Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

venerdì 26 aprile 2013

I Quattro piani dell'Energia Creativa

I quattro piani dell'energia creativa 

L'energia creativa, se fosse compresa nel suo profondo, ci aiuterebbe a restare sani senza inutili malesseri e malattie. Essa serve anche a creare nuove situazioni nella vita quotidiana.
È importante capire il rapporto tra la nostra energia creativa e il naturale flusso e riflusso del processo creativo universale dentro di noi. Il nostro campo energetico è il veicolo per mezzo del quale si realizza il processo creativo. Per suo tramite si generano situazioni, eventi ed esperienze della nostra vita, nonché il nostro mondo materiale. Nell'essere umano esistono 4 piani che possono essere rilevati con le percezioni sensoriali.

I. Il piano fisico

Il primo piano è quello ben noto del mondo fisico. Esso è tenuto in coesione dagli altri piani.

II. Il piano dei corpi sottili e della loro emanazione chiamata aura

All'interno del mondo fisico troviamo i corpi sottili, il cui campo energetico vitale si manifesta tramite l'aura. Tali corpi sono la struttura di base su cui poggia il mondo fisico.
Tutto ciò che è creato sul piano fisico deve prima esistere sul piano dell'energia vitale. Questo significa che ogni forma vivente è stata prima plasmata sul piano dei corpi sottili. Tale piano comprende le energie della nostra personalità. Queste si manifestano tramite il nostro corpo fisico ad esempio con sorrisi, smorfie di disapprovazione, modi di porsi, di camminare o di muoversi.
aura_464
Dalla figura soprastante si può vedere che l'aura si presenta a strati costituiti da una sostanza sempre più sottile man mano che si procede verso l'esterno rispetto al corpo fisico. Tali strati vibrano con frequenze progressivamente sempre più alte.
La radianza dell'AURA è inversamente proporzionale al CORPO SOTTILE da cui emana.
I corpi sottili si trovano all'interno del corpo fisico, vedi principio delle bambole russe. L'emanazione di ogni corpo sottile si estende al di fuori della superficie cutanea. Ogni livello ha una frequenza di un'ottava superiore rispetto al precedente. L'ampiezza della sua manifestazione, detta campo aurico, dipende dal livello stesso e dalla consapevolezza personale.
I livelli dispari sono campi strutturati secondo una forma specifica, fatti di raggi luminosi permanenti e sfavillanti. Essi sono in relazione diretta con la nostra parte mentale.
I livelli pari sono fatti di una sostanza/energia senza forma. Questi tre livelli non sono strutturati e appaiono multicolori. Essi sono in diretta relazione con le nostre emozioni.
I vari livelli del campo energetico interagiscono influenzandosi l'uno con l'altro.

pianidirealtasuiqualiesistiamo

 

1. Il corpo eterico e il suo campo energetico

eterico_114Esso ha la medesima struttura del corpo fisico, comprese le parti anatomiche e tutti gli organi. La matrice energetica di tale corpo consiste di una precisa struttura di linee di forza su cui si ancora la materia fisica.
I tessuti esistono soltanto in virtù  del campo vitale che vi sta dietro.
Il corpo eterico, matrice di quello fisico, ha la sua emanazione aurica che si propaga oltre il corpo fisico da 0.5 fino a 5 cm e solitamente pulsa a un ritmo di circa 35-45 cicli al secondo.
Il suo colore varia dall'azzurro chiaro (persona sensibile) al grigio (persona atletica). Quest'aura è il barometro della vitalità fisica e quindi l'indicatore delle riserve energetiche di un organismo.
Tutti i chakra a livello del corpo eterico sono dello stesso colore e variano anch'essi dall'azzurro al grigio. Se osservate la spalla di una persona in una stanza poco illuminata contro uno sfondo bianco o nero, potrete forse vedere le pulsazioni dell'aura del suo corpo eterico. Sappiate che non appena le avrete viste saranno già scomparse poiché si muovono molto rapidamente.
Il primo è il livello di tutte le necessità e sensazioni fisiche, piacevoli o dolorose.
Ogni dolore che proviamo corrisponde direttamente ad una disfunzione del 1° livello. Se il primo livello della vostra aura è forte avrete un corpo sano e robusto e godrete di ogni sensazione piacevole come sentirvi pieni di vitalità. Ogni contatto fisico darà piena soddisfazione e dormire serenamente non sarà più un problema. Tutto sarà in armonia con voi stessi e ogni sapore, odore, suono e immagine vi darà gioia e pienezza nel vostro interiore. Se l'aura al contrario è debole, allora le linee energetiche appariranno spezzate, aggrovigliate, con poca carica, diventando rade e sottili.

2. Il corpo emotivo e il suo campo energetico

emozionale_130Il secondo corpo sottile è quello emotivo, connesso alla creatività e alle emozioni. Esso penetra i due corpi più densi, fisico ed eterico, seguendone poi il contorno esternamente ma non duplicandone la struttura. La sua aura è composta di addensamenti di energia dalla luce multicolore in continuo movimento ed è molto più fluida e sottile di quella del corpo eterico; lo spessore varia da 3 a 25 cm.
I sentimenti chiari e carichi di energia, come l'amore e la gioia, producono addensamenti energetici netti e di colorazioni brillanti, mentre le emozioni e i sentimenti negativi creano addensamenti energetici torbidi e scuri. Il corpo emotivo contiene tutti i colori dell'arcobaleno e ogni chakra qui appare come un vortice di diversi colori. Il 1° rosso, il 2° rosso-arancio, il 3° giallo, il 4° verde erba brillante, il 5° azzurro cielo, il 6° indaco e il 7° bianco.
Moltissime persone non consentono ai propri sentimenti di fluire liberamente, causando così un ristagno di energie al secondo livello dell'aura che andrà a influire in varia misura sulla salute fisica. Se il secondo livello è forte e carico di energia si avrà un buon rapporto emotivo con se stessi. Se invece è debole e scarico si avranno sentimenti negativi verso se stessi.

3. Il corpo mentale e il suo campo energetico

mentale_130Il corpo mentale segue internamente il contorno del corpo emotivo; esso è connesso alla sfera mentale e ha l'esigenza di comprendere le situazioni in modo chiaro, lineare e razionale. Il suo campo energetico ha una struttura molto delicata e sottile, con linee che appaiono radiose e luminose, di colore giallo. Tali linee pulsano a una frequenza molto alta.
L'emanazione aurica del corpo mentale si estende al di là del corpo emotivo propagandosi oltre il corpo fisico da 20 a 180 cm. All'interno di tale aura si possono "vedere" forme pensiero positive e negative. A queste si sovrappongono altri addensamenti di colore emananti dal livello emotivo.
Quando un pensiero è sano ed equilibrato la mente razionale e quella intuitiva operano in piena armonia creando chiarezza ed equilibrio. Se i primi tre livelli energetici sono sincronizzati ci sentiremo a nostro agio, sicuri e forti. Se invece sviluppiamo pensieri negativi le pulsazioni del terzo livello rallenteranno facendo diventare le linee scure e alterate creando così forme pensiero negative.

4. Il corpo causale e il suo campo energetico

causale_130Il quarto livello riguarda il mondo delle relazioni, con questo livello interagiamo con ogni essere vivente. Esso viene considerato un ponte tra la sfera materiale e quella spirituale, la sua energia appare meno densa di quella del secondo e vibra ad una frequenza più alta.
Il quarto livello contiene l'amore, la gioia, le fatiche e i dolori del nostro interagire quotidiano con ciò che ci circonda. L'amore e il cuore sono le cose più importanti della nostra esistenza. Se questi vengono a mancare il quarto livello sarà debole e scarico.
Se vi capita di sentirvi sopraffatti dagli altri significa che il loro quarto livello è più forte del vostro. In questa situazione è importante scegliere le persone che si desidera avere al proprio fianco. Non abbiate paura di stabilire dei limiti, è assolutamente necessario.

5. Il corpo eterico matrice

etericomatrice_130Al quinto livello la coscienza si esprime come volontà superiore, quella con la quale facciamo esistere le cose.

6. Il corpo celestiale

celestiale_130A questo livello la volontà si esprime in forma di sentimenti superiori, come per esempio l'amore universale, che va al di là degli esseri umani e include ogni essere di vita.

7. Il corpo keterico matrice

ketericomatrice_130Al settimo livello la coscienza si esprime in concetti superiori. È qui che ha origine l'impulso creativo iniziale che da luogo a tutte le nostre conoscenze, non soltanto quelle di tipo lineare.
La forza creatrice primaria ha origine nel corpo spirituale più alto. Le sostanze più sottili e le energie più alte dei corpi spirituali inducono una risonanza armonica nel corpo causale, che a sua volta induce una risonanza nei tre corpi inferiori e da qui nel corpo fisico.
Il fenomeno dell'induzione armonica è quello che si verifica quando, facendo vibrare un diapason, un altro diapason presente nell'ambiente entra anch'esso in vibrazione.

III. Il piano harico contiene le intenzioni

L'intenzione riveste un'enorme importanza nel processo creativo. Quando agiamo seguendo intenti inconsci, confusi o contraddittori siamo in lotta con noi stessi e distruggiamo il processo creativo. Se invece impariamo ad allineare le nostre intenzioni attingeremo a possibilità creative illimitate.
Hara è il termine con cui i giapponesi indicano il basso ventre, chiamato tan tien dai cinesi. In esso risiede la forza e l'energia. Secondo la tradizione è il centro gravitazionale del corpo e il fulcro della potenza dell'intento facente parte di una struttura più ampia, detta piano harico. Questi si trova più in profondità del piano aurico e ne costituisce la base.
Il tan tien è anche la singola nota mediante la quale è stato creato il corpo fisico dalla madre terra. Quando la nota cambia anche il nostro corpo muta. La materia è una forma gelatinosa tenuta insieme da quest'unica nota il cui suono è prodotto dal cuore della terra.
L'immagine seguente mostra la linea harica in una persona sana, essa è simile a un raggio laser che collega fra loro tre punti principali.
pianoharico
  • Il primo punto, punto d'individuazione, si trova circa a un metro sopra la testa. Ha la forma di un minuscolo cono e da esso scaturisce la linea chiamata hara. Attraverso questo punto ci connettiamo direttamente al divino.
  • Il secondo punto da cui passa la linea harica è situato nella parte superiore del torace ed è la sede dell'anima. Si presenta come una fonte di luce che irradia in tutte le direzioni. Qui dimora il desiderio di spiritualità che ci accompagna per tutta la vita e possiamo trovarvi tutto ciò che ci serve per il nostro percorso, sia su piccola scala (nell'attimo presente), che su una più ampia (nel corso della nostra intera esistenza).
  • Il terzo punto nell'addome, sotto l'ombelico è il tan tien. Il tan tien ha una grandezza invariata di quattro centimetri. Somiglia un pò a una palla di gomma vuota avvolta in una membrana. Qui scaturisce la nota che è un'armonica del suono prodotto dal cuore della terra. Essa mantiene il nostro corpo nell'ambito della manifestazione fisica.

IV. Il piano stella-nucleo

pianostellanucleo_180Dopo il piano harico vi è quello della stella-nucleo dove dimora la nostra fonte interiore, il divino nell'aspetto individuale, da cui scaturisce ogni nostro processo creativo.
Affinché un processo creativo si verifichi in maniera completa e naturale bisogna che le energie e la coscienza emergano dal nucleo profondo e permeino tutti e quattro i piani dell'essere.















Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons

(Fonte:ascensione.ch)