno la responsabilità delle informazioni nel momento in cui aprite le capsule temporali. Sono quelli che vi fanno vivere tutti i test della Griglia Cristallina e degli altri sistemi che hanno creato per interfacciarsi con voi affinché vi risvegliate e viviate spiritualmente. Sono quelli che dicono: «Su, avanti, andiamo!» Ah, ma i nonni sono quelli che vi aiutano affettuosamente, perché sono molto più disponibili e non hanno le responsabilità che invece hanno i genitori. E sono anche un gruppo più maturo e antico rispetto a quello dei genitori.

Capite dove si sta andando? Gli Arturiani, i Siriani e quelli di Orione, sono nel vostro DNA perché avete un’“eredità Akashica galattica”. Voi li conoscete e loro conoscono voi. Sono, probabilmente, il gruppo di maggior aiuto sul pianeta. Non separateli dagli altri e non fatene un culto. Riconoscete il sistema, carissimi, per quello che è. Assimilateli tutti e sappiate che sono con noi in questa sala, in questa comunicazione. Sono contenti che ora si stia cercando di demistificarli. Chi li canalizza può dire che vengono da un luogo o dall’altro, ma io vorrei che nelle loro informazioni voi cercaste le metafore, perché queste metafore indicano la verità. Questi gruppi sono qui ad aiutare perché sono i vostri nonni e bisnonni spirituali. È per questo che li sentite così familiari e perché alcune canalizzazioni che vengono da loro sono così pure e belle. Se il canalizzatore è puro vedrete chi sono veramente. Essi vi amano e sanno chi voi siete.

È importante che le vecchie anime qui davanti a me capiscano cosa sto dicendo e sappiano che non sto parlando in codice o per metafore. Ora sto parlando di realtà e di buon senso spirituale, che sono cose bellissime. Queste informazioni vengono direttamente dalla fonte creatrice che chiamate Dio. Dio è più grande di qualunque cosa vi sia stata detta, miei cari, e mentre iniziate a percepirlo, prima di salutarvi vorrei ricordarvi una cosa. Quando inizierete a percepire la meraviglia del creatore, voglio che vi ricordiate da dove viene, perché il vostro retaggio Akashico è Dio. Pensateci. È ora che vi alziate e affermiate a testa alta questo retaggio. Dite “ciao” ai vostri nonni.

È possibile che stiano attendendo da tempo questo saluto? Fa troppa paura? A qualcuno, sì. Per altri, la verità è limpida come il suono di una campana e risponde a domande che si fanno da lungo tempo. Carissimi, voi siete aiutati. Riconoscete questo aiuto e usatelo. Usatelo!

E così è.

Kryon




(Fonte: http://www.stazioneceleste.it/kryon/126K_2014.htm )

Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons