Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

giovedì 31 luglio 2014

Movimenti Animici 2 : Kryon canalizzato da Lee Carroll



Movimenti Animici, 2


Kryon canalizzato da Lee Carroll


Auckland, Nuova Zelanda - 23 Marzo 2014

Canalizzazione dal vivo






Salve, miei cari, Io sono Kryon del Servizio Magnetico.

Un tempo il mio partner nei primi momenti della canalizzazione doveva effettuare un aggiustamento. Un tempo doveva realmente modificare il suo atteggiamento cercando di rilassarsi e permettendo che il flusso dalla pineale fosse privo di quelli che vengono chiamati i filtri della coscienza Umana. Ma ora entro ogni volta che è appropriato. È così che funziona, e quanto più si pratica la comunicazione con lo Spirito tanto più essa ripaga, così si chiede all’Essere Umano di praticarla.

Ora continuerò l’insegnamento di ieri sui movimenti dell’anima. Ho ancora solo poche cose da dire, e alcune potreste anche già averle sentite. Il mio partner ne parla durante i suoi seminari, ma io voglio che le sentiate da me. Quindi, questa è la seconda parte della canalizzazione che abbiamo intitolato Movimenti Animici.

Ora, tanto per chiarire, l’anima non si muove affatto. Il movimento riguarda voi che andate a incontrarla. Si tratta del vostro riconoscimento di ciò che è. Fondamentalmente, è il vostro movimento per incontrare voi stessi. Lo abbiamo definito così per un motivo: non è lineare. Dovete guardarvi indietro per comprenderne la profondità.

Prima di iniziare, vorrei dirvi che io so dove mi trovo [in Nuova Zelanda]. È un bel posto questo. Vi ho detto che una parte di Lemuria è qui. Vi ho detto che i Pleiadiani sono qui. I Pleiadiani rappresentano pienamente la bellezza di una razza benevola, ora nello stato asceso, che costituisce il seme del vostro retaggio biologico e spirituale. Sono pochi i luoghi sulla Terra di cui posso dire questo.

Ci sono soltanto 24 luoghi, in realtà, che sono stati deputati ad avere gli attributi delle capsule del tempo Pleiadiane. Alla fine si accoppieranno, e comprenderete l’energia di attrazione/repulsione che vi è tra loro. Uno spinge verso di voi ciò che non avete e l’altro elimina la vecchia energia che non vi serve. È così che funzionano. Se volete, chiamatelo pure un lento riempimento di energia, e questa è anche la caratteristica dell’energia di attrazione/repulsione al centro della galassia., che voi avete erroneamente chiamato buco nero. Non c’è nessuna singolarità in quel punto, miei cari. Non può esistere neanche nella fisica 3D come la concepite voi.

In Nuova Zelanda c’è un nodo, ed è un nodo importante perché è una parte di Lemuria. Fu la dimora iniziale di coloro che vi hanno aiutato a creare la divinità dentro di voi. Questo nodo è l’Aoraki/Monte Cook, e mi prenderò un momento per ringraziare coloro che recentemente hanno dedicato tempo e attenzione perché venisse rispettato. Anche la montagna vi ringrazia. C’è molto da conoscere al riguardo, e con il passare del tempo e man mano che si collega con la sua controparte, vorrei che notaste le energie tra loro e comprendiate a cosa servono. Ma per ora ho detto abbastanza.

Cos’è l’anima Umana?

Voglio continuare sul tema del movimento verso la conoscenza dell’anima Umana. Innanzi tutto, e cosa assai controversa, non è un’anima Umana! Noi diciamo anima Umana perché siamo qui sulla Terra con voi ed è così che voi la chiamate. L’anima è il Creatore. Questo ve lo abbiamo già detto. Ben prima che questa Terra fosse stata anche solo abbastanza fredda da camminarci sopra, l’anima esisteva. Sarebbe successivamente stata una parte di voi. È eterna in entrambe le direzioni (passato e futuro). Pensateci: prima che gli Umani esistessero in qualunque forma, voi avevate un’anima. Quindi, con la vostra logica 3D, capite perché non può essere chiamata anima Umana? Vi chiedo: dove siete stati voi, come vostra essenza, come anima? Chi siete?

Prima che i Pleiadiani facessero ciò che fecero per questo pianeta, voi dove eravate? Non avete avuto nulla a che fare con quello che è avvenuto prima che ci fosse la vita su questo pianeta? Molti capi spirituali, quelli che conoscono le cose spirituali della vostra Terra, vi diranno che tutto è iniziato con il vostro arrivo. Davvero? Divertente! Ora vi chiedo: Dio arrivò con l’umanità o esisteva già? Se la vostra anima è una parte di Dio, allora durante la creazione voi eravate qui!

Voglio darvi alcune informazioni che rendono queste cose ancora più grandi di quanto vi hanno raccontato. Sono esistiti molti mondi prima del vostro che hanno passato ciò che voi state attraversando. I Pleiadiani sono quelli più direttamente collegati con voi e sono i vostri genitori spirituali. Loro hanno fatto il lavoro e continuano a sorvegliarvi come dei genitori sorveglierebbero un figlio che ha una completa e totale libera scelta di azione senza tuttavia avere la conoscenza dei suoi genitori. C’è attenzione, amore e benevolenza. Su questo pianeta è in corso un risveglio e voi avete oltrepassato il punto precessionale che era definito sul calendario spirituale per questo test. Ora siete nell’energia che predissi e di cui vi parlai ventitré anni fa. Ci siamo dentro.

C’è una grande celebrazione in alcune parti della galassia proprio per ciò che sta avvenendo sul pianeta Terra. È troppo grande per voi? Oh, non state a guardare i notiziari quotidiani, perché noi non stiamo parlando della lotta con la vecchia energia in questo periodo di passaggio. Sto invece parlando di eventi mondiali non del mondoche voi conoscete attraverso i notiziari, ma del mondo che è la Terra dalla sua creazione a oggi: un mondo definito da tutte le cose che sono avvenute nel corso della vostra storia e di cosa voi ne avete fatto. Vi trovate sull’orlo di un massiccio cambiamento. Voi avete il libero arbitrio, come lo avete sempre avuto e sempre lo avrete; e tutto questo noi lo abbiamo già visto. Miei cari, noi lo abbiamo già visto! Ed è questo che voglio dirvi: lo avete già visto anche voi! Lo avete compreso questo?

La vostra anima è stata dappertutto!

La vostra anima è stata in altri luoghi, su altri pianeti e in altre costellazioni. Ha avuto esperienza di una vita in questa galassia, carissimi, che – paragonata a quella del vostro sole – è antica. Antichissima! La vita può ricominciare e ricostruire completamente la sua struttura nell’arco di pochi milioni di anni se il pianeta è maturo e pronto, se parte bene e procede nel modo giusto. Non è una cosa così insolita o difficile. Scienziati, ascoltate, questa è una predizione: quando infine scoprirete una qualche forma di vita in altri luoghi che non sono collegati a questo pianeta, troverete lo stesso tipo di struttura biologica di DNA che conoscete. Nella galassia queste strutture di DNA sono comuni, ed è il modo in cui si sviluppa la vita. Oh, ci saranno delle varianti, ma osserverete una comunanza di struttura che vi porterà a farvi una domanda importante: esiste forse un sistema biologico galattico? Sì! Vi dirò una cosa: ciò che avete su questo pianeta non è unico. Per nulla!

Quando guardate le stelle chiedendovi: «C’è vita lassù?», è come essere su una bellissima spiaggia chiedendosi se c’è un’altra spiaggia da qualche altra parte. Solo perché non la vedete non significa che non esiste. I processi che crearono tutte le diverse spiagge sul vostro pianeta sono gli stessi processi che crearono tutti i diversi pianeti portatori di vita.

Quindi, voi avete fatto parte di molti di questi posti, però non il vostro voi materiale ma il vostro voi animico, la parte del collettivo che è l’anima. Ciò porta alla domanda: chi siete voi? La risposta migliore e più profonda è quella che arriva dal portale della pineale. Potete dare inizio a una comunicazione con la vostra struttura cellulare che in un primo momento non percepirete. Tuttavia, ciò permette di aprire la porta e di tenerla aperta. Poi, un po’ per volta, molto lentamente, l’energia penetrerà e comprenderete di stare cambiando in modo molto dolce e benevolo. La cosa non deve sorprendervi, turbarvi o spaventarvi. Potreste svegliarvi un giorno e accorgervi di non essere soli. Vi accorgete che c’è un aiuto, e che vi sentite più in pace e pieni di salute. È questo che succede quando si inizia a rendersi conto che la cosa funziona. Allora, qual è la scoperta? Che la vostra anima non è un’anima Umana. È la parte-Dio di voi, e fa parte dello sviluppo della vita di questa galassia da eoni. Ora, questa è una VECCHIA ANIMA!

Solo per non cogliervi di sorpresa e spaventarvi, stiamo procedendo lentamente. Gli Umani sono lenti ad assimilare cose che non hanno già visto o anche immaginato prima, quindi andiamo lentamente. Non c’è nulla di più bello di vedere degli Esseri Umani risvegliarsi e scoprire che ciò mancava nella loro vita in realtà era sempre stato lì per tutto il tempo. Vi abbiamo detto che siete “eterni in entrambe le direzioni”, intendendo che siete sempre stati e sempre sarete. Allora, non è questo un indizio di dove potrebbe essere stata la vostra anima nel passato, prima che sulla Terra?

I semi del vostro retaggio ancestrale

Avete sempre fatto parte del grande piano e siete stati anche un’anima dei Pleiadiani. La cosa vi sconvolge? I Pleiadiani avevano trascorso quasi un intero milione di anni nei loro mondi quando la vita sulla Terra era ancora ai suoi primordi. I loro stessi pianeti furono inseminati da un altro pianeta, un pianeta molto più antico, di un’altra costellazione di questa galassia. Ciò fa di quel gruppo precedente i vostri “nonni” e sono gli Arturiani. Prima di loro ci furono quelli di Orione! Se state operando con questi gruppi, carissimi, voi già sapete che sono qui per aiutare come sanno aiutare i nonni. Ma anche voi c’eravate! Siete davvero “figli delle stelle” nel senso più grandioso!

Il sollevamento del velo non è automatico

Ora vorrei farvi sapere che in questa nuova energia il velo tra di noi si sta leggermente sollevando perché voi lo avete alzato. Viene dalla forza bruta di un risveglio di coscienza e spirituale. Questo è ciò che solleverà il velo che ci separa, ma non si assottiglia da solo. È lì in attesa che la vostra coscienza lo sollevi. È questo l’accordo che avete al momento.

Vorrei spiegarvelo meglio. Quando riconoscerete chi è vicino a voi e chi è multidimensionale, sarà secondo i vostri termini e non i nostri. La cosa è sempre stata così, miei cari. È l’Umano che deve cercare se vuole trovare Dio. Non si presenterà a voi in un contesto che vi dia una chiara prova di chi voi siete e di ciò che c’è sull’altro lato del velo. Questo è il grande enigma che dovete risolvere voi. Dev’essere così; è leale e onora la libera scelta. Tutti i pianeti che si sono trovati in questa situazione l’hanno superata in questo modo. Dunque, ecco cosa voglio dirvi e questo si applica all’insegnamento di oggi: voi eravate là. Voi eravate là! Ripetiamo che voi siete i vostri antenati e siete il vostro stesso seme. Così vi chiedo: pensate che alcune di queste informazioni contenute nella vostra Akasha possano un giorno ridestarsi, nel caso ne aveste bisogno? [Indizio]

Questo lignaggio galattico continua a trovarsi nella vostra Akasha? In parte sì, ma non tanto quanto la vostra esperienza sulla Terra. Vi diremo dell’altro tra breve, ma prima voglio parlarvi di due cose che desidero che voi ricordiate. Ve ne abbiamo già parlato in passato, ma ora parliamo dell’anima in generale, quindi è ancora più profondo. Ci sono due punti su cui bisogna lavorare per passare oltre.

Il primo è questo: ieri [nella prima parte di questa canalizzazione] vi abbiamo detto che non potete trasferire caratteristiche Umane su Dio e che è un errore pensare che il Creatore dell’Universo abbia modalità Umane, ma c’è ancora un’altra cosa che a voi sembra doversi svolgere a modo vostro. Si tratta di un concetto della vecchia energia che dovrà sparire prima che possa accadere qualcosa di significativo su questo pianeta, ed è il concetto di giudizio.

Il giudizio è un attributo Umano e, per altro, della vecchia energia. È un attributo di separazione di un Umano verso un altro, o di una cultura verso un’altra, per cui si decide che l’altro non sta facendo la cosa giusta o che sta in qualche modo interferendo con lo stato di fatto. È un elemento della modalità di sopravvivenza, e non è un elemento equilibrato. Il giudizio è ovunque, su tutto il pianeta, e c’è sempre stato. Avete osservato i vostri figli nelle loro fasi verso la maturità? Una fase è quella del “lo stai facendo male!”. Quindi si allontanano dall’altro bambino “sbagliato” per avvicinarsi a quelli che lo “fanno bene”. Fa parte della crescita.

Il giudizio crea le guerre e aumenta la separazione. Tuttavia, quando edificate le vostre strutture religiose decidete che esse appartengano anche a Dio. Non è così. Appartengono esclusivamente agli Umani. Tuttavia, dato che la cosa è così strettamente impiantata nella vostra coscienza, voi le dedicate spontaneamente al più alto potere esistente. Voi avete la necessità che Dio sia altrettanto separatista, che separi gli Umani in quelli che lo fanno e quelli che non lo fanno. Dio non giudica o separa le parti di sé!

Il secondo è questo: voi vi sentite piccoli. Perché mai? Perché vi umiliate davanti a Dio? Ora mi sono messo nei guai, vero? Vi è stato detto che essere umili davanti a Dio è una buona cosa! Ebbene, se voi siete un frammento di Dio, perché vi umiliate davanti a voi stessi? Ha un senso per voi questa informazione? È il momento di usare il buon senso spirituale evoluto. Se siete parte della creazione, non dovete inchinarvi a voi stessi.

Che ne dite, invece, di dire: «È ora che mi raddrizzi da questa posizione e che assuma il mio potere! Mi assumo il potere della benevolenza, della cortesia, della generosità e dell’integrità, non dell’umiltà.» Che bene ne viene a prostrarsi davanti a Dio? In che modo questo aiuta il pianeta? Se mi sento nei guai con questo messaggio è perché vi è stato dato il “messaggio di prostrarsi” fin dal primo giorno! Ricordate queste frasi? «Dio è grande mentre voi no. Quindi chinatevi davanti all’Onnipotente.» C’è qualcosa di sbagliato in questa immagine. I maestri vi hanno parlato della vostra magnificenza, non della vostra indegnità! Se applicate i miei insegnamenti di ieri e di oggi, comincerete a comprendere che voi siete un frammento della stessa maestà di Dio! L’“onnipotente” è in voi; è in ogni singola molecola dei trilioni di molecole di DNA; rappresenta il Sé Superiore di ogni Umano e questo Sé Superiore ha una coscienza molto paziente e serena, in attesa che voi scopriate cos’è veramente. Pensate davvero che il Sé Superiore voglia essere adorato? La risposta è: no.

Vorrei che cominciaste a pensare a Dio, all’anima e a ciò che avete in voi, in modo diverso. Meritate di risvegliarvi alla vostra magnificenza. Vi piace questa affermazione? E sappiate anche questo: la magnificenza Umana non si mostra nel compiacimento di sé. Non vi ergete indicando voi stessi e dicendo a tutti quanto siete buoni. Nessun maestro lo ha mai fatto. Consiste, invece, in un risveglio alla propria saggezza interiore e alla maturità della maestria. Sarà la gente a vederla in voi!

Qual è uno degli attributi principe della maestria? Il silenzio. Questo lo sapevate. Noi vi abbiamo insegnato “state in silenzio e sappiate di essere Dio.” È il silenzio. Quando state in silenzio succede una conoscenza interiore. Siete saggi oltre ogni dire, perché nella storia voi già ci siete stati e lo avete fatto. Forse non conoscete i dettagli, ma state lì in silenzio per un momento. Non sentite che siete? È a tal punto distante dalla vostra ricerca intellettuale Umana? È a tal punto distante dalla vostra logica 3D pensare che nella vita ci sia più di quanto vi è stato detto?

Smettete di umanizzare Dio. Smettete di attribuire qualità di situazioni che sono Umane attribuendole poi a Dio. Quante volte avete sentito dire che ci sono anime intrappolate da qualche parte? Vi hanno detto che possono essere intrappolate tra un luogo e un altro, e poi gli Umani decidono di quale luogo si tratti. È tutta unaproduzione Umana. Questo lo sapete, vero? Come possono le parti del Creatore dell’Universo essere intrappolate? Non esiste nessuna energia animica individuale. Non è una cosa 3D e non è a sé stante. Tutto fa parte dell’intero. È un collettivo, che è parte di voi.

Come potete avere una parte di Dio intrappolata tra dei livelli che sono creazioni Umane? Non è possibile. È pura mitologia, carissimi. Quindi, la prossima volta che qualcuno guarda dove guarda e dice: «Questo è dato da un’anima intrappolata», voglio che voi lo ricordiate. Non dovete correggere nessuno, miei cari. È davvero sufficiente che VOI lo sappiate. Voglio farvi capire qual è la realtà del sistema, ed è un sistema bellissimo.

Ascoltate: a livello di anima, non esistono i problemi terreni e non esiste il purgatorio. Sono tutte strutture Umane applicate su Dio. Come vi abbiamo detto ieri, non esiste un’anima che va in un qualche posto per prepararsi a qualcos’altro. Non c’è una gerarchia d’anime. La vostra anima è parte di Dio e Dio è il Creatore di questo Universo. La meravigliosa energia di Dio non è mai segmentata o intrappolata! È oltre tutto questo, ben oltre. È un’energia di qualcosa che non sono neppure in grado di descrivervi. Ma, per ora, tutto quello che dovete sapere è che questa energia di Dio vi ama immensamente e che tutto ciò che c’è per voi è benevolo. La vostra non è una corsa a ostacoli, miei cari. Non dovete mettere alla prova voi stessi in un modo o nell’altro. Lasciate, piuttosto, che il nucleo divino in voi si manifesti esplicitamente.

Condivisione animica

Quando il vostro corpo esalerà l’ultimo respiro [alla morte] e voi passerete nell’energia successiva, l’anima nel vostro corpo si raccoglierà e tornerà nuovamente nel tutto. Ora, quando percepite qualcuno che è morto come un singolo [ne conoscete il nome], è una percezione reale e molto precisa: «Joe è morto, ma sento la sua presenza.»

Ricordate, tuttavia, cose vi ho detto in passato? Frammenti e parti dei vostri cari che sono passati oltre entrano a far parte di voi [della vostra anima] per il resto della vostra vita. Questa è una condivisione animica, miei cari. È importante che comprendiate come questo funziona. Se la vostra anima non è “a sé stante” c’è spazio per credere che esistano delle complessità d’esistenza. Com’è possibile che la vostra anima sia anche tutte le vostre vite passate? Capite quel sto dicendo? Voi siete uno stupendo sistema di umanità e non di “singoli”. «Il corpo di Joe è morto, e quella magnifica parte che era più delle cellule di Joe continua a vivere. Sento la sua perennità.» Cominciate a vedervi come parte di una raccolta divina.

Il culto

Questo lo ripetiamo: se volete inginocchiarvi per onorare Dio, quando pregate o meditate, noi ci siamo. C’è soltanto una richiesta che dovreste considerare di chiedere al vostro Sé Superiore, ed è: «Caro Dio, dimmi ciò che devo sapere.» Questa è la domanda migliore. Di nuovo, la logica sottostante è che tutte le altre cose che potreste eventualmente chiedere sono subordinate a quest’unica richiesta. «Dimmi ciò che devo sapere, caro Spirito, per risolvere il problema e andare da A a B.» Voi sapete chi siete. Non siete venuti qui per soffrire, carissimi. È ora di iniziare a lavorare anche su questo concetto. Alcuni di voi hanno bisogno di sentirselo dire: la sofferenza non rientrava nel piano. Qualunque cosa sia successa è ora acqua passata. Ora avete il totale controllo sulla vostra struttura cellulare ed essa vuole sentirlo da voi.

Eredità animica

Vorrei parlare dell’ultimo punto, e questo è un punto difficile. Teniamo sempre per ultimi i concetti più difficili da capire e quelli su cui forse dovrete riflettere maggiormente. Lo sapete.

Questo elemento ha a che fare con quello che chiameremo eredità animica. Quando pensate all’eredità come la conoscete voi, è per lo più a livello cellulare e nelle tre dimensioni [la vostra realtà]. Questo tipo di eredità la potremmo chiamare eredità chimica, ma la parte che può confondere è che voi, come Esseri Umani consapevoli del vostro complemento spirituale, avete a che fare con un ossimoro: due tipi di eredità contemporaneamente.

Tutto succede in un solo e singolo corpo. L’eredità chimica è quella che viene insegnata a scuola. È la trasmissione di una gran quantità di ciò che era proprio dei vostri genitori e dei vostri nonni [genealogia]. Voi avete con loro una somiglianza fisica e le caratteristiche della loro struttura cellulare, nel vostro DNA avete cose che vi sono state passate. Potrebbero essere certi talenti, allergie e predisposizioni a essere più o meno sani. Alcuni di voi, guardando le proprie mani, possono riconoscerle come le mani di un genitore. Questa è l’eredità chimica ed è una cosa grandiosa.

L’ossimoro – L’uomo seduto davanti a voi in questo momento [Lee] ha un’eredità chimica. La sua chimica è irlandese, e se dovesse percorrere a ritroso il suo lignaggio scoprirebbe i suoi parenti irlandesi non troppe generazioni indietro. Lì rintraccerebbe il suo cognome [Carroll], che è molto irlandese, fino ad arrivare alla sua famiglia di oggi. Un giorno andrà a trovare anche la sua origine. Questa è la sua eredità chimica.

Comunque, ultimamente abbiamo detto che la sua ultima vita passata non era da irlandese! È stata in Australia. Cosa dite? Come funziona? Allora chi è? È irlandese o australiano? La risposta è che egli ha un percorso Akashico e uno chimico. Quindi, egli è una combinazione, è un Essere Umano unico con un passato totalmente diverso se osservato come famiglia Akashica rispetto a quello della sua chimica. Il fatto è che entrambi sono corretti. Siete confusi? Tuttavia la maggior parte di voi ha questa stessa caratteristica!

Non è confuso se rileggete la parabola di Evelyn, la pianta perenne che vi abbiamo raccontato. Vi ho parlato di cose che per chi di voi era presente ieri sera hanno un significato. Umani, siete nella foresta e avete tutti le stesse radici che vengono da un albero nel centro. Avete il lignaggio di chi pensate di essere degli alberi intorno a voi o dell’albero maestro? Li avete entrambi.

La vostra chimica vi permette di risalire indietro nel tempo e conoscere il vostro lignaggio 3D. Questo è il vostro lignaggio fisico, che può facilmente coesistere con un lignaggio Akashico diverso. Comunque, il lignaggio più forte è quello Akashico della vita passata. È questo che vi porta le maggiori difficoltà, e anche le maggiori ricompense. Ciò che può confondere è: com’è possibile che ci siano due percorsi così diversi tra loro? Come pensatori lineari forse li tenete mentalmente separati e chiedete: «Qual è quello corretto?» Lo sono tutti e due.

Guardate la cosa in questo modo. Supponiamo che siate un’automobile. La vostra anima-auto proviene da un lignaggio di auto con la guida a sinistra. Questo è il vostro lignaggio-auto karmico. Una volta incarnati, tuttavia, siete una Ford. Questo non modifica il lato della carreggiata a cui eravate abituati o il lato che ora dovete imparare a riabituarvi. Lo state solo facendo come Ford. Quindi, la vostra chimica è di una Ford, ma la vostra Akasha è il lato di guida.

Prendete il mio partner: lui sa che fa parte della chimica dei suoi genitori, dei suoi nonni e dei bisnonni. La sua chimica è quella di tutti loro. Ma egli sa anche che la parte di lui che è Dio conosce le vite che ha vissuto con altre chimiche, trasmesse da altri genitori e altri nonni. Le istruzioni che noi abbiamo per voi sono queste, miei cari: non state ad analizzare troppo! Voglio che vi guardiate e celebriate come tutto deve mettersi insieme per creare chi voi siete. Ciascuno di voi è un Essere Umano unico, assolutamente unico. Le complessità fisiche e il puzzle vanno ben oltre quanto potete immaginare. Ho semplicemente dipanato un groviglio che alcuni, avendo ascoltato, cominceranno a comprendere che il puzzle è sempre stato lì. Questo comincerà a rivelare dentro ciascuno di voi alcune cose che non avevate capito, per esempio come un lettore dell’Akasha possa vedervi su un cammino completamente diverso da quello percorso dai vostri genitori.

Non cercate di capirlo! Vorrei, invece, che riusciste almeno a vedere la bellezza di come questo ha creato voi. Vi può bastare? E tutto quello che dovete osservare. Siete unici da ogni punto di vista. Avete forse pensato di non avere una chimica forte come vi serve e le vite Akashiche di cui avete bisogno per formare la vecchia animache può fare la differenza su questo pianeta oggi? Lo avete forse pensato? Tutto quello che avete vissuto aveva uno scopo. Ma ora avete finito di andare a scuola e smesso di sopravvivere. È arrivato il momento di uscire dalla caverna, vedere chi siete, osservare la magnificenza intorno a voi, ergervi dritti e sentire la luce di un Dio benevolo. Dimostrate la vostra maestria!

È semplice? No. Tuttavia si inizia sempre con piccoli passi, che poi si trasformano sempre in passi più grandi. Questo è il momento di iniziare. Questo era il messaggio di oggi. Diventerà ancora più complicato, ve lo prometto. [Kryon ride.]

E così è.


Kryon



(Fonte: http://www.stazioneceleste.it/kryon/131K_2014.htm)



Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons