Questo blog rappresenta un diario di viaggio. Tenta di donare spunti per entrare in contatto con voi stessi.
E' importante ricordare sempre che le nozioni apprese dall'esterno sono solo un input e che le risposte sono da sempre presenti in voi.

lunedì 11 febbraio 2013

Chi parla di politica FA politica..




Nella notte di un sogno, mi arrivo' un signore vestito di altri tempi, che mi disse:"chi parla di politica fa politica"...nel "risveglio" presi nota e mi arrivo' dritto al cuore il significato...
Chi parla di politica fa politica, la politica è uno schieramento, divide....chiunque si schiera è complice della divisione che si crea nell'umanità,ma se si inizia a smettere di giudicare chi politica fa' e si inizia a condividere,aiutare a comprendere che non serve un "capo" ..non è piu politica, ma Amore...a voi la scelta...

« Della scienza conoscitiva vi era per noi all'inizio una parte relativa al comando: una sua parte, rappresentata secondo un'analogia, fu definita “preposta al comando assoluto”. L'allevamento degli animali viventi fu a sua volta separato dall'arte del comando assoluto come fosse un suo genere, e non di poco conto: e una specie dell'allevamento degli animali fu quello dell'allevamento in gruppo, dal quale a sua volta fu distinta la scienza del condurre al pascolo gli animali che camminano. Da quest'ultimo genere fu separata in particolare l'arte di allevare animali senza corna. E quanto alla parte di essa che non è la meno importante, non si devono intrecciare tre definizioni insieme, se si vuole raccoglierla in un solo nome, chiamandola “scienza del condurre al pascolo animali di razza non incrociata”. E nella sezione che si separa da quest'ultima, l'unica ancora rimasta per il gregge bipede e che si occupa del guidare gli uomini, proprio questa è ormai l'oggetto della ricerca, e l'abbiamo chiamata “arte del regnare” e “politica” nello stesso tempo. »


(Politico 267a-c Platone; trad.: E. Pegone)




di Michela Marini



Questo articolo può essere condiviso e divulgato rispettando il lavoro svolto citando la fonte dello stesso Blog e le relative fonti esterne citate dallo stesso.
Grazie per la condivisione!

Diario di una ragazza indaco di Michela Marini © COPYRIGHT 
Distribuito con Licenza Creative Commons