Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

mercoledì 19 giugno 2013

La Biotipologia




La Biotipologia studia la possibilità di suddividere i pressoché infiniti tipi umani in un numero di biotipi determinati, accomunati da specifiche caratteristiche somatiche e psichiche. In un percorso di crescita questo studio ci aiuta non solo a definire meglio chi siamo nell'ambito della multiforme natura umana, ma ci aiuta anche a considerare tutti i molteplici sottoaspetti della nostra personalità, sottoaspetti che possiamo ritrovare dominanti negli altri al punto da costituirne la tipologia dominante e che noi analizzeremo in via riflessa secondo l'ormai noto "principio dello specchio".



I biotipi tradizionali in occidente sono quelli codificati da Ippocrate:

Nervoso - TERRA
(atrabiliare - melanconico - flemmatico)
Sistema nervoso
UMORE ATRABILE
Persona magra ed astenica, con cute fredda ed olivastra, sguardo poco espressivo.  Carattere pessimista e triste.

- turbe psicosomatiche
- nevralgie
- cefalee
- allergie
- spasmi
- vasocostrizioni
- acidità
- ipertiroidismo
Biliare - FUOCO
(bilioso - collerico)
Apparato neuromuscolare
UMORE BILE
Persona magra, con cute calda ed olivastra, spesso capelli crespi e funzioni neurovegetative rapide, mente sveglia  e vivace. Carattere volitivo, ambizioso e passionale.

- turbe epatiche
- sistema osteoarticolare
- sclerosi
- reumatismi
- stress
- stipsi
- alterazioni metaboliche
- calcolosi
Sanguigno - ARIA
Apparato cardiovascolare
UMORE SANGUE
Persona rotondeggiante, ma piena e tonica, cute rosea e calda. Carattere attivo, gioviale ed impulsivo

- turbe circolatorie
- difficoltà respiratorie
- apparato digestivo
- articolazioni dolorose
- infiammazioni
- edemi
- ansia
- intossicazioni
Linfatico - ACQUA
Sistema linfatico
UMORE LINFA
Persona dalle forme rotonde e flaccide, con cute pallida e fredda. Le funzioni neurovegetative sono torpide, carattere paziente e riflessivo. Iperplasia ghiandolare

- turbe digestive
- ritenzione idrica
- infezioni
- bronchiti, otiti
- litiasi renali
- ipotiroidismo
- diabete




Un'altra biotipologia estremamente interessante è quella emozionale codificata da Heymans - Le Senne, che si ottiene combinando tra loro 3 caratteri fondamentali della personalità emotiva, e precisamente: 


  • EMOTIVITA'/ INEMOTIVITA'
    l'emotivo è una persona che reagisce con vivacità di fronte ad un avvenimento, lo stato affettivo del momento viene profondamente modificato e l'equilibrio della persona turbato; l'inemotivo rimane freddo e misurato di fronte agli avvenimenti.
 
  • ATTIVITA'/ INATTIVITA'
    l'attivo è colui che di fronte ad un avvenimento tende a modificare la situazione; l'inattivo, invece, non produce azioni concrete per cambiare le cose.

  • RISONANZA PRIMARIA/ RISONANZA SECONDARIA
    i caratteri primari hanno un'intensa risonanza di fronte ad un avvenimento, ma gli effetti (di attività o di emotività) si esauriscono rapidamente, i caratteri secondari hanno tempi più lunghi, portano le cose dentro di sé per lungo tempo.
 


Esistono anche sei dimensioni aggiuntive che sono state elaborate dai successori di Heymans e Le Senne: Marte e Venere come polarità della socializzazione; Avidità e non-Avidità; Sensorialità e non-Sensorialità; Durezza e Tenerezza; Astrattezza e Concretezza; e, infine, ampiezza del Campo di coscienza. Pur senza essere combinate a formare nuovi tipi, queste dimensioni rendono ancora più interessante ed articolato il quadro della personalità fornito dagli otto caratteri.






Collerici e passionali corrispondono alla tipologia ippocratica BILIOSO - Nervosi e sentimentali corrispondono alla tipologia ippocratica NERVOSO - Sanguigni corrispondono alla tipologia ippocratica SANGUIGNO - Flemmatici, amorfi e apatici corrispondono alla tipologia ippocratica LINFATICO





Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons