Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

venerdì 2 agosto 2013

Scelta e uso della propria Pietra



Alcune pietre sono di grande pregio, altre sono particolarmente utili, altre ancora poco conosciute e quindi anche poco valorizzate ma tutte sono ugualmente misteriose e cariche di Energia. Fra tutte queste, per ciascuno di noi, vi è una "pietra."

La scienza che studia le associazioni tra pietre, colori e segni zodiacali è antichissima e già i Caldei, gli Assiri e gli Egiziani parlavano di corrispondenze fra pietre e segni dello Zodiaco e i Faraoni e gli imperatori romani si facevano consigliare dagli astrologi nella scelta delle pietre da indossare.
Ogni cristallo possiede un proprio reticolo cristallino in cui gli atomi occupano un posto ben definito, vibrando in modo ritmico; in tal modo gli atomi trasmetterebbero le vibrazioni dell’energia presente nel guscio più esterno dove sono gli elettroni capaci di spostamento. Queste vibrazioni possono interagire con le cellule del nostro corpo ristabilendo l’armonia alterata e "poiché la malattia del corpo fisico è un riflesso delle disarmonie energetiche dei corpi materiali e si ha la guarigione quando viene ristabilito il loro equilibrio, è evidente che è sufficiente porre il cristallo adatto nell’area di disturbo energetico e permettergli di ristabilire l’equilibrio per ottenere la guarigione di tutti i diversi corpi, da quello fisico a quelli immateriali sui quali soprattutto si manifesta l’azione dei cristalli" (da "L’energia dei cristalli" di Peter Brown)


L’Universo è un insieme di varie forme di energia da cui sono state generate tutte le possibili forme esistenti e fra questi anche i cristalli, forme cristallizzate di varie combinazioni energetiche. 

 
Generalmente chi è attratto: 



  • dall’acquamarina è introspettivo ed infonde calma.
  • dall’agata è comunicativo, pratico, ed è capace di dare agli altri sicurezza.
  • dall’ambra è di carattere dolce e sensibile, ma non ha ancora una personalità ben definita.
  • dal diamante ama il lusso, la ricchezza, il potere
  • dalla giada è piuttosto pratico e sa superare facilmente le situazioni difficili.
  • dal rubino possiede un discreto equilibrio psicofisico.
  • dallo smeraldo tende alla introspezione e possiede buone capacità di analisi.
  • dalla turchese ama la tranquillità e la calma.





Inoltre chi ha preferenza per:



  • le pietre bianche. ha carattere intuitivo e creativo, ma è anche sognatore e un pò pigro
  • le pietre gialle ha una personalità dinamica e spesso vuole imporre il proprio punto di vista agli altri
  • le pietre verdi dà grande importanza all'armonia e ai sentimenti
  • le pietre rosse ha un carattere forte e volitivo
  • le pietre azzurre ama la serenità, è disponibile ma anche un pò ingenuo. Aspira ai grandi spazi e agli ideali elevati.
  • le pietre viola ha un carattere tranquillo, meditativo ed è portato all'introspezione.
  • le pietre marroni ha un carattere ordinato e metodico. Teme di lasciarsi sopraffare dai sentimenti.
  • le pietre nere possiede magnetismo e fascino e una personalità inquieta e un pò misteriosa.







Valgono poi alcune regole generali: è preferibile portare pietre burattate cioè levigate, evitando quelle di colore rosso se si è nervosi ed irritabili, perché si diventerebbe troppo aggressivi, e le perle se si è particolarmente sensibili in quanto si tenderebbe ad immagazzinare tensioni ed angosce.

Altra regola da seguire è quella di non portare mai la pietra zodiacale corrispondente al segno precedente. Insieme alle pietre del proprio segno bisognerebbe inoltre portare anche la pietra complementare che ha l’effetto di mitigare le asprezze e gli eccessi del proprio carattere.

Inoltre le pietre (ricordando sempre che con questo termine si intendono minerali, cristalli, gemme) sono strettamente collegate ai colori perché ne assorbono e ne riflettono le energie.

Il diaspro, l’agata, il rubino e la corniola, pietre di colore rosso, hanno la proprietà di infondere vitalità e benessere.

I topazi, i quarzi citrini, le pietre gialle in genere sono utili per vincere la timidezza; infatti il giallo, colore del sole, infonde sicurezza ed energia.

Il verde è il colore che mette in armonia con la natura e le pietre verdi come lo smeraldo, la malachite aiutano a ritrovare serenità mentre le pietre blu, come il lapislazzuli e la sodalite, stimolano le attività intellettive.

Il colore turchese racchiude l’energia del giallo e la serenità del blu e le pietre di questo colore sono ideali per chi soffre di ansia e di depressione.

Le pietre viola, e in particolare l’ametista, potenziano l’intuitività.

Le pietre nere, come l’onice e l’ossidiana, infondono coraggio.

Le pietre di colore rosa infine, sono efficaci per acquistare maggiore fiducia in sé. Il quarzo rosa, portato come ciondolo al collo, in modo da toccare il chakra del cuore, aiuta a dare armonia a questo centro ma, tutte le pietre della famiglia dei quarzi, portate al collo conferiscono benessere perché purificano ed equilibrano i campi energetici del quarto chakra (il Cardiaco) e del quinto chakra (il Faringeo).





Volendo utilizzare le pietre per riequilibrare i diversi chakra è necessario seguire alcune norme fondamentali: 


PURIFICAZIONE. È di grandissima importanza purificare i cristalli prima di indossarli, liberandoli di tutte le energie che hanno assorbito sulla loro strada e che potrebbero essere anche energie negative.
Per purificarli basta lasciarli immersi, per qualche giorno, in acqua e sale in un recipiente di vetro, possibilmente nuovo, o ricoprirli di argilla pura (si vende in erboristeria).
È anche necessario continuare a purificare, di tanto in tanto, le proprie pietre dalle nostre stesse energie e dalle energie di estranei che possono averle maneggiate tenendole per qualche minuto sotto un getto di acqua fredda visualizzando una cascata di acqua e ricaricarle poi lasciandole asciugare al sole. 


ATTIVAZIONE. Il potere energetico di un cristallo si può attivare mediante il pensiero. Per attivarlo è sufficiente prendere il cristallo, precedentemente purificato, e stringerlo fra le mani, accostandolo al cuore e inviandogli una richiesta specifica di aiuto con un pensiero intenso, ma espresso in modo semplice e chiaro. Una volta che il cristallo è stato programmato per uno scopo specifico, è bene non usarlo per motivi diversi.

RICARICA. Dopo essere stato usato per alcuni giorni il cristallo deve essere ripurificato e ricaricato. È buona norma esporlo per alcune ore al sole.




Le pietre , come le piante e gli animali, fanno parte della natura e sarebbero quindi in grado di emettere energia e vibrazioni ed essendo materia allo stato di equilibrio perfetto, sarebbero capace di trasmettere influssi positivi. Bisogna però tenere sempre presente che le "pietre" non hanno alcun potere curativo proprio per cui non possono sostituire l’opera del medico o eventuali farmaci ma, secondo un concetto orientale, applicati ai vari chakra, possono agire solo per affinità vibratoria.



Alcuni cristalli avrebbero quindi un potere riequilibratorio e i minerali più adatti ad essere programmati sono: tutti i minerali appartenenti alla famiglia dei quarzi, i minerali del gruppo delle tormaline, l’ambra (anche se non è un minerale), l’azzurrite, la malachite, la fluorite, il rubino, lo smeraldo, lo zaffiro, il topazio, il diamante, lo zircone.

Anche la forma della pietra avrebbe un ruolo importante e alcune forme verrebbero preferite ad altre. 


Si ritiene che le pietre rotonde favorirebbero la fertilità, mentre le pietre quadrate sarebbero portatrici di prosperità e aiuterebbero a trovare il benessere fisico. Le pietre e i cristalli di forma triangolare, portati come ciondoli portafortuna, sarebbero invece protettrici.Le pietre di forma ovale, infine, favorirebbero la creatività.


 

Chakra e Cristalli

Ogni chakra possiede un colore che lo distingue dagli altri e sui quali una pietra del rispettivo colore riesce, attraverso queste "porte", a immettere o togliere energia a seconda delle nostre necessità. Durante le sedute di cristalloterapia non è ferrea regola la combinazione colore-chakra / colore-pietra.

1° Chakra - Muladhara - Plesso della radice

Colori: nero e rosso scuro.

Pietre: agata, diamante, diaspro rosso, eliotropo, ematite, granato, magnesite, magnetite, occhio di falco, onice, ossidiana, ossidiana fiocco di neve, quarzo affumicato, quarzo tormalinato, rubino, tormalina nera. 





2° Chakra - Svadhisthana - Plesso sacrale

Colori: arancio e rosso.

Pietre: corniola, diamante, eliotropo, magnesite, magnetite, rodonite, rubino, sugilite.




3° Chakra - Manipura - Plesso solare

Colore: giallo.

Pietre: ambra, berillo, citrino, diamante, magnesite, magnetite, malachite, occhio di tigre, peridoto, pirite, quarzo rutiliato, topazio oro, tormalina verde, zircone.

 


4° Chakra - Anahata - Plesso cardiaco

Colori: verde e rosa.

Pietre: agata muschiata, amazzonite, avventurina, crisoprasio, diamante, giada, kunzite, magnetite, magnesite, opale, pietra di luna, quarzo rosa, smeraldo, sugilite, tormalina rosa. 




 

5° Chakra - Vishuddha - Plesso della gola

Colore: azzurro e blu.

Pietre: acquamarina, amazzonite, calcedonio, crisocolla, cristallo di rocca, diamante, giada, magnesite, magnetite, pirite, quarzo rutilato, sugilite, topazio blu, tormalina blu, turchese.

 


6° Chakra - Ajna - Terzo occhio

Colore: indaco.

Pietre: ametista, azzurrite, cristallo di rocca, diamante, fluorite, giada, lapislazzuli, magnesite, magnetite, occhio di falco, sodalite, sugilite, topazio blu, zaffiro.

 


7° Chakra - Sahasrara - Centro della corona

Colori: bianco e oro.

Pietre: celestina, cristallo di rocca, diamante, fluorite, kunzite, magnesite, magnetite, quarzo tormalinato, sugilite.





Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons