Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

venerdì 8 marzo 2013

‎28 marzo 2013 inizio del Sesto Sole

‎28 marzo 2013 ,fine del Calendario Sole-Venere e l’inizio del “Sesto Sole“


L’Era del Sesto Sole del Dio azteco Quetzalcóatl ricomincerà a brillare!!

L’organo vitale dell’immenso organismo planetario, nel quale orbita anche la nostra terra, è il sole. Sorgente inesauribile di calore e di luce, questo corpo celeste, di incomparabile splendore, ha sempre rivestito un ruolo di primo piano nelle manifestazioni di culto delle antiche civiltà precolombiane. Imponenti costruzioni e raffinate opere d’arte erano dedicate al “prezioso” astro solare, fonte di vita e prosperità. E’ per esigenze di ordine religioso, quindi, che gli antichi popoli del Messico seguirono con attenzione il cammino della benefica stella e grazie ad elaborati calcoli astronomici riuscirono a prevedere, con grande accuratezza, il ciclo delle eclissi di sole che, secondo la tradizione precolombiana, segnavano il passaggio tra due ere. Dalla decrittazione del Codice di Dresda, un manoscritto ideografico maya, sappiamo che per l’antica astrologia messicana la terra ha conosciuto cinque soli ciascuno dei quali corrispondente ad un’era.
L’Era del Sesto Sole del Dio azteco Quetzalcóatl ricomincerà a brillare!!
L’oscuramento totale dell’astro solare verificatosi l’11 luglio del 1991 avrebbe dato quindi inizio all’era del Sesto Sole che sarà caratterizzata dal ritorno del “signore delle stelle”. “Nell’era del Sesto Sole” – spiega il filosofo e storico Mariano Leyva – “… dopo cinquecento anni di oscurità, il sole del Dio azteco Quetzacoatl ricomincerà a brillare. La notte finirà, splenderà il giorno e saranno riscoperti i valori positivi… In preparazione a questo evento è necessario che l’uomo impari ad avere più cura del pianeta e a dare più allo spirito che al corpo”.

“dopo cinquecento anni di oscurità, il sole del Dio azteco Quetzalcóatl ricomincerà a brillare.
La notte finirà, splenderà il giorno e saranno riscoperti i valori positivi…
In preparazione a questo evento è necessario che l’uomo impari ad avere
più cura del pianeta e a dare più allo spirito che al corpo”.


L’Era del Sesto Sole del Dio azteco Quetzalcóatl ricomincerà a brillare!!

La quarta profezia Maya, spiegata dall’ingegner Rodolfo Garrido, intervistato dal giornalista messicano Jaime Maussan , preannuncia che a causa dell’aumento della temperatura planetaria provocata dal comportamento anti-ecologico dell’uomo e della maggiore attività solare avverrà lo scioglimento dei poli. Infatti se il sole aumenta i suoi livelli di attività rispetto alla norma si verifica una maggiore produzione di vento solare, un maggior numero di eruzioni in massa dalla corona del sole, un aumento della radiazione con la conseguente crescita della temperatura del pianeta.
Attualmente l’umanità è testimone di un aumento dell’intensità e del numero di uragani che periodicamente lasciano con il loro passaggio distruzione, caos, dolore e desolazione. I Maya predissero che nel periodo dei tredici cieli, che è quello in cui viviamo, sarebbe iniziato un processo di disgelo nel pianeta. Attualmente i satelliti geo-atmosferici della Nasa hanno comprovato la diminuzione dello spessore dei ghiacciai in Antartide. In questa regione è avvenuto il distacco di una massa di ghiaccio di dimensioni colossali paragonata, per estensione di superficie, allo stato del Texas.
I ghiacciai, nei punti più elevati delle cime del mondo, come le Alpi, le Ande e i ghiacciai dell’Artico e Antartico, stanno registrando una diminuzione del ghiaccio in maniera continua e irreversibile. Alcuni paesi come Colombia, Perù e Uruguay, che oggi si riforniscono di acqua potabile proprio da questi ghiacciai, hanno rilevato che per l’anno 2020 non avranno fonti naturali di acqua potabile per coprire il fabbisogno delle loro popolazioni.
Il cambiamento accelerato del clima planetario sta generando tempeste insolite dove prima quasi non pioveva, inondazioni in alcuni paesi, cosi come gelate altrettanto insolite e di proporzioni quasi apocalittiche. A decorrere dal 2003 fino ad oggi, il Centro America, l’Europa, la Cina e altri paesi asiatici, sono state vittime di inondazioni che superarono di molto quelle avvenute almeno cent’anni prima. L’aumento della temperatura sta determinando una crescente desertificazione in diverse parti del mondo che, insieme alla deforestazione naturale e a quella provocata dall’uomo, sta accentuando la perdita di terre utili per la semina. Ciò impedisce che il pianeta possa generare i raccolti sufficienti per sconfiggere la fame che ogni giorno diviene uno spettro di morte per milioni di persone. La deforestazione mondiale interrompe i cicli ecologici essenziali per preservare la vita nel nostro mondo.
L’interruzione del suo equilibrio sta creando squilibri spettacolari in tutti i regni provocando sovrappopolazione in alcune specie ed estinzione in altre. La comparsa sempre più frequente di “piaghe” come ad esempio, quella delle locuste avvenuta in Africa nel mese di luglio del 2004 e del 2011 è stata di una entità tale da avere precedenti soltanto nei racconti biblici. Questo è un segnale della quarta profezia Maya. Questo squilibrio ecologico è anche all’origine di malattie che si stanno diffondendo tra cui le epidemie di aids, colera, morbillo, febbre gialla, meningite, ebola e antrax che si stanno convertendo in uno dei cavalieri dell’Apocalisse nel nostro mondo.
Il Pentagono stesso avrebbe consigliato all’ex presidente George W. Bush e all’attuale presidente Obama, di includere nei progetti futuri sulla sicurezza nazionale degli Usa, i provvedimenti da prendere per combattere il surriscaldamento mondiale perché, secondo i loro studi, sarà il focolaio di conflitti e disordini sociali nel mondo. Per calibrare i loro calcoli e quindi comprendere il comportamento del Sole e del nostro pianeta nel futuro, i Maya presero come riferimento il tempo che il pianeta Venere impiega per girare intorno al sole, in media 584 giorni. Venere è facilmente visibile nel cielo dato che la sua orbita si trova tra la terra e il sole.
L’Era del Sesto Sole del Dio azteco Quetzalcóatl ricomincerà a brillare!!

Nel codice di Dresda lasciato dai Maya questi scrivono che ogni 117 rotazioni compiute da Venere, osservati con la sua apparizione sempre nel medesimo punto, il Sole subisce delle alterazioni, per esempio appaiono enormi macchie o eruzioni di vento solare. Questi antichi scienziati notarono poi che ogni 5125 anni avvengono alterazioni persino maggiori e quando ciò accade l’uomo deve stare attento perché è presagio di cambiamenti e di distruzione. Per questo dobbiamo vivere la vita e prendere le nostre decisioni in maniera cosciente.
Bisogna aprire gli occhi e comprendere dove può portarci un mondo nel quale tutti incolpano gli altri di quello che succede.
Tutte le profezie Maya cercano di spingere la mente dell’uomo verso un cambiamento giacché l’Universo sta generando tutti questi processi affinché l’umanità si espanda per la galassia e comprenda così l’integrità fondamentale con tutto ciò che esiste. Per preparare l’umanità a fare questo passo finale, un passo verso il Sesto Sole”.



Il Grande avvento del Sesto Sole. Verso una Umanità pacifica per necessità

In realtà l’uomo non è un essere che appartiene alla Terra. Egli abita temporaneamente sulla sua superficie per poter portare avanti la sua evoluzione. La sua anima entra per la prima volta nell’aura magnetica terrestre al momento del concepimento. Appena fecondato, il seme si addentra nella sintonia dello stato armonico del pianeta, per poi iniziare a creare un corpo adatto alle sue condizioni di vita.
Infatti i nostri corpi non sono altro che involucri che ospitano l’entità dell’essere, ossia l’essenza dell’Anima e dello Spirito che appartiene alla sfera di energia, che a sua volta è parte della Fonte (Dio). La Fonte è come un organismo di cui tutti facciamo parte. Essa è Energia Onnicreante-Onnipresente. Noi quindi la rappresentiamo , in quanto anche noi siamo energia, un corpo elettrico.
Tutto ciò che ci circonda è elettrico, persino le piante, la frutta, etc.. etc..
Lo Spirito è la nostra forza vitale, ma è anche la nostra linea di trasmissione che ci unisce alla centrale elettrica di Dio (la Fonte). Migliore è la connessione e più noi “abitiamo all’ombra del Creatore“. Le capacità psichiche sono acuite, la nostra guida diventa palese e la protezione assicurata. Questo ci porta a credere di avere al nostro fianco un Angelo Custode.
ENERGIA VITALE
Ogni persona dovrebbe purificare la propria anima con pensieri, parole e azioni positive. La forza della connessione creata dalla meditazione (preghiera), scaturisce dalla motivazione, dalla sincerità personale nel rivolgersi alla Fonte (Dio) per ottenerne l’aiuto e la guida. La natura dell’Anima può essere trovata nella parola “etereo” che significa stato di leggerezza, raffinato, delicato o appartenente alle sfere celesti. Nella fisica il termine etere, viene definito come: veicolo senza massa, infinitamente elastico, in origine postulato come il mezzo di propagazione delle onde elettromagnetiche. Oggi anche la scienza ufficiale riconosce l’antico concetto di energia vitale, non più vista come forza mistica, ma come forza di energia elettromagnetica, energia quantica (di luce), che agisce all’interno dell’organismo umano come sistema di controllo intelligente.
Il nostro fisico è tutt’uno con il corpo etereo che fornisce energia o la forza vitale necessaria per sostenere la vita terrena. Le onde elettromagnetiche che si irradiano da tutta la materia del corpo umano sono di differenti colori e possono essere rilevate da apparecchi scientifici, oppure percepite da persone dotate di poteri paranormali. È possibile vedere tale emissione di energia corporea (campo bioenergetico), chiamata “aura”, mediante apparecchiature come la macchina Kirlian. Essa appare sotto forma di un alone o di aureola, come rappresentato nell’iconografia sacra.
Del resto, anche i pensieri e le azioni di una persona possono influenzare il campo energetico e irradiarsi all’esterno sotto forma di svariati colori.
Gli esseri umani vibrano con una frequenza sincronizzata e compatibile con quelle dellaTerra. Se le vibrazioni elettromagnetiche terrestri cominciassero a risonare a frequenze superiori (vale a dire in fase di accelerazione), anche il nostro campo “bioenergetico” aumenterebbe per restare compatibile. Tutto questo si renderà necessario con l’avvento della Nuova Era e potrà farci capire quanto importante e determinante sia il ruolo svolto dall’essere umano su questo pianeta.

L’Umanità pacifica per necessità

Le profezie Hopi e Maya parlano di un “Giudizio Universale” che porterà ad una purificazione della Terra. Molte di queste predizioni sono antiche, a volte non si riescono ad interpretare nel verso giusto e se ne possono sottovalutare gli avvertimenti.
L’uomo di oggi, con la sua preponderante attenzione agli aspetti materiali, è diventato sempre meno ricettivo verso quei poteri che trascendono la sua area di conoscenza. Parlare di un giudizio finale, per molti è un qualcosa che odora di superstizione, perché la fine di tutti i tempi non sarebbe vicina, dicono. Forse non è così. Fino a che punto gli esseri umani riusciranno nel loro tentativo di distruggere la Terra e i loro simili, prima di essere fermati dalle forze celesti? Nessuno può, per ora, dare una risposta. L’umanità, prendendo in considerazione i previsti cambiamenti, che già in parte stanno avvenendo sul pianeta, darà modo ad ogni singolo individuo di prendere una decisione sulla plausibilità delle predizioni.
Ma, nel frattempo, se i segni e i presagi cominciassero a manifestarsi, a che punto si potrebbe concludere che gli eventi stanno realmente per avverarsi? Mentre tutti gli abitanti di questo martoriato pianeta portano avanti le loro attività quotidiane, quando l’urgenza della situazione attirerà la loro attenzione? Secondo le nostre supposizioni, all’inizio la gente vi si opporrà con rifiuto e scetticismo, ma in un secondo tempo si adatterà ai cambiamenti razionalizzando la nuova situazione. Questa reazione farà prendere, probabilmente, il sopravvento all’inquietudine che diverrà più intensa con l’accelerare dei cambiamenti. Di conseguenza, tutti guarderanno sempre più al loro governo e alle proprie autorità religiose per essere guidati.
Come i Nativi Americani insegnano, l’uomo sarà in grado di affrontare i futuri cambiamenti della Terra solo acquisendo e aumentando le vibrazioni del corpo etereo, che a sua volta “spiritualizzerà” il corpo fisico, l’anima e la mente. Le informazioni dello Spirito di Dio influenzeranno le decisioni, le reazioni emotive e il comportamento dei singoli, mentre nello stesso tempo, l’incremento della frequenza delle vibrazioni contribuirà a rafforzare il sistema immunitario dell’organismo
L’uomo è stato sempre affascinato dalla guerra, perché diviso interiormente, a causa del funzionamento errato del nostro cervello. L’unità cerebrale, data dalla complementarità dei due emisferi, si è trasformata, perdendo la capacità di espandere o evolvere la coscienza, comportandosi da filtro, acquisendo la realtà di ciò che sta accadendo intorno a noi e riducendola ad un livello di tolleranza gestibile.
L’uomo confonde la logica razionale con la parte intuitiva, generando così un conflitto interiore. Il cervello quindi ha consentito la dissociazione dei neuroni, le particelle elettriche del pensiero, essendo la fonte di comunicazione tra i due lobi.
Alcuni hanno imparato a unire questi emisferi integrandoli, in modo tale da creare una corona di luce neuronica simile a quella delle aureole raffigurate nei dipinti a soggetto religioso. La luce, l’elettricità, le vibrazioni sono tutte parte della stessa energia, energia che alcuni identificano con Dio.



Segni di una Nuova Era dai Crop Circle

Nella formazione comparsa a Est Kennett- Avebury, Wiltshire il 21 Luglio 2011. Al suo interno si può vedere un pipistrello con le ali che rappresenta il pipistrello “Zotz”. un simbolo di rinascita e di profondità, perché è una creatura che vive nel ventre della Madre Terra. Secondo i guardiani della tradizione mexicana, la transizione che ci troviamo ad affrontare ha avuto inizio nel 1991: il Sesto Sole è entrato in scena mentre ancora dominavano le caratteristiche del Quinto, simboleggiate da Itzcuintli, il Cane; il potere del Sesto Sole, simboleggiato da Ozomahtli, la Scimmia, ha cominciato a rafforzarsi dal 2003. Il 21 dicembre del 2012 esso sarà pari a quello del Quinto Sole, e dal 2021 in poi avrà inizio un periodo di migliaia di anni in cui l’umanità sarà sotto il dominio del Sesto Sole.

foto sopra e sotto: nella formazione comparsa a Est Kennett- Avebury, Wiltshire il 21 Luglio 2011, al suo interno si può vedere un pipistrello con le ali che rappresenta il pipistrello “Zotz”. un simbolo di rinascita e di profondità, perché è una creatura che vive nel ventre della Madre Terra.




Grandi cambiamenti sono in corso. Eventi planetari stanno profilandosi all’orizzonte. Circolano opinioni circa i cataclismi avvenuti e previsti, che possano essere un modo in cui il Creatore si assicura il Piano di Evoluzione terrestre. Altrettanto naturali gli altri cambiamenti osservati sulla superficie di questo pianeta: nascita e morte dell’Uomo e nascita e morte della Natura.
Il profeta giapponese Meishu Sama dice: “…le azioni umane e i discorsi di natura negativa, violenta o distruttiva creano delle nuvole nel regno spirituale che si raccolgono vicino alla loro fonte finché (come la pioggia) non sono finalmente dissipate dalla legge naturale sotto forma di tempo turbolento o di disastri… la terra dovrà affrontare un potente sommovimento, il più grande cataclisma della storia“.
Tutto ciò che è materia è in un continuo cambiamento. Sta alla coscienza dell’Uomo interpretare e riconoscere lo scopo di quel cambiamento, poi l’evoluzione farà il suo corso.
L’Uomo deve capire che il cambiamento è necessario affinché la nuova Era, chiamata Era dell’Acquario, sia un’Era di grande evoluzione. Ci saranno progressi ora inimmaginabili, la Terra diverrà quello che avrebbe dovuto essere: una cellula vivente pervasa da un’intensa vibrazione d’Amore, realizzando il suo scopo nel Corpo Solare e le sue emanazioni si irradieranno in tutto il Creato.




I Maya e gli Aztechi definivano questa Era come il grande avvento del Sesto Sole, tempo in cui tutto ciò che è stato nascosto e sepolto sarà scoperto, la verità sarà la luce della vita e i figli (i nostri figli), saranno coloro che viaggeranno tra le stelle.






Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons


(fonte:Segnidalcielo)