Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

lunedì 25 marzo 2013

CONDIVISIONE


La condivisione di una gioia ne moltiplica i frutti; la condivisione di una sofferenza ne divide il dolore.


da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/aforismi/vita/frase-36148>

Quando sarai Uno con il Creato non avrai più bisogno di condividere. Nel frattempo, mentre camminiamo per divenire un tutt’uno, possiamo imparare la Condivisione. Quando leggerai questa sezione sappi che sei giunto/a in un momento in cui anche tu, sei lo vuoi, hai l’opportunità di condividere il tuo amore, la tua gioia, le tue risate e i tuoi pensieri.

Condivendoli scoprirai di sentirti ancora più ricco, senza alcun bisogno di andare da qualche parte o fare qualcosa. Scoprirai un nuovo modo di vivere la tua sensualità, senza possessività o gelosia, senza preoccupazione di giudizio.

Ogni cosa intorno a te sembrerà armonizzarsi, mentre condividerai l’intero tuo essere.

Muovendoti verso il tuo quarto chakra tutta la vita diventerà una condivisione di amore e di pensieri luminosi.

Le tue esperienze troveranno similitudini in quelle altrui perché abbiamo tutti la stessa origine e tutti dobbiamo sperimentare le stesse cose, in questa vita o in un’altra.

Non dobbiamo essere seguaci o imitatori: dobbiamo essere individui originali, capaci di condividere le nostre esperienze. Non c’è nessun altro tranne noi stessi che potrà rispondere alle domande che giacciono dentro di noi.

Il dolore non ha la funzione di renderci infelici… serve solo a renderci più consapevoli!

Possiamo condividere i nostri dolori, scopriremo che ci sono sempre dolori più grandi. Anziché affliggerci, possiamo trasformare i nostri capricci in amore, scopriremo che condividendo questa esperienza saremo in armonia con il nostro essere divino.

Il conflitto è all’interno dell’uomo. Se non viene risolto lì non lo può essere da nessuna altra parte. All’improvviso, viene un momento in cui vedi ciò che è sempre stato elusivo in tutta la tua vita. All’improvviso si apre la porta del risveglio e allora non puoi non condividere una tale onda di gioia e consapevolezza.

Possiamo condividere esperienze vissute in passato, ma giungerà il tempo in cui dovremo riconoscere che il passato è andato, e qualsiasi sforzo di ripeterlo sarà un modo sicuro per rimanere bloccati in vecchi progetti che avremmo già superato se non fossimo stati così impegnati ad aggrapparci a loro.

Possiamo condividere il futuro, ma giungerà un tempo in cui capiremo che il futuro è variabile, che crea aspettative e quindi delusioni. Allorché smetteremo di parlare del futuro per condividere l’unica cosa che davvero vale la pena: il presente.

Condividendo il nostro qui e ora, saremo immersi costantemente nel tempo divino, dove ogni cosa accade esattamente quando deve accadere.

Impariamo a lavorare all'unisono, a remare tutti insieme contemporaneamente e nella stessa direzione... questo sarà, a mio parere, il solo modo per l'umanità di vincere la sfida dell'evoluzione.






Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons