Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

martedì 11 giugno 2013

Il Miracolo SIAMO NOI

Per Cambiare… Aspettatevi un Miracolo!

 


Nel processo di cambiamento che ci porta dal vecchio modo di vivere al nuovo è di fondamentale importanza cambiare il nostro rapporto con i miracoli. Si, avete letto bene, bisogna riconsiderare il nostro rapporto con i miracoli.

  • Crediamo che i miracoli siano rari eventi che avvengono solo in casi eccezionali e a persone speciali?
  • Crediamo che solo andando a Lourdes o in qualche altro luogo santo nel mondo e solo dopo un lungo pellegrinaggio se ne possa avere uno?
  • Crediamo che non tutti si meritano un miracolo?
  • Crediamo che bisogna avere una vita estremamente religiosa e pia per ricevere una grazia simile e tanta, tanta fede?
Se abbiamo risposto di sì ad almeno una di queste domande, abbiamo bisogno di guarire il nostro rapporto con i miracoli, poiché le credenze di cui sopra sono false e bloccano la manifestazione dei nostri desideri e del nostro benessere.



I miracoli avvengono ogni giorno e nella vita di tutti se sappiamo guardare. La Vita ogni giorno ci offre infiniti doni ed opportunità per poterci migliorare e potere essere felici. L’unico impedimento è solo la nostra mancanza di fiducia nel fatto che meritiamo ogni bene che l’Universo possa offrire.

Risulta difficile da credere, vero? Sono sicura che in questo momento state pensando ad uno dei problemi che vi assillano dicendo: “Bé, ma come faccio a cambiare questa situazione, come faccio ad avere più soldi, un lavoro o a ritrovare la salute… ci vorrebbe un miracolo!”.

Appunto, un miracolo! Purtroppo però quando facciamo quell’esclamazione è perché non lo riteniamo possibile, escludendo quindi la possibilità che un miracolo possa accadere veramente. È normale ed è successo anche a me. La mia mente non riusciva a capacitarsi di come una situazione potesse risolversi in fretta ed in modo perfetto! Io stessa esclamavo che solo un miracolo avrebbe potuto risolverla, eppure la fiducia che questo miracolo potesse veramente verificarsi era quasi nulla. In fondo, perché proprio a me? C’è tanta gente più meritevole in giro e con problemi ben più grandi, quindi forse era meglio lasciar perdere e “non scomodare i Santi per queste cose”, no?.

Invece è proprio il Cielo che non aspetta altro che di scomodarsi per farci avere tutto quello che desideriamo per il nostro bene e per il bene altrui. Solo che noi, più spesso di quanto sia utile, abbiamo la tendenza ad aspettarci il peggio e non il meglio, come se questo ci proteggesse, dimenticandoci però che è proprio il nostro dare attenzione a questi scenari negativi o apocalittici (la mia fantasia ne sa qualcosa!) che ci impedisce di trovare le soluzioni miracolose che sono proprio dietro l’angolo!
Ancora una volta siamo sotto l’influenza di false credenze – quella che non valiamo abbastanza, quella che il mondo non è un luogo sicuro, quella che i miracoli non accadono a noi, quella che non siamo fortunati, quella che agli altri va sempre meglio etc…
Tutt’intorno a noi invece abbiamo infinite prove che i miracoli ci sono anche per noi

Ci siamo guardati allo specchio questa mattina? Abbiamo notato la meravigliosa complessità del nostro corpo? Non è forse un miracolo tutto quello che il nostro corpo è in grado di fare al suo interno senza che noi ce ne preoccupiamo affatto? Abbiamo guardato i nostri bambini, non sono forse un miracolo nella vostra vita? Non è forse un miracolo come delle cellule invisibili al nostro occhio, si uniscono e fermano una creatura così splendida? C’è mai stata forse qualche donna che durante la gravidanza si sia dovuta preoccupare di fare andare gli occhi o le mani al posto giusto? No, certo che no. Non è forse uno splendido miracolo orchestrato dall’Intelligenza Divina?

Ora, guardiamoci intorno. Osserviamo tutti gli oggetti e le comodità che abbiamo intorno. Non è forse un miracolo che possiamo leggere questo articolo sul computer? Non è forse un miracolo che possiamo chiamare i nostri cari in un secondo con il telefonino? Tutte le nostre moderne comodità e tutti gli aggeggi che abbiamo in casa e che diamo per scontati, non sono forse miracoli? Mia nonna mi raccontava che quando era giovane (e non stiamo parlando nemmeno di secoli fa!) non avevano neanche il bagno in casa o l’acqua calda, i vestiti si lavavano a mano e non c’erano affatto telefonini per tenersi in contatto e che una lettera impiegava settimane e settimane ad arrivare! Per noi oggi spostarci, metterci in contatto con le persone, avere informazioni è tutto quasi istantaneo… non è meraviglioso?

Ora guardiamo fuori… guardiamo il cielo, la Natura, la Terra. Pensiamo a questo pianeta, alla vastità dei suoi oceani, alla bellezza delle sue terre, alla moltitudine di vegetazione, alla varietà di creature… non sono forse miracoli stupendi? E l’universo? I pianeti? Le stelle? La perfezione dei loro movimenti e di come tutto questo consente la vita… non sono forse miracoli che si perpetuano giorno dopo giorno? Se fosse per me, potrei continuare all’infinito e non sarebbe neanche un’esagerazione, perché è proprio infinito il numero di miracoli che avvengono ogni giorno e che tendiamo ad ignorare o a dare per scontati.

Ma ora potreste dirmi: “Stai divagando! Si, il cielo è bello però guardandolo non mi arrivano i soldi che mi servono!” Allora vi chiedo di pensare un attimo. Ma è mai possibile che la stessa Divina Intelligenza che ha creato tutto quello, inclusi noi stessi, poi non sia in grado di trovare una soluzione creativa ai nostri “problemi”? Che abbia creato universi infiniti e poi si è dimenticato di creare abbastanza denaro/salute/benessere per tutte le sue creature umane sulla Terra?
Credo che a questo punto anche voi vi rendiate conto di come i miracoli abbondano e che se ci crediamo, possiamo cominciare a notarli e ad accoglierli nella nostra vita. Occorre solo aver fiducia sul fatto che sono all’ordine del giorno e che quando ne diverremo consapevoli la quantità ci stupirà.


Meravigliamoci delle persone che incontriamo, delle cose che facciamo, delle cose che usiamo. Sono tutti miracoli.

Cominciamo ad alimentare dentro di noi la voglia di notare ogni giorno quei piccoli grandi miracoli che fanno parte della nostra esperienza quotidiana. Questo ci aiuterà ad aprire gli occhi sulla magnificenza della Vita e ci permetterà di riceverne ancor di più.
Diventando sempre più consapevoli della presenza dei miracoli nella vostra vita ci darà anche la possibilità di riconoscere che Dio ci giudica in modo molto diverso da come siamo abituati a giudicare noi stessi. Per Dio siamo esseri meravigliosi e radiosi che meritano tutto il Suo Amore ed ogni massimo Bene, per cui i miracoli sono a nostra disposizione. Lasciamoci andare ed affidiamoci alla Saggezza Divina sapendo che la vita si prende sempre cura di noi.


Aspettatevi i miracoli e li vedrete arrivare.








Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons

(Fonte:http://animeradianti.com )