Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

giovedì 12 settembre 2013

Stanchezza, sconforto e pigrizia spirituale di Monique Mathieu







Che cosa percepiscono attualmente del loro mondo? Non percepiscono molta Luce! Percepiscono molta più sofferenza e violenza che Luce.

Fate tutti parte della legge di risonanza, siete tutti connessi. Quindi, in quanto vi è tantissima sofferenza, essa colpisce ciascuno di voi a livelli più o meno significativi.

Esiste la stanchezza, la fatica, ed anche una certa stanchezza spirituale. Quando le cose non vanno abbastanza veloci e avete l’impressione di scalpitare, quando vi diciamo che una cosa non si realizza in un tempo relativamente breve, il dubbio vi assale e vi dite di non essere in grado di meditare o di avanzare su questa strada come vorreste.

In quel momento avanzate veramente? Vi abbiamo già detto che è spesso nei momenti più difficili che avanzate più rapidamente, perché in quel momento vi ponete domande essenziali, e attraverso tali domande avete delle risposte che vi permettono di avanzare.

Quindi vorremmo dirvi: soprattutto non scoraggiatevi! Siete negli ultimi metri! Il lavoro che compie ognuno di voi è un lavoro di Luce, il lavoro che compie ognuno con le proprie capacità e in funzione di ciò che è.

Abbiate fiducia e anche un po’ di pazienza! Dovete dare tempo al tempo, dovete dare tempo alle energie di prendere posto in voi, e se a volte siete stanchi, se siete affaticati, se avete l’impressione di non avanzare, è perché le energie che conoscete e alle quali siete abituati non esistono più o esistono sempre meno. Vi sono altre energie con le quali non vi siete ancora familiarizzati che inondano ciò che siete in quanto esseri umani e non solo.

Proseguite la vostra strada nel miglior modo possibile! La vostra anima vi trascina, vi spinge verso un’altra coscienza, verso una realizzazione di voi stessi, e se opponete resistenza al vostra avanzamento vi è sofferenza, talvolta vi è anche somatizzazione nel vostro corpo.

Molti esseri umani, sul pianeta Terra, hanno aspettato immensi cambiamenti per la fine dell’anno 2012, cambiamenti che, per alcuni, non si sono verificati.

Vi diremo – e voi lo sapete molto bene – che dall’inizio dell’anno 2013 si sono verificate moltissime cose in voi e attorno a voi. Fortunatamente, non sono state cose che hanno ribaltato il mondo! Fortunatamente per voi vi viene dato un tempo di adattamento! Fortunatamente per voi tutto questo non si verifica con notevole velocità, perché perdereste l’equilibrio fisico, l’equilibrio mentale e psicologico!

Nell’infinita saggezza della Sorgente, tutto deve prendere il proprio tempo per realizzarsi. Tuttavia il tempo accelera, e il tempo di ieri non è più quello di oggi; non avete più la stessa nozione del tempo.

Ancora una volta, come per la risposta circa la dodicesima ora, diciamo: non correte troppo, anche a livello della vostra evoluzione! Cercate di essere semplicemente consapevoli che ogni giorno vi avvicina alla vostra stessa evoluzione! Anche se oggi avete l’impressione di non avanzare, di regredire, questa è solamente un’impressione, questa non è la realtà!

La realtà è tutt’altro, occorre che andiate verso questa realtà! Occorre che vi portiate verso la nuova coscienza, verso la nuova nozione di ciò che diventa il vostro mondo e di ciò che voi diventate nel vostro mondo.

Ancora una volta, la legge di risonanza si applica sempre di più e con sempre più potenza a livello di ogni vita su questo mondo, vale a dire che la legge di risonanza non si applica unicamente per gli umani, si applica a livello dei diversi regni.

Perché a livello dei diversi regni? Perché in base a quello che emana da voi, influenzate i diversi regni, ed essi reagiscono alla loro maniera a quello che emanate voi, naturalmente in accordo con la coscienza di vostra Madre Terra. Tutto si incastra, e se non fosse così il mondo non potrebbe esistere.

Su questo mondo e nell’universo, tutto è collegato. È l’equilibrio dell’universo che corrisponde tra l’altro alla teoria delle stringhe.

Abbiate fiducia in noi! Lo diciamo, lo ripeteremo ancora e ancora: abbiate fiducia in voi! Non siate troppo esigenti! Non cercate di salire le scale troppo in fretta perché le ridiscendereste se non vi foste sufficientemente stabilizzati sul gradino sul quale vi trovate!»


Di Monique Mathieu




Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons