Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

sabato 31 maggio 2014

Il simile attrae il simile - Relazioni e fisica quantistica

La legge di attrazione e risonanza

Il simile attrae il simile





“Vi è una verità elementare che concerne ogni iniziativa e ogni creazione e l’ignorarla sopprime innumerevoli idee e i più splendidi progetti: non appena ci si impegna in maniera definitiva, anche la Provvidenza si mette in moto.

Accadono moltissime cose che ci vengono in aiuto e che non si sarebbero altrimenti verificate.

L’intero succedersi degli eventi scaturisce da quella decisione, provocando, a nostro favore, ogni sorta di fatti, di incontri, di aiuti concreti che nessun uomo immaginerebbe mai di trovare sulla propria strada”.


W.H.Murray, The Scottish Himalayan Expedition







Moltissimi grandi uomini di primo piano nella storia dell’umanità, tra cui Einstein, Newton,Platone, Socrate, Aristotele, Edison, Galileo, Leonardo, Shakespeare e molti altri, erano a conoscenza di come la realtà sia governata da leggi universali assolutamente imparziali e costantemente in funzione, ma che i più ignoravano.

Ovviamente tutti i grandi mistici ne conoscevano il funzionamento e questi più degli altri, hanno tentato di divulgarne l’esistenza e le modalità di applicazione.
L’uomo è l’unico animale in grado di pensare e di “vedere” con gli occhi della mente cose e situazioni che non ha mai vissuto. L’uomo è il solo animale ad essere dotato della capacità di “immaginare”.Questo perché la mente umana non ha solo la funzione di magazzino e di archivio di dati e di informazioni, ma è uno strumento che consente all’essere umano di evolversi, ed è il principale strumento che permette all’uomo di influenzare gli accadimenti che verranno, modificando di fatto la realtà che lo riguarda.



Secondo la fisica quantistica due cose che vibrano insieme hanno maggiore energia rispetto a due che vibrano fuori fase e in tal caso non hanno energia. Quando sei attratto da un'altra persona è come se tu e l'altro foste, in un certo senso, vibranti in fase ed ognuno di voi è energizzato di più della semplice somma della vostra energia separata - è 4 volte l'energia di ogni individuo. Con 3 persone sale a 9 volte e così via.

Quindi,per esempio,quando ad un concerto grandi folle oscillano insieme è perché i presenti sono gli uni enormemente energizzati dagli altri, che si trovano in un simile stato mentale. Così il concerto si eleva, come pure il sentimento in chiesa alla domenica e così via.


Con la meta fisica quantistica si riconosce che ci sono molti livelli di mente che devono essere coordinate al fine di giungere ad una materializzazione fisica nel mondo materiale, si riconosce che la mente è un campo di energia e che tutto ciò che è fisicamente manifesto nella vita è anche un campo di energia.



Nella meta fisica quantistica si riconosce che non c'è separazione di campi di energia tra l'energia della mente e tutti gli altri campi di energia che si materializzano nell'universo fisico, si riconosce ulteriormente che il campo di energia della mente è in grado di connettersi con gli altri campi di energia di alterarne o modificarne l'energia di materializzazioni già esistenti.Nella meta fisica quantistica si percepisce che la mente sia su un livello superficiale e proietta fuori di sé nella manifestazione fisica ciò che crede e si concentra su un periodo di tempo.

In altre parole come un magnete si può disegnare tutto ciò che viene messo nella nostra coscienza su base giornaliera, sia essa positiva o negativa attirando e attingendo dalle energie invisibili al lavoro oltre i nostri cinque sensi. Il simile attira il proprio simile secondo i principi della fisica, in questo modo la chiave è quello di concentrarsi su che cosa è che si vuole manifestare nella vita, non su ciò che si vuole evitare. Nella nostra mente ci sono vari livelli di energie che sono in un processo di lavoro per la materializzazione fisica. Comprendere queste verità, anche se non possiamo vedere le varie fonti di energia, come le varie onde di energia elettrica, le onde radio, le onde dei cellulari, eppure usiamo queste energie ogni giorno nella nostra vita. L'energia della mente può essere utilizzata per la manifestazione fisica delle cose e modificarne gli eventi.

Se ci alziamo ad un frequenza che ci fa sentire felici (attraverso pensieri felici) - questa frequenza felice poi attrae cose che ci rendono felici soprattutto se le visualizziamo mentre siamo in quella frequenza?

Attrarremo altri che sono sulla nostra lunghezza d'onda e respingeremo chi non lo è. Quindi sii attenta a che cosa porti nel mondo. Se giochi una carta falsa, attrarrai quelle persone che pensano e sentono allo stesso modo. Cammina come parli. Sii onesta. Di la verità al meglio che la conosci.




La legge di risonanza - Il simile attrae il simile


La legge di risonanza è certamente una delle Leggi Universali più interessanti, ma allo stesso tempo, tra le meno indagate dall’essere umano.
Nonostante molti la ignorano, questa legge resta immutabile, imparziale, e agisce sempre, indipendentemente dal fatto che ne siamo consapevoli o meno.
Per capire come funziona questa legge, dobbiamo prima sapere che il nostro corpo non è altro che energia, questa stessa energia viene trasmessa con una certa frequenza vibratoria, pertanto bisogna accettare il fatto che tutti noi emaniamo frequenze vibratorie in continuazione! Del resto tutto l’Universo e lo stesso nostro pianeta Terra, sono costituiti da vibrazioni energetiche.

Come ho già detto, tutti noi (nessuno escluso) emettiamo delle vibrazioni nello spazio che ci circonda, anche attraverso i pensieri, le emozioni, gli stati d’animo; tutto emette di continuo una vibrazione. Ed è a questo punto che entra in gioco la legge di risonanza, in quanto ogni vibrazione non fa altro che attrarre verso di noi situazioni e persone che hanno la stessa frequenza vibratoria. Il concetto, per semplificarlo, lo si può paragonare ad una radio impostata a ricevere in frequenza FM, la stessa non riceverà del segnale in AM, proprio per la legge di risonanza.

Questa legge fa sì che nella nostra vita (anche in questo momento) ci circondiamo di ciò di cui abbiamo bisogno per evolverci nel nostro cammino evolutivo. Se il nostro mondo esteriore fa schifo, è perché molto probabilmente risuoniamo da schifo. Quindi non deve sembrare paradossale pensare che abbiamo ‘richiamato’ noi un partner che non amiamo e/o un lavoro che non ci piace; perché la legge di risonanza non sbaglia mai


Noi attiriamo inconsciamente ciò che è utile per ampliare la nostra coscienza, e nella misura in cui noi ci evolviamo interiormente, cambiano anche le persone e le situazioni che attiriamo a noi dall’esterno.

Le persone che sono un lamento continuo, con una mentalità pessimista e negativa, secondo voi, con cosa possono risuonare se non con eventi e persone simili?? Un partner tremendamente geloso nel rapporto di coppia, attrarrà verso di sé un partner che metterà a dura prova questa sua gelosia. Allo stesso modo, una persona attaccata al denaro, riscontrerà nella vita delle situazioni che metteranno in risalto questo sua morbosità verso le cose materiali.

In pratica risuoniamo, ovvero attraiamo, persone e situazioni che inevitabilmente fanno emergere aspetti di noi che NON vorremmo sapere, in quanto ci causano irritazione, disagio e frustrazione. Come dico sempre, l’esistenza ci vuole bene, e attraverso questa sua legge ci permette di attirare le giuste disgrazie per farci comprendere le lezioni della vita; affinché finalmente impariamo ad Amare noi stessi e gli altri per come realmente siamo.

Il problema delle persone sta nel fatto che attraggono situazioni, circostanze e persone in modo INCONSCIO invece di farlo CONSAPEVOLMENTE!In realtà la gente sta dormendo, ovvero non sta vivendo la propria vita, ma sta soltanto subendo tutto ciò che gli accade. Ecco perché, la maggior parte degli esseri umani, focalizza la propria attenzione solo sui problemi quotidiani da risolvere e lamentandosi in continuazione delle cose che non vanno per il verso giusto. In questo modo, si attraggono altri problemi e circostanze che vi faranno sentire infelici.


Per uscire da questa prigione, e far in modo di sfruttare questa legge universale a nostro favore, in maniera consapevole,dobbiamo acquisire una sicurezza interiore che non ci renda succubi delle situazioni circostanti.


Le leggi universali sono nostre alleate, non sono nemiche da sconfiggere. Vanno conosciute, interpretate e applicate. Richiedono un grande sforzo interiore, un lavoro su sé stessi, affinché possiamo letteralmente cambiare il modo di “vedere” il mondo che ci circonda. Possiamo cominciare da subito, iniziando a trasmettere consapevolmente le vibrazioni che emettiamo.

Tutte le persone che reputiamo ‘malvagie’ e le situazioni che ci procurano fastidi, sono in realtà solo messaggeri che ci rendono visibile l’invisibile. Chi riesce a percepire tutto questo ed è disponibile ad assumersi in prima persona la responsabilità sul proprio destino, perde ogni paura di fallimento nella propria vita.

Bisogna osare, ci vuole molto coraggio, ma dobbiamo ritrovare l’identità, la nostra individualità. In caso contrario, saremo sempre più schiacciati dalla nostra personalità e dal nostro Ego, risuoneremo assieme a quella massa di individui sempre più spenti, sempre più globalizzati, sempre più lamentosi, sempre più schiavizzati e, guarda caso, anche sempre più ammalati.





Legge di attrazione - il simile attrae il simile

Sappiamo che i pensieri e le visualizzazioni sono energia. Si creano delle forze che vengono da dentro di noi. Questi pensieri e la visualizzazione attirano l'energia che vibra nella stessa frequenza. Secondo la Legge di Attrazione, questo principio è chiamato il simile attrae il simile.
I nostri pensieri attirano gli altri a noi e le persone a loro volta vengono attratte dai nostri pensieri. Dopo tutto, tutte le persone e tutte le cose che ruotano intorno a noi sono i riflessi del mondo dentro di noi, del nostro atteggiamento e pensiero abituale.

I pensieri simili si attraggono. La legge di attrazione non solo attrae cose materiali o eventi, la legge di attrazione attrae anche le persone e le relazioni.

Le persone positive vedranno e attireranno altre persone positive. Le persone negative non attireranno le persone positive e viceversa quelle positive non attireranno a sé persone negative.

Quindi, cambiare la coscienza interiore nel mondo e la Legge di Attrazione lavorerà per portarvi le persone desiderate.


Le modalità d’azione del tuo magnete sono quattro:


Attirare ciò che è simile
Attirare ciò che è simile (Tu attrai quello che è simile o uguale a te oppure te ne senti attratto) Quando attrai nella vita una persona con cui hai molte cose in comune ti senti bene e capisci subito perché vi siete incontrati. Le affinità ci danno una sensazione di intimità,che a sua volta ci trasmette quel senso di sicurezza, protezione e pace a cui quasi tutti anelano. “Ogni volta che noti un affinità hai la percezione di te stesso. E ogni volta che decidi di amare l’altro per quella qualità, ami un po’ di più anche te stesso.”

Attirare ciò che è opposto
Attirare ciò che è opposto (Attiri l’opposto di quello che sei o te ne senti attratto).
Quando attrai una persona per molti aspetti diversa da te, forse ti domandi cosa vi ha fatto incontrare. Dopotutto la sensazione di intimità, comprensione o sicurezza che ti trasmette è minore di quella che puoi provare accanto a una persona che ha molte qualità simili alle tue. Un attrazione di questo tipo può avere due cause: o la persona in questione integra in maniera perfetta le tua caratteristiche oppure rappresenta una provocazione costante. “Ogni volta che noti una differenza rispetto a un’altra persona puoi sentire a che punto sei. E ogni volta puoi decidere in che direzione evolverti, acquisendo un po’ di forza in più.

Attirare ciò che rifiutiamo
Attirare ciò che rifiutiamo (Attrai esattamente quello che vorresti evitare ad ogni costo).
Il fatto che nella tua vita si ripresenti di continuo qualcosa di cui faresti volentieri a meno, sotto forma di persone o situazioni, è una seccatura da un lato, ma dall’altro è un occasione assolutamente perfetta per scoprire la presenza nel tuo magnete del tema che ne è la causa. Ciò che rifiuti evoca in te sensazioni e immagini forti, ed è proprio per questo che lo attiri con particolare intensità. Quelle sensazioni e immagini sono il contenuto del tuo magnete da cui gli altri si sentono attratti. “Ogni pensiero e sentimento con cui rifiuti o giudichi qualcuno o qualcosa fa sì che il tuo magnete li attragga con intensità ancora maggiore.”

Attirare un “miracolo”
Attira un “miracolo”: (Attiri qualcosa di inspiegabile, sorprendente e nuovo. Magari lo definisci un miracolo).Ogni volta che nella tua vita si manifesta qualcosa di simile a un miracolo, le tue convinzioni su di te e sulla tua esistenza vengono scosse nelle fondamenta. Cerchi di capire il miracolo che però è incomprensibile. Prenditi un po’ di tempo e ricordati quando hai vissuto un ‘esperienza di questo tipo. Magari volevi ottenere assolutamente qualcosa, forse eri alla ricerca di un partner o stavi lottando da un tempo contro o per qualcosa. O forse stavi cercando di convincere qualcuno di qualcosa? Più ti davi da fare e più l’impresa ti sembrava ardua. E quando hai deciso che non aveva senso continuare ad agire, quando già stavi per lasciare perdere e abituarti all’idea che dopotutto la vita sarebbe andata avanti anche se quella cosa non si fosse verificata…. Quello che desideravi è successo. E ti è arrivato per vie completamente diverse da quelle che ritenevi possibili. “Ti piacciono i miracoli? Inserisci nel tuo magnete il senso della resa e non aspettarti nullla. E se proprio vuoi aspettarti qualcosa, aspettati un miracolo.






" Non è il materiale a creare l'opera d'arte, ma la sua nostalgia e la tua immaginazione. E a volte la vera opera d'arte non è quella che pensi". 
Il globo solare, fattosi nel frattempo rosso scuro, si specchiava come un punto luminoso negli occhi dell'uomo. "Prima di morire, mia nonna mi rivelò uno dei suoi segreti: mi disse che in ognuno di noi c'è qualcosa che attira persone e avvenimenti come un magnete. Le nostre aspirazioni sono parte di questo magnete".
Riprese il mucchietto di argilla e cominciò a plasmarlo delicatamente con due dita, come se lo stesse accarezzando, proprio come faceva sempre anche lei.
"La persona che vorremmo al nostro fianco è qualcuno in grado di vedere quello che noi 
vediamo", prosegui l'uomo. "Qualcuno che senta ciò che noi sentiamo, qualcuno a cui non abbiamo bisogno di spiegare cosa sappiamo, pensiamo o proviamo". 
Mia nonna mi disse che questa persona mi sta già aspettando da qualche parte e ha dentro di sé la mia stessa nostalgia. Queste parole mi furono di una certa consolazione, ma cosa avrei dovuto fare per incontrare questa persona?"
Modellò la seconda ala del gabbiano, che lentamente assumeva la forma di un uccello in fase di atterraggio, un istante prima di toccare il suolo.
"Mia nonna mi spiegò che una parte ulteriore del segreto consiste nel fatto che quelle due persone si sarebbero potute incontrare solo quando avessero smesso di cercare. Solo allora i loro cuori sarebbero riusciti a sentirsi". 

tratto da "Il progetto segreto della tua anima"






Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons


(Fonte: www.mrcybernaut.com - www.tragicomico.it - www.spazioazzurro.eu 
Rivisto da: ragazzaindaco.blogspot.it)