Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

mercoledì 19 giugno 2013

La bocca Olistica

Tutti conoscono l'importanza di una corretta salute dentale e buccale ai fini masticatori e digestivi, ma spesso si ignora la stretta correlazione che esiste tra l'apparato stomatognatico (bocca - mento/mandibola) ed il resto del corpo. Esistono varie mappe che precisano tali correlazioni e l'apparente incongruenza che esiste tra alcune di esse evidenzia semplicemente il differente sistema interpretativo utilizzato.
 

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, e nel rispetto del principio per cui nel microcosmo si legge il macrocosmo nella bocca vi è rappresentato l'universo notturno. La lingua rappresenta la terra circondata dalle acque (saliva), il palato è la volta celeste (Urano) e i denti sono la costellazione dello zodiaco, sui quali sono proiettati i segni zodiacali e i meridiani d'agopuntura. 

 

Gli incisivi, i canini e i premolari superiori corrispondono ai tre meridiani che originano sul viso (Vescica, Stomaco e Vescica Biliare) e i loro antagonisti inferiori ai tre meridiani che originano al petto (Polmone, Maestro del Cuore e Cuore). I tre molari superiori corrispondono ai tre meridiani che originano dai piedi (Rene Fegato e Milza) e i loro antagonisti ai meridiani che originano dalle mani (Grosso Intestino, Intestino Tenue e Triplice Riscaldatore). 

Diverso è lo schema di corrispondenze ottenuto con le misurazioni eseguite con l'Elettroagopuntura secondo Voll (EAV - di cui sotto diamo un esempio corrispondente alla semiarcata superiore destra che include anche le correlazioni con porzioni scheletriche, vertebre e ghiandole) e ancora differente risultano le corrispondenze trovate con la kinesiologia applicata.



18
terzo molare
17
secondo
molare
16
primo molare
15
secondo
premolare
14
primo premolare
13
canino
12
incisivo laterale
11
incisivo centrale
spalla gomito piede
mascella
ginocchio
mano
radiale
alluce
ginocchio anca
piede
seno frontale piede
sacro coccige piede
T1-T6-T7
T11-T12-L1
C5-C6-C7-T2-T3-T4
T8-9-10
L2-L3-L4-L5
duodeno
stomaco
grosso intestino
cistifellea
vescica app.urogenitale
ipofisi lobo posteriore
paratiroidi
tiroide
timo
ipofisi lobo
posteriore
epifisi


La bocca è un punto strategico dell'organismo, nelle 24 ore chiudiamo i denti per deglutire da 1500 a 2500 volte, mettendo in funzione la muscolatura orale e faringo-laringea ed i 64 muscoli che controllano la mandibola. Ad ogni deglutizione la forza esercitata è di 1,5-2 kg, per cui in una giornata i denti e l'intero apparato di sostegno avranno sopportato un carico di diverse tonnellate, una cattiva occlusione dentale (eccessivo spazio libero tra i denti - morso aperto - , differente lunghezza tra i denti - precontatto -, mancanza di denti, ecc...) può produrre asimmetrie nell'intero apparato muscoloscheletrico influenzando la postura e la deambulazione

Una deglutizione non corretta, inoltre, impedisce anche il corretto collegamento energetico dei 2 meridiani energetici assiali (che normalmente avviene quando i denti superiori e inferiori si toccano), il Vaso Concezione e il Vaso Governatore, squilibrando il sistema neurovegetativo ed endocrino.


Sordità, mal di testa, dolori alla nuca, alle spalle, alla colonna, agli arti superiori ed inferiori, sinusiti, asma, allergie, eruzioni cutanee, psoriasi, disturbi gastrointestinali, disturbi ginecologici, disturbi psichici, insonnia, stanchezza cronica hanno spesso la loro causa scatenante o mantenente in una malocclusione dentale o in un disturbo focale (presenza di virus o batteri) a sede dentale. In caso di presenza di un focolaio dentale il disturbo si ripercuote su organi distanti proprio secondo correlazioni neuro-energetiche (nella tabella a sinistra quelle kinesiologiche). Tali correlazioni non valgono solo in caso di lesioni strettamente dentali (ad es. carie), ma anche per infiammazioni o degenerazioni dei tessuti adiacenti, ed infatti - più propriamente - si parla di correlazioni non tanto con i denti, ma con gli odontoni (l'odontone è l'unità funzionale del dente e dei tessuti vicini, il "parodonto").

Anche l'abitudine di masticare poco e cibi morbidi e raffinati impedisce sia un corretto sviluppo dei denti che una loro corretta usura in età avanzata, favorendo le citate ripercussioni su postura e deambulazioni (con un meccanismo a cascata su A.T.M. - Articolazione Temporo Mandibolare - , cranio, schiena, bacino, piedi).




Per concludere citiamo infine le correlazioni esistenti tra la bocca e la psiche: l'esperienza di odontoiatri olistici ha rilevato come l'arcata mandibolare sia maggiormente connessa alle funzioni volitive di un individuo (esercizio della volontà, del comando) e alla dimensione materiale, mentre l'arcata mascellare è maggiormente connessa alla dimensione intuitiva, creativa e spirituale, la metà destra della bocca rispecchia la relazione con se stessi, mentre quella sinistra il rapporto con gli altri; ogni singolo dente (o odontone) ha poi una sua valenza psicologica, ma anche qui vi sono differenze interpretative, citiamo a titolo di esempio come il secondo premolare superiore sinistro sia talvolta considerato il dente del karma, il secondo incisivo superiore destro il dente del rapporto con il padre e il secondo incisivo superiore sinistro quello del rapporto con la madre, il primo premolare inferiore destro si considera invece connesso alla realizzazione di progetti di lavoro (e dunque il cambiare orientamento e/o sviluppare una nuova attività può comportare problemi su questo dente) e - infine - il primo molare superiore destro rappresenta il posto e il ruolo che occupiamo nella vita (possibili carie se non veniamo riconosciuti per ciò che facciamo). 





Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons

(Fonte:http:raphaelproject.com)