Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

venerdì 29 marzo 2013

OPPT:Cosa significa?

The One People’s Public Trust: cosa significa?




Dal 26 dicembre 2012, giorno del suo rilascio ufficiale, il documento legale The One People’s Public Trust si è guadagnato l’attenzione crescente del web. Data la non semplice interpretazione del linguaggio tecnico con cui è formulato, molti si sono chiesti cosa significhi realmente e quale peso possa avere nell’inarrestabile processo della disclosure mondiale.
La dichiarazione The One People’s Public Trust (dinanzi abbr. in OPPT) riprende il modello della Dichiarazione d’Indipendenza degli Stati Uniti d’America del 1776 e lo estende a tutta la popolazione vivente oggi sulla Terra. Sancisce l’inalienabilità dei diritti degli esseri umani in quanto esseri divini, fatti di carne ossa e sangue; tali diritti non possono essere ignorati, limitati o soverchiati da nessun sistema legislativo attualmente in vigore, in virtù del fatto che l’artificiosità legale umana è sempre e comunque subordinata ai precostituiti diritti di derivazione divina.
Rifacendosi alla Legge dell’Uno e alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, l’OPPT fa leva sul Diritto Commerciale Uniforme (UCC – Uniform Commercial Code) con il proposito di rimuovere IN TUTTO IL MONDO qualsiasi legge, atto, norma, statuto che minacci potenzialmente o effettivamente tali inviolabili libertà, tagliando le gambe in anticipo a tutti quei governi che volessero procedere in direzione contraria.
Sembra dunque che la dichiarazione The One People’s Public Trust possa essere in grado di promuovere un graduale ritorno ai diritti umani fondamentali. Sempre che ogni persona, individualmente, li rivendichi per sè e prenda posizione sull’argomento, dimostrando di essere fattivamente pronta al riconoscimento e all’esercizio della propria divina sovranità individuale, anche all’interno di controversie legali in cui sia eventualmente coinvolta.
Riportiamo qui sotto la dichiarazione ufficiale originale in lingua inglese di The One People’s Public Trust, così come rilasciata il 26 dicembre 2012. Ad essa segue la traduzione dell’articolo di taglio divulgativo scritto da Nicole Matthews e tratto dal sito americano removingtheshackles.blogspot.it che, assieme al blog americankabuki.blogspot.it, sta seguendo da vicino l’evoluzione della situazione a livello mondiale. In coda all’articolo, per chi sappia leggere in inglese, il progetto OPPT è presentato e spiegato in 38 semplici slide.


http://www.scribd.com/doc/120958958/One-People-Public-Trust-Annuncio

di Nicole Matthews



La lettura dell’ultimo aggiornamento del The One People’s Public Trust – OPPT e dei relativi commenti postati sia dai sostenitori che dagli scettici, mi ha aiutato a mettere a fuoco una cosa.
Quella cosa che peraltro emerge perfettamente chiara da tutti i documenti e le dichiarazioni dell’OPPT. Tutte le leggi saranno ripristinate al loro originario “Punto Zero”, proprio come erano in principio eoni di tempo fa, prima della venuta in esistenza delle leggi e delle norme artificiali elaborate dall’uomo.
Tutte le norme di diritto (leggi, statuti, regolamenti, codici, ecc.) sono state create da corporation private, poichè tutte le nazioni (compresi gli Stati Uniti d’America, con i loro stati confederati, i partiti politici e gli organi di governo) sono di fatto registrati come corporation. Tutte le corporation sono regolamentate dall’UCCUniform Commercial Code, che è detenuto in maniera equalitaria da tutti i popoli della Terra. Pertanto le persone torneranno finalmente a controllare le corporation e quindi a controllare il sistema, nel pieno rispetto della legalità.
Torneremo di nuovo al Punto Zero, pronti per un nuovo inizio. Ciò che abbiamo scelto aleggia già su di noi, popolo unito della Terra. L’IO SONO siete voi, con il vostro reale ed autentico IO spirituale, differente dall’entità burocratica che porta il vostro stesso nome. Siamo esseri spirituali che hanno scelto di sperimentare la vita sul pianeta Terra. L’IO SONO è stato creato dal Creatore e, in quanto tale, è soggetto alle sole Leggi del Creatore, che sostituiscono qualsiasi legge artificiale fatta dall’uomo. È questo il principio di base per il reset del sistema.
Molti si stanno chiedendo perché le dichiarazioni normative dell’OPPT siano formulate con un linguaggio “da 5D” o “galattico”. Il motivo è che i sistemi del vecchio paradigma 3D ne risultano legalmente e legittimamente pignorati. Il linguaggio “legalese” non sarà più valido. Il linguaggio del nuovo paradigma sarà illuminato da una coscienza superiore. È tempo per l’umanità di cominciare a vivere nel nuovo paradigma.
La coscienza umana è fatta di energia, compresa l’energia elettromagnetica. Anche se con le limitate conoscenze della scienza umana, i nostri ricercatori hanno matematicamente monitorato e calcolato tale nesso. La coscienza umana è in crescita e in espansione: siamo pronti ad evolvere e a vivere nel nuovo paradigma.
Questo mi fa venire in mente il confortante pensiero che ho avuto quando ho letto l’ultima dichiarazione dell’OPPT. Tutto questo è il compimento di qualcosa di meraviglioso. Per molti anni, i nostri fratelli e sorelle galattici hanno continuato ad offrire alla popolazione terrestre l’affiliazione alla comunità galattica.
Due sono i motivi principali che hanno finora impedito che ciò accadesse. Prima di tutto, i nostri sistemi corrotti – in particolare quelli finanziari e di governo – non erano allineati con la coscienza superiore della comunità galattica. In secondo luogo, la membership fu offerta attraverso i leader correnti, da lungo tempo corrotti, che per diverse ragioni non hanno voluto mollare la presa sull’umanità, pena la perdita del loro controllo e del loro potere.
Siamo pronti finalmente ad andare avanti e a diventare membri della comunità galattica, perchè in seguito a ristrutturazione, i nostri sistemi si stanno allineando ai nostri vicini galattici. NOI SIAMO pronti affinchè i nostri sistemi si allineino con una coscienza superiore e la coscienza dell’umanità si espanda!
Al popolo della Terra sta per essere nuovamente offerta la possibilità di appartenere ad una grande comunità galattica. Questa volta, la decisione di entrare a farne parte sarà fatta per il popolo, dal popolo, dal momento che NOI il popolo siamo ora i leader della comunità terrestre. Che si sappia, IO SONO pronto! NOI SIAMO pronti!





Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons


(Fonte:http://hearthaware.wordpress.com)