Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

martedì 12 marzo 2013

Da Indaco a Cristallo

La Crisi della Transizione da Indaco a Cristallo 



Ci sono  persone che fanno la transizione in maniera relativamente dolce, ma molti vivono una crisi quando questa avviene. Di solito, queste sono le persone che hanno scelto di aprirsi alle dimensioni superiori.
Questa scelta non viene fatta logicamente dalla mente razionale ma si tratta piuttosto di una scelta dell’anima, fatta in risposta alle energie di transizione della Terra stessa, ora disponibili. Perciò, a volte, una persona viene gettata dentro a cambiamenti psicologici, emozionali e fisici, per i quali non riesce a trovare alcuna spiegazione logica. Questo può causare una crisi. Secondo la mia esperienza  dottori e psicologi ortodossi riescono ad aiutare ben poco, in quanto non hanno alcuna idea di ciò che la persona sta vivendo. Quando le analisi risultano negative, la persona viene spesso considerata isterica o sradicata o persino schizofrenica.
Questa transizione avviene spesso alle persone che si sono trovate su un cammino spirituale e sono meglio attrezzate per affrontare questi cambiamenti. Ma la mia esperienza è che, qualunque sia il loro stadio di consapevolezza spirituale, anche i bambini Indaco sono particolarmente vulnerabili verso l’esperienza spontanea di transizione o penetrazione nella consapevolezza delle dimensioni più elevate. Devo aggiungere inoltre che l’uso di droghe di qualunque genere, abbastanza comune tra adolescenti Indaco, molto spesso fa precipitare questa crisi di transizione prima che la persona sia effettivamente pronta per affrontarne gli effetti.
Qui di seguito c’è un elenco dei sintomi sperimentati nel processo della crisi o del passaggio:

  • Improvvisa sensibilità estrema verso le persone e gli ambienti. Una persona, che in precedenza è stata socievole e attiva, scopre all’improvviso di non sopportare i centri commerciali o altri ambienti affollati, come i ristoranti.
  • Aumento delle capacità psichiche e della consapevolezza. Il più delle volte, questo si manifesta nella capacità di "sentire" quasi i pensieri e sentimenti interiori degli altri. Questo può essere sconvolgente se la persona immagina che anche tutti gli altri riescano a leggere i suoi pensieri e sentimenti. Inoltre, un’estrema sensibilità verso l’energia negativa in certi ambienti o persone, compresa l’incapacità di tollerare certe persone che, in precedenza, erano intime. Questa aumentata sensibilità può portare ad attacchi di panico o d’ansietà. Questi possono aver luogo in qualsiasi momento, persino quando la persona si sveglia di notte. Spesso non c’è alcuna ragione valida per l’attacco, anche se la persona cercherà di trovarne una.
  • La persona potrebbe anche scoprire di stare "estraniandosi" per lunghi periodi di tempo, e di voler star semplicemente seduta a far niente. Ciò può essere irritante per una persona che in precedenza è stata molto attiva e piena d’energia. E’ soltanto che la coscienza si sta adattando a passare più tempo nelle dimensioni superiori e meno tempo nella 3° e 4° dimensione. Questo è in relazione alla necessità di riposare e dormire molto più di prima, nonché ad un rallentamento generale.
  • Ansietà ossessiva riguardo alla distruzione degli umani (per inquinamento, mancanza di risorse, alieni, tecnologia, ecc.). Questo è dovuto al fatto che la coscienza multidimensionale può accedere a tutti i livelli della mente collettiva, compresa la parte che contiene le paure e le ansietà circa la sopravvivenza della specie. Dato che la persona spesso è preoccupata della propria sopravvivenza, essa è in risonanza con questa parte della mente di gruppo o campo morfogenetico.
  • Un’ossessiva necessità di capire che cosa stia succedendo, il ché porta all' iperattività della mente e alla paura di perderne il controllo o alla sofferenza per idee "distruttive". Inoltre, la paura di diventare matti e di essere incapaci di affrontare la vita quotidiana in futuro. Di nuovo,  psicologi e dottori sembrano offrire ben poco aiuto.
  • Depressione senza ragione alcuna, o relativa allo stato di crisi. Spesso si tratta semplicemente della coscienza che sta purificando vecchi strati di energia che devono essere rilasciati. Non è necessario "elaborare" o rivivere l’esperienza, lasciate semplicemente che il corpo rilasci l’energia. Abbiate pazienza con il processo e sappiate che passerà.
  • Orari di sonno sconvolti, con un risveglio frequente, fino a 3 volte per notte, o più o meno alle 3 del mattino. Ripeto, si tratta semplicemente della coscienza che si adatta ai nuovi cicli di attività. La coscienza superiore è spesso più attiva di notte, dato che allora le dimensioni più basse sono quiete.
  • Sentire delle strane onde d’energia elettrica attraversare il corpo. Il corpo Cristallino è incredibilmente sensibile e percepisce le onde solari e lunari, le onde cosmiche e le energie provenienti dal centro galattico. Spesso queste energie assistono il processo di "ricablaggio" del corpo per sostenere energie più elevate. So per esperienza personale quanto possa essere scomodo. Ma alla fine il corpo si abituerà a trattare queste onde d’energia. Probabilmente scoprirete che esse sono più intense durante la Luna Piena. Ho scoperto che il modo migliore per affrontare questo fenomeno è quello di uscire e stare a piedi nudi sul terreno, immaginando che l’energia stia scorrendo attraverso il corpo e nella terra.
  • Un’intera gamma di sensazioni ed esperienze fisiche, normalmente relative alla disintossicazione. Il corpo Cristallino non trattiene le tossine ma permette a tutto di passargli attraverso. Difatti, il trucco dell’essere Cristallini sta in effetti nel permettere semplicemente a tutto di passare attraverso, senza aggrapparsi a nulla. L’ultimo stadio di distacco. Ma in questa fase il corpo ha bisogno di rilasciare anni di rifiuti "tossici", sia fisici che emozionali o mentali. Il rilascio avviene sempre attraverso il corpo fisico, che  presenta dei sintomi quali intenso affaticamento, dolori ai muscoli e alle giunture, specialmente nelle anche e nelle ginocchia, mal di testa, soprattutto alla base del cranio, e dolori al collo e alle spalle.
  • Capogiri e "estraniazione". Questo è dovuto al fatto che vi trovate in stati "superiori" di coscienza. Dovete abituarvi a trovarvi a questi livelli rimanendo radicati allo stesso tempo. Queste sensazioni tendono ad aumentare con le eruzioni solari e anche con la luna piena.
  • Aumento di appetito e di peso. Questo perché il corpo necessita di enormi quantità di energia per fornire il motore a questo processo.
  • La capacità di vedere oltre i veli. Cioè, diventare consapevoli degli spiriti, dei deva, degli E.T. e degli angeli, come una realtà, e comunicare con loro. Questo può spaventare molto, se la persona non è abituata a questo tipo di consapevolezza delle altre dimensioni.
Come affrontare la Transizione
Il consiglio migliore che possa dare è di accettare il processo senza resistere. La mia transizione sta andando avanti da quasi 18 mesi. Ho scoperto che la chiave era l’accettazione. Continuavo a sperare che mi sarei svegliata un giorno sentendomi di nuovo "normale". Soltanto quando ho accettato che mai più mi sarei sentita "normale", così come lo intendevo io, sono stata in grado di sentirmi più a mio agio nel mio nuovo spazio e di cavarmela meglio. Allora si può cominciare ad esplorare l’avventura o il lato positivo di questo nuovo stato.
Qui di seguito vi do alcuni suggerimenti per affrontare la crisi di transizione:

  • Siate in pace con quello che sta capitando al vostro essere. State diventando un essere Cristallino. Un altro termine per questo è "Essere Cristico", che si riferisce ad un essere multidimensionale che ha pieno accesso a 9 dimensioni, e forse persino a 13. La mia esperienza, a questo punto, dice che alcune persone si aprono soltanto a 5 dimensioni, altri vanno fino alla 6a. Se ce la fate ad arrivare alla 6a, allora probabilmente raggiungerete la piena consapevolezza di 9 dimensioni in questa vita, se non addirittura nel prossimo futuro. Quale privilegio e benedizione!!
  • Siate gentili verso voi stessi e datevi nutrimento. Ricordatevi: come essere Cristallino, avete un equilibrio uguale di energia "della Madre" e di energia "del Padre". La Madre dice: datevi nutrimento come fareste con un neonato, perché è questo che in effetti siete. Avrete bisogno di tempo per aumentare le forze e per imparare le abilità del vostro nuovo ambiente. La fiducia è molto importante qui. Io ho effettuato la transizione da sola, dovendomi mantenere con la mia attività, con risorse molto limitate. Ero terrorizzata dalla paura che la mia salute fisica mi impedisse di guadagnare abbastanza per sopravvivere. Ma fui sostenuta attraverso il processo, ed ho ancora la mia casa, e ho sempre avuto quanto mi bastava, anche se ci sono state alcune volte in cui ho sfiorato il fondo.
  • Non assumete sostanze stupefacenti di alcun genere, se lo potete evitare. Ovviamente se state prendendo delle medicine per la vostra salute, dovrete continuare a farlo. Ma non prendete sostanze stimolanti di alcun genere, queste aggraveranno il processo e vi potreste perdere "là fuori, nelle dimensioni più elevate.
  • Cercate anche di farcela senza antidepressivi o tranquillanti, anche se, ripeto, se li state assumendo, dovrete consultare un medico e non smettere semplicemente di prenderli. La cosa migliore è usare la medicina omeopatica e la naturopatia, ed ho scoperto che le Essenze Floreali aiutano molto, anch’esse.
  • Evitate le folle e i luoghi affollati. Ho sviluppato l’arte del "blitz" di un’ora di spesa settimanale per procurarmi quello che mi serve, senza passare troppo tempo in ambienti stancanti e tossici. Gradualmente sarete in grado di tollerare sempre di più questi ambienti. La chiave qui è, naturalmente, di mantenere la vostra pace e armonia così saldamente che, invece di essere influenzati dall’ambiente, sarete in effetti voi ad influenzare l’ambiente in maniera positiva. La persona Cristallina mantiene e porta sempre energia positiva ma, una volta che avrete raggiunto il vostro equilibrio, imparerete ad utilizzarla in modi incredibilmente potenti e sarete in grado di muovervi di nuovo con tranquillità in mezzo alla gente.
  • Rimanete radicati e centrati. Questo può essere molto impegnativo per coloro che si stanno acclimatando alla consapevolezza di più alte dimensioni. Spesso avrete dei capogiri e vi sentirete estraniati. Ma cercate di dare piena attenzione agli aspetti fisici e radicati della vita. La chiave sta nel passare del tempo in esercizi fisici, facendo delle passeggiate, occupandosi della cucina e svolgendo attività artistiche. Non passate delle ore davanti alla TV o persi nei videogiochi. Questi serviranno soltanto ad aumentare lo sradicamento. Passate più tempo possibile in mezzo alla Natura. Scoprirete che passare del tempo all’aperto, all’aria fresca e al sole, contribuirà a rafforzare i nuovi corpi. Inoltre ci sono i Deva a sostenere i vostri processi. Mangiate cose semplici e quanta più verdura e frutta vi è possibile. Mi è stato detto dalle guide che il riso integrale e le verdure sono il cibo migliore per questo nuovo corpo. Tuttavia, concedetevi delle voglie – le mie vanno dai calamari alla torta al cioccolato. Non è il momento di fare diete. Il vostro corpo abbisogna di enormi quantità di nutrimento per dare carburante ai processi che state attraversando. ll vostro peso potrebbe aumentare, ma dovrete accettare il fatto che questo fa parte della transizione.
  • Celebrate la vostra transizione. State diventando un umano Galattico, il prossimo passo della evoluzione umana! State entrando nel vostro diritto di nascita. 



Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons


Fonte:associazionelanuovavita
Scritto da Celia Fenn
Traduzione di Paula Launonen