Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

domenica 13 ottobre 2013

Contatti di telepatia interplanetari ed extraplanetari

ASPETTI SUPERIORI DI CONTATTO ENTRO LA MENTE UNIVERSALE - CONTATTI INTERPLANETARI ED EXTRAPLANETARI



Agenti di Impressione del Volere divino

I Maestri affermano l’esistenza di “impressioni” provenienti da livelli ancora più elevati
rispetto a quello buddhico o dell’intuizione; queste sono, infatti, in rapporto con la stessa Mente Universale o Volontà intelligente.
L’umanità attuale, tuttavia, non possiede ancora tali capacità, ma in futuro i processi
evolutivi in atto renderanno normali anche queste espe
rienze.

Comunque, le forme superiori di telepatia attuabili oggi riguardano solo l’attuazione del

Piano divino nei tre mondi (fisico, astrale e mentale). A tal fine, la Gerarchia usa gli aneliti più elevati, anche se ancora confusi, delle moltitudini in forma di invocazione, per creare un ponte in grado di collegare la coscienza della personalità con quella dell’anima.
Tutte le correnti di pensiero debbono passare attraverso il corpo eterico planetario, di cui
quello individuale è parte integrante, per raggiungere il cervello umano.

Attualmente, solo pochi sono in grado di pensare con sufficiente chiarezza ed energia
necessaria a creare forme-pensiero da dirigere verso un determinato obiettivo. È per questo che il discepolo deve sviluppare una corretta ricettività e l’intelligenza intuitiva che permetterà d’interpretare esattamente i messaggi e d’individuarne la fonte.
Bisogna essere in grado di generare un’aura magnetica capace di captare le “impressioni”
superiori.

Se il grado evolutivo è basso, predominando la natura animale, le “impressioni”
provengono dall’uomo stesso, passano attraverso il centro sacrale ed hanno attinenza col corpo fisico, perché l’aura magnetica è assai limitata.

La maggioranza degli individui agisce, però, attraverso il corpo astrale ed è polarizzata sul
plesso solare. I medium ricevono “impressioni” da questo
chakra ed i messaggi provengono da residui psichici ancora viventi nella dimensione illusoria del piano astrale.
Gli aspiranti invece elevano gradualmente le energie inferiori dapprima al centro del cuore e poi a quello della gola.

L’aura magnetica che circonda la testa è sensibile alle “impressioni” superiori, ma oggi il
centro ajna tra le sopracciglia in genere può solo trasmettere; solo tra secoli sarà in grado di ricevere da sorgenti più elevate.

Per ora, dunque, è sufficiente cooperare con la Gerarchia, al fine di attuare nel mondo
quegli eventi che renderanno possibile la rivelazione dell’intero Proposito all’umanità; il
contenuto del Piano divino costituirà l’ultima rivelazione alla razza umana che in un
lontanissimo futuro popolerà il nostro pianeta.

Allora l’evoluzione, almeno com’è attualmente disposta dalla Gerarchia, avrà termine e
verrà sostituita da una più vasta espansione di coscienza per noi inconcepibile.
Basti allora sapere che il Piano comprende il passato, il presente ed il futuro dell’umanità;gli Agenti del Piano ricevono le “impressioni” da Shamballa, queste vengono trasmesse ai

Maestri che, tramite il Nuovo Gruppo dei Servitori Mondiali, le fanno giungere ai membri più evoluti del genere umano.

Il mezzo usato per tali trasmissioni è l’energia che può definirsi come sostanza qualificata dalla dinamica Volontà divina; gli uomini comuni, però, non sanno ancora operare con questa sostanza; è per questo che costituiscono uno strumento utile all’attuazione del Piano, ma non sono loro a gestirlo.
La Volontà dinamica diviene accessibile al discepolo solo quando s’inizia a costruire il
ponte, detto antahkarana, tra personalità ed anima. Egli diviene così oltre che un ricevente anche un potenziale agente di “impressioni”.

Quanto detto finora costituisce l’unico metodo scientifico per accostarsi alla vita spirituale e per iniziare a servire l’umanità, requisito imprescindibile se si vuol davvero progredire sul sentiero interiore.


CONTATTI INTERPLANETARI ED EXTRAPLANETARI

Il ruolo di chiave dell’umanità
Sette affermazioni che descrivono la trama dell’attività planetaria attuale
I centri e le energie di raggio

Separatività: la grande illusione Il Piano divino per il nostro pianeta prevede un’ascesa graduale del genere umano verso una sintesi planetaria.

A tale proposito, i Maestri insegnano che esiste un’unica Vita che fluisce attraverso tutte le forme, creando un’intelligente Entità planetaria, qualificata da immense energie e motivata da un Proposito che è solo una parte di quello ideato dal Logos solare.
I rapporti che si possono creare, quindi, sono di natura planetaria ed extraplanetaria. Gli
stadi finali di questo processo sono inimmaginabili per l’umanità attuale; quindi, ci si limita a chiarire quali siano i tre Centri maggiori attraverso cui opera il Logos planetario.

Il primo, definito Centro della Testa, è espressione del divino Volere planetario e si trova focalizzato in Shamballa.
  Il secondo, detto Centro del Cuore, esprime l’Amore divino o la Ragione pura ed è rappresentato dalla Gerarchia.

Il terzo, chiamato Centro della Gola, è espressione della divina Intelligenza e fa capo all’Umanità. Il proposito del Logos planetario sarà svelato all’umanità, perché tutto è interconnesso ed
ogni vita manifestata ha già attraversato o attraverserà lo stato umano.

Questa constatazione indica la grandezza di ogni essere umano. L’Umanità, infatti,
costituisce la chiave di tutti i processi evolutivi; gli esseri subumani si muovono verso
l’esperienza umana, mentre gli individui attuali s’incamminano verso una dimensione
superiore. Anche i grandi ed onnipotenti Esseri esistenti a Shamballa un tempo furono umani.

dal libro di ALICE BAILEY




Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons