Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

martedì 4 giugno 2013

MEDITAZIONI OSHO :Nadabrahma


“Quindi nella Nadabrahma ricorda questo: lascia che corpo e mente siano totalmente uniti, ma tu ricordati di essere un testimone, un osservatore. Allontanati da loro, lentamente e facilmente, senza lotta o conflitto, come se uscissi dalla porta sul retro. Loro vengono nutriti, tu esci e guarda dall'esterno...”
Osho


La meditazione Nadabrahma dura un'ora ed è divisa in tre stadi. È una tecnica di meditazione da seduti, in cui il suono 'mmmm' e i movimenti delle mani creano un equilibrio interiore, un'armonia tra corpo e mente. Può essere fatta in qualunque momento della giornata, meglio se a stomaco vuoto e rimanendo inattivi per almeno quindici minuti dopo la fine.
Quindi nella Nadabrahma ricorda questo: lascia che corpo e mente siano totalmente uniti, ma tu ricordati di essere un testimone, un osservatore. Allontanati da loro, lentamente e facilmente, senza lotta o conflitto, come se uscissi dalla porta sul retro. Loro vengono nutriti, tu esci e guarda dall'esterno.... Osho

Primo stadio: 30 minuti
Siedi in posizione rilassata a occhi chiusi. A bocca chiusa, inizia a fare il suono 'mmmmm', abbastanza forte da poter essere sentito dagli altri, se stai facendo la meditazione con altre persone. Questo creerà una vibrazione nel corpo. Puoi anche visualizzare un bambù cavo o un altro contenitore colmo solo della vibrazione del suono che stai facendo. Arriverà un punto in cui il suono continua da solo e tu diventi l'ascoltatore. Non c'è bisogno di respirare in modo particolare, e puoi cambiare l'altezza del suono e muovere il corpo dolcemente e con lentezza, se senti di farlo.

Secondo stadio: 15 minuti
Questo stadio è diviso in due parti di sette e minuti e mezzo ciascuna. Nella prima parte muovi le mani, con i palmi all'insu, in un movimento circolare verso l'esterno. Inizia all'ombelico e muovi entrambe le mani in avanti per poi dividerle creando due grandi cerchi speculari a destra e a sinistra. Il movimento dovrebbe essere così lento che a volte può sembrare che le mani siano ferme. Senti che stai dando energia all'universo. Dopo sette minuti e mezzo, la musica cambia e tu giri le mani con i palmi all'ingiù, e inizi a muoverle nella direzione opposta. Ora le mani si avvicineranno l'una all'altra all'ombelico e si divideranno andando all'esterno verso i lati del corpo. Senti che stai assorbendo energia. Come nel primo stadio, non bloccare gli eventuali movimenti lenti e dolci del resto del corpo.

Terzo stadio: 15 minuti
Rimani seduto assolutamente silenzioso e tranquillo. 


Vedi anche :
Meditazione Dinamica
Meditazione Kundalini
Meditazione Nataraj
Meditazione Gourishankar
Meditazione Mandala
Meditazione Whirling
Meditazione Chakra breathing
Meditazione Chakra sound





Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons